Sci-Fi & Fantasy

Duncan Jones: “Ho già in mente come proseguirebbero i film Warcraft 2 e 3”

di

Il regista ha parlato degli eventuali seguiti della sua prima trasposizione, la cui realizzazione è però piuttosto incerta

Dopo i buoni risultati di Source Code (2011) Duncan Jones ha riversato tutta la sua passione nell’adattamento del videogioco fantasy Warcraft – L’inizio, scontrandosi però con un pubblico che non è rimasto molto entusiasta del risultato, raccogliendo 430 milioni di dollari nel mondo (di cui 213 nella sola Cina) a fronte di un budget stimato in circa 160 milioni. Pur con qualche problema palese, nel complesso il film ha fatto un ottimo lavoro nel provare a costruire un universo nuovo, fatto di Orchi e umani e soprattutto di magia come pochi altri sarebbero stati capaci.

Non è un segreto nemmeno che il film del 2016 sia stato pensato come primo tassello di una potenziale saga e la possibilità che la Universal decida prima o poi di proseguire, incoraggiata dai risultati asiatici, ha quindi portato Jones a tenersi pronto per l’evenienza. Nel corso di una recente intervista, il figlio di David Bowie ha infatti svelato la sua idea per il sequel e oltre:

warcraft 2Questo primo film intendeva stabilire le basi per questo universo e mostrare Durotan mentre aiuta suo figlio a fuggire da un pianeta morente. La mia idea di sviluppare tre film sarebbe quindi quella di vedere Thrall realizzare la visione di Durotan di creare una nuova patria per gli Orchi. Quindi [nel seguito] vedremmo gli anni dell’adolescenza di quel bambino, e chiunque conosca le loro storie di Warcraft sa che si tratta di una vicenda molto simile a quella di Spartaco quella che riguarda quel personaggio. Fondamentalmente seguirei questo sviluppo. Per quanto riguarda il lato umano, è un po’ meno chiaro che cosa accadrebbe dopo, ma fondamentalmente ci sarebbero le conseguenze di questo film che dovrebbero essere approfondite. Dal lato degli Orchi invece seguirei quel bambino, Go’el, conosciuto come Thrall, e come alla fine riesca a creare la patria degli Orchi.

Jones sembra quindi avere le idee ben chiare su come proseguire e forse sarebbe il caso di dargli un’altra possibilità, visto che il primo e più difficile passo ormai è stato fatto. Difficile comunque prevedere le scelte di uno grosso studio di Hollywood ormai, quindi non resta che incrociare le dita.

Nel frattempo il regista ha recentemente terminato la produzione di un progetto sci-fi più piccolo, Mute, che può contare sulla presenza di Alexander Skarsgard e Paul Rudd, la cui uscita è però ancora sconosciuta.

Fonte: FM

Sci-Fi & Fantasy

Recensione | La Ragazza del Punk Innamorato di John Cameron Mitchell

di
William Maga

Elle Fannining è un'aliena caduta nella Londra del 1977 nell'adattamento povero e impreciso del racconto sci-fi breve di Neil Gaiman

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Poster, trailer italiano e data di uscita per Mary e il Fiore della Strega di Hiromasa Yonebayashi

di
Redazione Il Cineocchio

Si tratta del primo film animato dello Studio Ponoc, che traspone il racconto fantasy 'La Piccola Scopa' di Mary Stewart

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Emilia Clarke su Terminator Genisys: “Nessuno si divertì sul set. Presi in giro pure dal team di Fantastic 4”

di
Redazione Il Cineocchio

La protagonista dello sfortunato quinto capitolo della saga ha ricordato anche le difficoltà attraversate durante la lavorazione dal regista Alan Taylor

Leggi