24 agosto 2017

Bill Moseley: “Ho una lunga lista di ringraziamenti per Non aprite quella porta 2”

Per i 31 anni del film, l’attore ha scritto un sentito messaggio sulla sua pagina Facebook

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
24 agosto 2017
Godless

Tra le cose più memorabili presenti nel secondo capitolo di quell’incubo rurale folle e macabro firmato da Tobe Hooper che risponde al titolo di Non Aprite Quella Porta (The Texas Chainsaw Massacre) c’è senz’altro Bill Moseley nei panni di Chop Top Sawyer.

Per celebrare i 31 anni (già …) dall’uscita di Non aprite quella porta – Parte 2, l’attore – che vide con quel film esplodere la sua carriera – ha deciso di usare la sua pagina di Facebook per condividere i ricordi dell’esperienza coi suoi fan.

Non aprite quella porta - Parte 2 moseleyQueste le sue parole, piuttosto nostalgiche e toccanti:

Aspettate un minuto, 31 anni dall’uscita di Non aprite quella porta – Parte 2?! Non è così tanto tempo per una sequoia, ma è più di una vita per quelli come me (vecchio testo dei Moseley Brothers). Non credo che ringrazierò l’Academy per NAQP2, ma ringrazio il regista Tobe Hooper per avermi dato una chance due anni dopo aver visto il mio cameo di 20 secondi in quel filmetto di 5 minuti chiamato The Texas Chainsaw Manicure; il mio vecchio compagno di classe di Hotchkiss, Peter S. Seaman, per aver portato la videocassetta del suddetto dal suo ufficio a quello di Tobe alla Paramount Pictures in quella fatidica giornata del 1984; il grande Ed Neal per la sua performance psicologicamente indelebile nei panni dell’Autostoppista nel Non Aprite Quella Porta originale, che mi ha mostrato la strada come Plate Head; lo scomparso, grande L.M. Kit Carson per aver scritto una sceneggiatura davvero squilibrata; la Canon Films per avermi pagato un supplemento di 5.000 dollari (in quel momento, una grande somma; lo è ancora) per rasarmi la testa per le protesi applicate dal Re dello Splatter in persona, il mio grande amico Tom Savini e la sua folle banda di truccatori, Gino Crognale, John Vulich (RIP), Sean McEnroe, Gabe Bartolos, Bart Mixon e Mitch DeVane; le mie co-star Bill Johnson, che ha interpretato un sentimentale e inespressivo Leatherface; Caroline Williams, le cui grida a tutti polmoni e gli short molto corti sono stati tanto indimenticabili quanto fonte di ispirazione; lo scomparso, grande, Jim Siedow, aka Drayton Sawyer, che è diventato un grande amico, sia dentro che fuori dal set (in ogni caso, gente, Drayton è il fratello più anziano, non il padre!). E alla fine Choptop, che è con me ogni giorno e senza il quale starei ancora facendo il pieno di benzina alle macchine (almeno in Oregon)! 

Nel frattempo vi ricordiamo che Leatherface, ultimo film in ordine di tempo ad entrare a far parte della longeva casa, uscirà nei nostri cinema il 14 settembre.

Articolo
Titolo
Bill Moseley: "Ho una lunga lista di ringraziamenti per Non aprite quella porta 2"
Descrizione
Per i 31 anni del film, l'attore ha scritto un sentito messaggio sulla sua pagina Facebook
Autore
Nome del publisher
Il Cineocchio
Logo del publisher

Articoli correlati

Inserisci un commento