Horror & Thriller

Il necrofilo The Corpse of Anna Fritz si presenta nel primo trailer

di

Il film è stato diretto dallo spagnolo Hèctor Hernández Vicens

Invincible Pictures, lo studio che ha traumatizzato il mondo con A Serbian Film di Srđan Spasojević nel 2010, ha annunciato che distribuirà il thriller spagnolo The Corpse of Anna Fritz del regista Hèctor Hernández Vicens (Pol & Cia) esclusivamente attraverso il servizio di streaming FlixFling a partire dall’8 marzo.

corpse anna fritz posterScritto da Vicens e Isaac P. Creus, il film racconta la seguente storia:

Quando una bella attrice muore improvvisamente, tre ragazzi entrano di nascosto all’obitorio per assaggiare un’ultima volta il suo corpo. Ma cosa accadrebbe se lei non fosse veramente morta?

Come suggerisce la sinossi, e come mostrato dal trailer qui sotto, il film ha un’aria piuttosto malata, che se da un lato rende curiosi di capire cosa può succedere, dall’altro crea un certo sgomento per le dinamiche.

Nel cast troviamo Cristian Valencia, Alberto Carbone e Bernat Saumell, con Alba Ribas (Paranormal XPerience 3D) nel ruolo del cadavere di Anna Fritz in persona.

Date un’occhiata al trailer e decidete se iscrivervi o meno a FlixFling entro un paio di settimane per vedere l’intero film.

Fonte: Fangoria

Horror & Thriller

Recensione | The Strangers – Prey at Night di Johannes Roberts

di
William Maga

Christina Hendricks è la sventurata protagonista di un sequel derivativo e campato per aria, che getta malamente al vento le atmosfere e i punti di forza del primo film

Leggi
Horror & Thriller

Riflessione | “Introspettivo come Logan, inventivo come Il Cavaliere Oscuro”: perché The Predator di Shane Black non ci convince

di
Sabrina Crivelli

Le parole del regista e del protagonista Boyd Holbrook sul quarto capitolo della saga fanta-horror lasciano perplessi, senza contare che lo stesso Arnold Schwarzenegger ha ripudiato il copione dopo averlo letto

Leggi
Horror & Thriller

Rob Zombie: “Potendo, farei un remake di Il Mostro della Laguna Nera”

di
Redazione Il Cineocchio

Il regista e rocker ha ammesso il suo sogno nel cassetto, spiegando le semplici ragioni della scelta

Leggi