28 luglio 2016

Beetlejuice 2: secondo lo spiritello porcello Michael Keaton non si farà

Il protagonista del cult del 1988 spiega anche le ragioni della sua convinzione

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
28 luglio 2016
Beetlejuice

I numerosi fan di Beetlejuice, horror comedy di Tim Burton del 1988 ormai divenuta cult, avranno probabilmente notato che negli ultimi mesi si sono susseguite molteplici notizie contrastanti circa un possibile sequel, tra conferme e smentite. Se infatti da una parte il regista ha affermato categoricamente ancora a maggio che non ci sono speranze di vederlo, Winona Ryder, Lydia Deetz nell’originale, continua a sostenere di aver sentito rumor che sostengono il contrario, ovvero che continuino gli sforzi per portare aventi il progetto, sebbene non sembrino dare i frutti sperati. Ora una nuova voce si è unita al coro, quella dello ‘spiritello porcello’ in persona, o almeno colui che lo ha interpretato, Michael Keaton.

beetlejuice-tim-burton-setIn un’intervista, l’attore ha spiegato:

… E’ possibile che quella nave sia ormai salpata. L’unico modo di farlo è quello di farlo bene. Una gran parte dell’originale è stato frutto di improvvisazione ed altrettanto era così ben realizzato per la mano di quell’artista che è Tim Burton. Se non è possibile avvicinarsi a tale livello, meglio lasciar perdere.

Ha poi aggiunto una sacrosanta verità, almeno per i cultori dei classici della cinematografia horror e di fantascienza:

Ci sono alcuni film che sono un po’ come i cimiteri dei nativi americani. Non ci si deve mai passare sopra. Succedono solo cose tremende se li attraversi. Mai toccare certe cose. Sono sacre.

Dopo tale ulteriore conferma negativa, è molto improbabile che si farà un Beetlejuice 2, fatto con ogni probabilità positivo – per evitare schifezze -, anche se nel profondo del nostro cuore di grandi amanti del primo film forse in fondo ancora serbiamo l’illusione di un seguito alla sua altezza…

Articolo
Titolo
Beetlejuice 2: secondo lo spiritello porcello Michael Keaton non si farà
Descrizione
Il protagonista del cult del 1988 spiega anche le ragioni della sua convinzione
Autore
Nome del publisher
Il Cineocchio
Logo del publisher

Articoli correlati

Inserisci un commento