Sci-Fi & Fantasy

Le Cronache di Narnia – La Sedia d’Argento: il reboot è in mano alla Tristar

di

Lo studio si occuperà di adattare il quarto libro della saga fantasy scritta da C. S. Lewis

La saga di Le Cronache di Narnia è pronta a tornare sul grande schermo. La Disney ha adattato una prima volta la serie di romanzi fantasy dell’autore C.S. Lewis a partire dal 2005 con Le cronache di Narnia: il Leone, la Strega e l’Armadio, che è stato seguito da Le cronache di Narnia: Il Principe Caspian e Le cronache di Narnia: Il viaggio del veliero. Dopo quasi sei anni di pausa però, lo scorso gennaio, abbiamo riportato che il produttore Mark Gordon ha confermato il reboot della saga con l’adattamento del quarto libro, La sedia d’Argento (The Silver Chair)

narnia-la-sedia-argentosarà un nuova saga. Del tutto originale. Saranno diversi tutti i personaggi, i registi e l’intera equipe che lo realizzerà.

A quanto emerso oggi, la TriStar Pictures si è unita alla Mark Gordon Company, alla C.S. Lewis Company e alla eOne per portare al cinema il nuovo capitolo.

Lo sceneggiatore David Magee (Vita di Pi) si sta occupando dello script, e La sedia d’Argento si presta piuttosto bene a un riavvio del franchise. La storia riprende infatti decenni dopo gli eventi del Viaggio del Veliero, con il Principe Caspian X, ormai vecchio, che chiede l’aiuto di Aslan per ritrovare suo figlio, principe Rilian, scomparso misteriosamente. Aslan a sua volta recluta due studenti di un college inglese, Eustachio Scrubb (interpretato da Will Poulter in Il viaggio del veliero) e Jill Pole, per ritrovarlo.

I tre film fino ad ora usciti hanno raccolto al box office internazionale oltre 1.5 miliardi di dollari complessivamente, quindi è intuibile perchè lo studio sia interessato a resuscitare la saga e presentarla – grazie a un nuovo team creativo – a una nuova generazione di amanti dei libri di Lewis.

Questa la sinossi ufficiale del romanzo:

Jill Pole è una ragazza che frequenta un Istituto dove agli alunni è permesso fare tutto quello che vogliono, compreso maltrattare gli studenti più piccoli. Per questo motivo, Jill si ritrova a piangere sul retro della palestra, quando incontra Eustachio: i due, sentendo sopraggiungere “quelli” (così vengono chiamati gli studenti che tiranneggiano sugli altri), si danno alla fuga e oltrepassano una porta misteriosa che li conduce proprio nel Regno di Aslan. Eustachio precipita da una montagna, ma viene sospinto dal respiro del Leone fino a Narnia, mentre a Jill viene affidato un compito. Il figlio di Caspian, Rilian, è andato disperso molto tempo addietro, e le ricerche sono state interrotte con la convinzione che fosse morto. Il re, ormai vecchio, ha deciso di spingersi nuovamente nelle terre che ha visitato durante la gioventù, nella speranza di incontrare Aslan per chiedergli consiglio. Jill ed Eustachio, insieme al paludrone Pozzanghera, sono stati incaricati di viaggiare verso le terre dei giganti e scendere nelle profondità della terra, dove il principe è tenuto prigioniero dalla Signora dalla Veste Verde, la Sovrana del Mondodisotto.

Fonte: Deadline

Sci-Fi & Fantasy

Recensione | It Came From The Desert di Marko Mäkilaakso

di
Redazione Il Cineocchio

Un omaggio scanzonato e sopra le righe del regista finlandese ai film di mostri degli anni '50, intrattenimento puro con le formiche giganti che non si prende mai sul serio

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Moto da cross e cani robot ricercati dai militari nel trailer di A.X.L.

di
Redazione Il Cineocchio

Il regista Oliver Daly debutta dietro alla mdp con un film per famiglie dal gusto anni '80 che guarda a 'Navigator' e 'Corto Circuito'

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Robert Kurtzman mostra i modellini inediti di Junk, film sci-fi prodotto da Wes Craven mai realizzato

di
Redazione Il Cineocchio

Il regista ed esperto di effetti speciali ha rivelato per la prima volta i concept per il film che avrebbe dovuto girare a inizio anni 2000, che ora andranno in asta

Leggi