27 aprile 2017

[cortometraggio] Instapocalypse mostra quanto contino i selfie anche durante l’Apocalisse zombie

Il regista Martin Sofiedal prende in giro la nostra dipendenza dai social

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
27 aprile 2017
Instapocalypse-825x510

Il norvegese Martin Sofiedal ha presentato da poco al Cinequest Film & Festival di San José il suo cortometraggio Instapocalypse, che si interroga in maniera arguta sulla necessità di Instagram in un mondo ormai in rovina.

Instapocalypse cortoQuesta la sinossi:

Due amici trovano un iPhone funzionante durante l’Apocalisse zombie, ma il tentativo di postare le loro foto su Instagram li mette ben presto uno contro l’altro.

Il breve film è interpretato da Cecilia Svendsen e Patrick Finzi, che saranno presenti anche nel lungometraggio di prossima uscita Benjamin Falck & the Ghost Dagger. La fotografia invece è opera di Magnus Owen, nel cui curriculum spiccano le riprese e il montaggio del popolare talk show norvegese Karl Johan, così come molti altri progetti di alto profilo.

In Instapocalypse viene presa in giro la nostra estrema necessità di essere presenti sempre e comunque sui social network, con una simpatica quanto satirica scenetta apocalittica:

Articolo
Titolo
[cortometraggio] Instapocalypse mostra quanto contino i selfie anche durante l'Apocalisse zombie
Descrizione
Il regista Martin Sofiedal prende in giro la nostra dipendenza dai social
Autore
Nome del publisher
Il Cineocchio
Logo del publisher

Inserisci un commento