28 novembre 2015

Alex Proyas e Lionsgate si scusano pubblicamente per le scelte di casting di Gods of Egypt

A tre mesi dall’uscita in sala, il regista e lo studio fanno ammenda per la ‘scarsa diversificazione’ etnica

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
28 novembre 2015
gods-of-egypt

Beh questa è una notizia piuttosto interessante. Quando i primi poster e il trailer di Gods of Egypt, il nuovo lavoro del regista Alex Proyas (Il Corvo), è apparso subito lampante che c’era qualcosa che non andava. Inizialmente poteva sembrare l’effetto un po’ kitch dell’insieme, ma ad uno sguardo più attento è balzato agli occhi un’altra cosa: tutto il cast, dalle divinità egizie alle comparse, è composto quasi interamente da attori bianchi.

Anche Ridley Scott aveva dovuto affrontare questo stesso problema quando ha puntato su Christian Bale e Joel Edgerton per interpretare Mosè e Ramses in Exodus – Dei e Re, ma mentre lui aveva difeso la sua scelta con certi, diciamo ‘colorati’ commenti su come non avrebbe potuto prendere attori non bianchi con il budget a disposizione, Proyas e la Lionsgate hanno deciso di adottare l’approccio esattamente opposto: si sono infatti scusati per il loro film prima ancora che esca in sala.

Attraverso Forbes, Proyas ha ammesso che avrebbero potuto fare un lavoro migliore per mettere in piedi un casting più diversificato per Gods of Egypt:

“Il processo di casting ha molte variabili complesse, ma è chiaro che le nostre scelte avrebbero dovuto essere maggiormente diversificate. Io mi scuso sinceramente con coloro che sono stati offesi dalle decisioni che abbiamo preso.”

Ma la cosa più sorprendente è forse che la Lionsgate ha fatto mea culpa piuttosto candidamente così:

“Ci rendiamo conto che è nostra responsabilità fare in modo che le decisioni di casting riflettano la diversità e la cultura dei periodi storici descritti. In questo caso non siamo riusciti a mantenerci sui nostri usuali standard di sensibilità e di diversità, e ce ne scusiamo sinceramente. Lionsgate è profondamente impegnato nel realizzare film che riflettono la diversità dei nostri spettatori. Abbiamo fatto, possiamo e continueremo a fare di meglio”.

Vedere uno studio e il suo regista scusarsi mesi prima che il film esca è sicuramente un gesto affascinante e nobile. In ogni caso, Gods of Egypt, che sarà interpretato da un sacco di gente bianca più Chadwick Boseman, arriverà al cinema il 26 febbraio.

Articoli correlati

Inserisci un commento