23 febbraio 2016

Dungeons & Dragons sarà un Guardiani della Galassia ambientato in un mondo alla Tolkien

Il produttore Roy Lee ha per la prima volta parlato dell’adattamento cinematografico del popolare gioco di ruolo fantasy

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
23 febbraio 2016
dungeons dragons

Parte del fascino di un gioco come Dungeons & Dragons risiede nel fatto che fondamentalmente siete voi i narratori della vicenda. Puoi tirare un dado a 20 facce e devi fare qualche calcolo matematico, ma alla fine stai prendendo le decisioni per un personaggio all’interno di una narrazione condivisa con gli amici. Se qualcuno prende queste modalità per raccontare un’altra storia, rimane sempre Dungeons & Dragons o diventa solo un altro film fantasy? Quanto dello spirito originale del gioco può sopravvivere in un adattamento cinematografico?

manuale giocatore dungeonsSe non altro il produttore Roy Lee ha alcune idee interessanti sul modo in cui portare il gioco sul grande schermo. Nel corso di un’intervista al DICE 2016, e l’approccio sicuramente farà alzare qualche sopracciglio:

Questa nuovo Dungeons & Dragons avrà uno spirito alla Guardiani della Galassia in un universo simile a quello di Tolkien. Perché quando pensiamo ai film dello Hobbit e del Signore degli Anelli, questi hanno una loro serietà, e sono divertenti, una corsa scatenata dentro quel mondo, che fanno percepire che è qualcosa che il pubblico non ha mai visto prima.

Da un lato, potrebbe essere un approccio decisamente divertente, ma poi si pensa magari a Sua Maestà di David Gordon Green del 2011 e tornano alle mente i pericoli di operazioni buonissime sulla carta ma decisamente differenti nei risultati finali.

David Leslie Johnson (Orphan) ha scritto la sceneggiatura, e Lee ha rivelato che la Warner Bros. è molto presa dal progetto:

Penso che procederanno molto velocemente, ma non prevedo che daranno il via libera di quest’anno, soprattutto perché la Warner Bros. ora in ballo la DC, i LEGO, e l’universo di Harry Potter, loro saghe storiche. Penso che vedano Dungeons & Dragons come qualcosa che potrebbe essere coltivato come un film multi-universo in cui ci saranno spin-off del primo capitolo ambientati nei Forgotten Realms e pellicole successive ambientate in mondi differenti. 

yawning-portal-dungeonsPer quanto riguarda quanto si attingerà al materiale di base, Lee dice che stanno andando in profondità, e che “tutti quelli che sono stati coinvolti fino ad ora, in particolare l’autore della prima stesura è un fan fin dall’inizio, a partire da Chainmail, che è poi diventato Dungeons & Dragons, così vedrete cose che sono molto fedeli al materiale originale, così come nuovi elementi che sono stati integrati con l’aiuto della Wizards of the Coast, che sta fornendo molti input alla sceneggiatura. “

Lee ha anche rivelato che il film si svolgerà interamente nel regno piuttosto che con persone che verranno trasportate dal nostro mondo all’interno del regno. Ha anche detto che lo Yawning Portal avrà un ruolo centrale e “che diventerà dei set preferiti dalla gente”.

Se queste parole possono sembrare incoraggianti, bisognerà tenere gli occhi puntati sui risultati che otterrà tra non molto Warcraft – L’inizio. In caso di flop infatti, è molto probabile che la WB rallenti su Dungeons & Dragons, portata a pensare che non troverebbe un pubblico, nonostante un tono alla Guardiani della Galassia.

Articoli correlati

Inserisci un commento