The Movie Db/10
The Movie Db/10
29 marzo 2017

Freddy vs. Jason: Dustin McNeill parla dei 6 Jason alternativi previsti per il film

L’autore del volume Slash of the Titans rivela tutte le versioni scartate presenti nelle varie sceneggiature

29 marzo 2017

L’annosa rappresaglia tra Freddy Krueger e Jason Voorhees dal grande schermo è approdata ultimamente alla carta stampata, grazie a Slash of the Titans di Dustin McNeill. Il libro approfondisce il lungo percorso che ha portato alla realizzazione di Freddy vs. Jason del 2003, in cui i due iconici villain si fronteggiavano per la prima volta sul grande schermo, anche se un accenno a questo atteso incontro si può far risalire a molti anni prima, nell’epilogo di Jason va all’inferno (Jason Goes to Hell: The Final Friday, 1993).

Dunque, in concomitanza con la promozione del volume, l’autore ha rivelato anche alcune singolari idee della New Line per caratterizzare il killer col machete di Crystal Lake emerse nel corso della stesura delle diverse sceneggiature, scritte tra il 1993 e il 2003.

Seguono le 6 versioni proposte per Jason che non sono poi finite nella pellicola diretta da Ronny Yu:

Slash of the Titans1) Jason versione Fantasma dell’Opera  (dal copione di Freddy vs Jason del ’98)

Tale declinazione prevedeva un gruppetto di ragazzi in preda a un trip psichedelico da droghe che si aggirano per il Camp Crystal Lake. Uno di loro incontra Jason, che però viene liquidato presto come un’allucinazione. Non solo: schernisce poco saggiamente il killer strappandogli la maschera e rivelando così il volto sfigurato. A questo punto si rende conto, atterrito, che potrebbe non essere un sogno …

2) Jason umano (dal copione di Freddy vs Jason del ’94)

In questo caso, viene seguito un approccio simile a quello di Nightmare – Nuovo incubo, che prevedeva che i film della saga di Venerdì 13 fluissero nella realtà, dove sono finzione cinematografica. Nella fattispecie, la storia seguiva il vero Jason Voorhees come non lo abbiamo mai visto prima. Molte le differenze nella trama generale: la madre era morta di cancro alle ovaie senza aver mai ucciso nessuno, quindi le primi morti al Camp Crystal Lake erano da affibbiare esclusivamente a Jason, che pur non essendo un mostro deforme, portava le cicatrici di molti scontri..

3) Uber-Jason di Jason X (dal copione di Freddy vs Jason del ’94)

Il finale mai girato in questo caso era ambientato nel grande magazzino di Elm Street, dove Freddy inizia a generare “incubi reali”. Mentre il Jason umano sta passando davanti al cineplex presente nell’edificio, nota il cartellone di un sequel di fantasia di Venerdì 13, intitolato Jason 2010. Al centro dell’immagine si vede un futuristico Jason-robot con gli occhi rossi, che prende improvvisamente vita e attacca il villain. Segue una sanguinosa lotta tra Jason e l’Uber-Jason. Noel Cunningham ha poi rivelato in Peter M. Bracke’s Crystal Lake Memories che l’idea di un Jason futuristico ha avuto origine con questo script / crossover inutilizzato.

Jason va all'inferno4) Jason Infernale / Hellscape (dal copione di Freddy vs Jason del ’95)

Qui una setta satanica resuscitava Jason Voorhees dall’Inferno. Tuttavia, emergendo da un vortice rosso e verde, egli appariva diverso da quello presentato in Jason va all’Inferno: aveva difatti la maschera da hockey, anche se è “in cromo scuro e sfaccettata sugli angoli” (alla Darth Vader), non dissimile dal teaser poster per quel sequel. Infine, nonostante l’upgrade della maschera, il suo corpo sembrava essere fortemente in decomposizione.

5) Franken-Jason (dal copione di Freddy vs Jason del ’93)

Questa versione viene direttamente dalla primissima sceneggiatura di Freddy vs Jason, immediatamente collegata a Jason va all’Inferno. Partendo dal fatto, non trascurabile, che il corpo originale del killer aveva subito non pochi danni per l’assalto della squadra SWAT, i protagonisti di questo crossover recuperavano i suoi resti e li ricomponevano con filo spinato e lenza da pesca, con il sostegno per braccia e gambe fornito da anelli in acciaio. Infine cercavano di riparare altresì la maschera da hockey con del fil di ferro.

6) Jason rabbioso nell’incubo / Nightmare Rage Jason (Dal copione di Freddy vs Jason del ’98)

Vicini alla stesura finale, le cose si mettevano male per Jason e la protagonista. Entrambi erano intrappolati nel mondo onirico e perciò in balìa totale di Freddy. A questo punto l’eroina decideva di tentare di esercitare un qualche controllo sul proprio sogno gridando: “Questo è il mio incubo. E nel mio incubo Freddy sente dolore. Nel mio incubo Freddy sanguina! E nel mio incubo Jason vince!” Così quest’ultimo inizia a riprendersi dalla quasi morte, il suo corpo comincia a tremare e agitarsi, emettendo sbuffi di vapore, e comincia a ruggire. Jason diventava l’incarnazione della rabbia di Lizzie, una creatura abominevole e inarrestabile.

Che ne pensate? Avreste scelto una di queste versioni invece di quella che poi effettivamente è finita su pellicola? Se tali declinazioni di Jason sono rimaste solo nella fantasia degli sceneggiatori, certo sarebbe curioso poterle vedere infine concretizzate un giorno o l’altro.

Articolo
Freddy vs. Jason: Dustin McNeill parla dei 6 Jason alternativi previsti per il film
Titolo
Freddy vs. Jason: Dustin McNeill parla dei 6 Jason alternativi previsti per il film
Descrizione
L'autore del volume Slash of the Titans rivela tutte le versioni scartate presenti nelle varie sceneggiature
Autore
Nome del publisher
Il Cineocchio
Logo del publisher
CAST

Articoli correlati

Inserisci un commento