25 luglio 2017

Hampton Fancher: “Nel sequel originario di Blade Runner, Deckard finiva a Mosca”

Il co-sceneggiatore del classico del 1982 – e di 2049 – ha rivelato la curiosa idea a cui aveva pensato 35 anni fa

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
25 luglio 2017
harrison ford

Il primo film che viene in mente associando i nomi di Ridley Scott e Harrison Ford è molto probabilmente Blade Runner del 1982. C’è tuttavia un altro personaggio la cui importanza non va imenticata all’interno di questa equazione sci-fi: Hampton Fancher, co-sceneggiatore del primo film e anche dell’imminente sequel, Blade Runner 2049, in uscita nei nostri cinema il 5 ottobre. Nel corso del recente Comic-Con a Fancher è stato chiesto di ricordare qualcosa sulla sua idea originale per un seguito della prima pellicola. Questa la sua risposta:

Quando abbiamo finito il primo film, nel giro di un anno stavamo parlato di un secondo. Ridley mi chiamò, ero a New York e volai a Los Angeles, e paventammo diverse possibili storie. Non se ne fece però niente a causa di problemi legali.

Tomenosuke PRO Blaster pistola Blade RunnerQuesto spiega parzialmente perché ci sono voluti 35 anni per vedere una nuova avventura di Rick Deckard. In un universo alternativo però, ecco dove Deckard avrebbe potuto finire:

Immagino, poichè leggevo i quotidiani, pensavo che Deckard fosse finito in una situazione sfortunata – non aveva prospettive – e che venisse assegnato per un lavoro da Blade Runner a Mosca ed era tutta un’atmosfera sovietica e freddo e neve … alla John le Carré, capisci? Questo è quello a cui stavo pensando. Ricordo di aver detto a Ridley: ‘Harrison a Mosca!’ E’ una buona idea, giusto?? E lui rispose [scrolla le spalle] … e non se ne è fatto niente.

Un’idea non del tutto assurda – e potenzialmente curiosa -, considerando che all’epoca gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica erano ancora in piena Guerra Fredda a quel tempo. Non sapremo mai però come questo sequel avrebbe potuto svilupparsi. In compenso, Harrison Ford apparve in Star Wars: Episodio VI – Il Ritorno dello Jedi, Indiana Jones e il Tempio Maledetto e in Witness – Il Testimone nei tre anni successivi a Blade Runner. Ci è andata comunque bene.

Di seguito il trailer di Blade Runner:

Articolo
Titolo
Hampton Fancher: "Nel sequel originario di Blade Runner, Deckard finiva a Mosca"
Descrizione
Il co-sceneggiatore del classico del 1982 - e di 2049 - ha rivelato la curiosa idea a cui aveva pensato 35 anni fa
Autore
Nome del publisher
Il Cineocchio
Logo del publisher

Articoli correlati

Inserisci un commento