8 giugno 2016

Lobo: lo sceneggiatore Jason Fuchs svela le storie che lo stanno ispirando

Prime indiscrezioni sull’adattamento delle avventure del cacciatore di taglie alieno creato da Keith Giffen

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
8 giugno 2016
lobo-portrait-of-a-bastich

Dopo anni a girare tra svariati team creativi, l’adattamento di Lobo da parte della Warner Bros. sembra ora finalmente pronto a fare alcuni passi avanti. Cacciatore di taglie intergalattico iper-violento e leggermente psicopatico, in un primo momento Lobo avrebbe dovuto diventare un film PG-13 diretto da Guy Ritchie, prima di passare nelle mani del regista Brad Peyton (San Andreas) con nientemeno che Dwayne Johnson in trattative per il ruolo da protagonista. Alla fine però, anche questa versione è stata abbandonata, e tutto si era chetato sul fronte Lobo fino all’inizio di quest’anno, quando lo studio ha assunto lo sceneggiatore di Wonder Woman e Pan, Jason Fuchs, per scrivere un nuovo script da zero.

Ora Fuchs sta lavorando duramente sulla nuova proprietà della Warner, e pare stia facendo riferimento ad alcuni degli archi narrativi classici del personaggio come fonte di ispirazione. Nello specifico, in un nuovo post di Instagram, Fuchs ha messo infatti in evidenza la cosiddetta collezione Portrait of a Bastich, che racchiude due miniserie a fumetti di Lobo dei primi anni ’90 – L’ultimo czarniano (The Last Czarnian) e Lobo è tornato (Lobo’s Back). E’ un annuncio che dovrebbe rendere felici i fan, soprattutto quelli che speravano che l’improvviso e rinnovato interesse della Warner Bros. post-Deadpool per il personaggio potrebbe puntare verso un R-rating più consono al deviato ed edonista mercenario alieno il cui nome significa “colui che ti divora le viscere e ride mentre lo fa.”

#portraitofabastich

Una foto pubblicata da Jason Fuchs (@jasonfuchs) in data:

Scritto da Keith Giffen (52) e Alan Grant (Judge Dredd) con le matite di Simon Bisley, questa è la sinossi ufficiale per Portrait of a Bastich:

In primo luogo, Lobo viene inviato a catturare un vecchio insegnante irascibile che, lungo la strada, rende la vita del suo rapitore un inferno. Poi, Lobo deve catturare l’essere più pericoloso dell’universo – e viene prontamente ucciso. Ma il cielo non lo vuole e l’inferno non lo può gestire, quindi Lobo si reincarna – in una donna con grandi pistole e un pessimo modo di fare!

Articolo
Titolo
Lobo: lo sceneggiatore Jason Fuchs svela le storie che lo stanno ispirando
Descrizione
Prime indiscrezioni sull'adattamento delle avventure del cacciatore di taglie alieno creato da Keith Giffen
Autore
Nome del publisher
Il Cineocchio
Logo del publisher

Articoli correlati

Inserisci un commento