Horror & Thriller

L’enfant prodige Nathan Ambrosioni torna con l’horror Therapy

di

Il secondo lungometraggio del giovanissimo regista francese verrà presentato al mercato di Cannes

Il francese Nathan Ambrosioni fece parlare di sé quando nel 2014, a soli quattordici anni, esordì alla regia con il suo primo lavoro, Hostile, che vedeva protagoniste due adolescenti orfane, Anna ed Emilie, che nell’ambientarsi nella loro casa adottiva dovevano affrontare un problema decisamente inaspettato. Il film girò per diversi Festival, alla Samain du Cinema Fantastique e al canadese Fantasia International Film Festival, l’inglese Film4 Frightfest London e il messicano Morbido Film Fest Vedete, fruttando al giovane una certa fama. Dopo aver relizzato alcuni cortometraggi, l’autore è ora tornato dietro la macchina da presa per il suo nuovo, Therapy, di cui è appena stato diffuso online il trailer.

therapy ambrosioniQuesta la trama:

Jane e Simon sono due giovani agenti di polizia che conducono un’indagine di routine in seguito alla scoperta, da parte di un guardiano notturno, di apparecchiature video nascoste in una casa abbandonata. Le prime immagini filmate vanno però ben al di là di un semplice filmino delle vacanze. I due investigatori si rendono conto di doversi muovere in fretta se vogliono scoprire cosa ne è stato di Steven, Stephanie, Olivia, Sam e Sebastien… prima che sia troppo tardi.

Nel cast di Therapy – che verrà presentato al mercato di Cannes – sono presenti Luna Bellan, Remy Jobert, Shelley Ward, Nathalie Couturier, Julien Croquet e Julie Venturelli.

Di seguito il trailer, che ci dà la conferma che Ambrosioni ha sicuramente i mezzi per girare una pellicola del terrore, nonostante la giovanissima età:

Fonte: Facebook

Horror & Thriller

Recensione | The Strangers – Prey at Night di Johannes Roberts

di
William Maga

Christina Hendricks è la sventurata protagonista di un sequel derivativo e campato per aria, che getta malamente al vento le atmosfere e i punti di forza del primo film

Leggi
Horror & Thriller

Riflessione | “Introspettivo come Logan, inventivo come Il Cavaliere Oscuro”: perché The Predator di Shane Black non ci convince

di
Sabrina Crivelli

Le parole del regista e del protagonista Boyd Holbrook sul quarto capitolo della saga fanta-horror lasciano perplessi, senza contare che lo stesso Arnold Schwarzenegger ha ripudiato il copione dopo averlo letto

Leggi
Horror & Thriller

Rob Zombie: “Potendo, farei un remake di Il Mostro della Laguna Nera”

di
Redazione Il Cineocchio

Il regista e rocker ha ammesso il suo sogno nel cassetto, spiegando le semplici ragioni della scelta

Leggi