25 ottobre 2016

Dopo 75 anni riemerge il trailer uncut perduto di Il Figlio di Frankenstein

Nel film diretto da Rowland V. Lee nel 1939 hanno recitato fianco a fianco Boris Karloff, Bela Lugosi e Basil Rathbone

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
25 ottobre 2016
figlio-frankenstein-trailer

Ecco un regalo di Halloween perfetto per tutti gli appassionati dei film di mostri classici della Universal: il trailer restaurato in digitale e in versione non censurata di Il Figlio di Frankenstein (Son of Frankenstein), film del 1939 diretto dal regista Rowland V. Lee.

locandina-figlio-frankensteinNon si tratta soltanto di un attestato di quanto sia incredibile la tecnologia disponibile al giorno d’oggi, ma anche di una grande scoperta per i cinefili di tutto il mondo. La copia originale in nitrato che conteneva questo trailer, che pare contenga un montaggio alternativo e scene tagliate dalla pellicola, era stato considerato perduto da oltre 75 anni. La possibilità di vederlo ora, soprattutto in condizioni tanto buono grazie al lavoro sui materiali, è una delle meraviglie moderne.

Dopo i successi del 1931 sia di Frankenstein che di Dracula, i successivi film del terrore dello studio non furono allo stesso modo brillanti negli anni seguenti. Una riedizione per le sale cinematografiche di questi film in coppia venne presentata nel 1938, determinando una rinascita del botteghino horror-centrico. Il Figlio di Frankenstein è stato l’ultimo a vedere Boris Karloff vestire i panni dell’iconico Mostro, al cui fianco troviamo Bela Lugosi come Ygor e Basil Rathbone come il personaggio del titolo, il barone Wolf von Frankenstein … uno dei migliori nomi di sempre.

Guardate il trailer restaurato e riscoperto di Il figlio di Frankenstein di seguito:

Articolo
Titolo
Dopo 75 anni riemerge il trailer uncut perduto di Il Figlio di Frankenstein
Descrizione
Nel film diretto da Rowland V. Lee nel 1939 hanno recitato fianco a fianco Boris Karloff, Bela Lugosi e Basil Rathbone
Autore
Nome del publisher
Il Cineocchio
Logo del publisher

Inserisci un commento