22 febbraio 2016

Death Note: rivelati il tono e il visto censura della versione americana di Adam Wingard

Protagonista dell’adattamento del manga di Tsugumi Ōba sarà Nat Wolff

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
22 febbraio 2016
death_note

Anche se Hollywood ama adattare qualsiasi cosa sulla quale riesca a mettere le mani, il numero di adattamenti di manga è stato fino ad ora sorprendentemente basso. Ma la storia cambia quando Adam Wingard (V/H/S) decide di adattare Death Note, opera scritta da Tsugumi Ōba e disegnata da Takeshi Obata pubblicata a partire dal 2003. Guidato dalla stella nascente Nat Wolff (Colpa delle Stelle), la storia segue uno studente che trova per caso “un quaderno soprannaturale che gli permette di uccidere chiunque semplicemente scrivendo il su di esso il nome della vittima.” Questo lo porta alla decisione di “purificare il mondo dal male”, così come lui lo vede, ma questo finirà per metterlo nel mirino di un solitario detective della polizia.

death note mangaNel corso del DICE 2016, il produttore del film Roy Lee ha aggiornato sul progetto, dicendo che Wingard “è attualmente in attesa del nostro via libera ufficiale al film, ma stiamo svolgendo i casting. Penso sia già stato detto, ma non mi ricordo dove, dovrei controllare il sito, quindi non voglio dire ancora nulla. Ma è un film che abbiamo intenzione di realizzare quest’anno“.

Alla domanda sul target di riferimento del film, Lee ha risposto: “E’ sicuramente per adulti. Ci sono zero possibilità che sarà meno di un R-Rated“, e ha continuato dicendo che per il tono del film “sarà uno dei primi adattamenti di manga molto realistico ma sempre con elementi fantastici.” E questo suona sicuramente come qualcosa che Wingard è in grado di garantire. Anche se i suoi You’re Next e The Guest non contengono elementi soprannaturali, il regista sa come ricreare un’atmosfera in grado di affascinare il pubblico.

Lo scorso settembre era stato annunciato che la produzione sarebbe iniziata in primavera, e Lee ora dice di essere “abbastanza fiducioso” che tutto sarà pronto entro fine anno. Non ci resta che tenere pronti i nostri quaderni allora e controllare la presenza di uno Shinigami in giro per casa.

Di seguito la sigla di apertura della versione anime di Death Note, andata in onda in 37 episodi tra il 2006 e il 2007.

Articoli correlati

Inserisci un commento