20 aprile 2016

L’ungherese Isti Madarász riavvolge il tempo in Loop

Nel thriller fantacientifico vedremo Zsolt Anger e Dorina Martinovics affrontare un terribile boss impersonato da Dénes Száraz

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
20 aprile 2016
Loop

L’ungherese Isti Madarász ha perlopiù lavorato in passato a produzioni per il piccolo schermo e cortometraggi, tra cui The Unbeatables (A legyözhetetlenek). Dopo circa una decade di pratica (il suo primo lavoro, Elöbb-utóbb, risale al 2006), sta ora per debuttare con il lungometraggio Loop (Hurok), di cui è anche sceneggiatore.

Loop 2Il thriller è incentrato sui viaggi nel tempo e sebbene sia basato su un canovaccio piuttosto ritrito (uno spacciatore, dopo aver tradito il suo capo e dopo la morte della sua ragazza, rimane bloccato in un loop temporale), la sua realizzazione pare comunque avere un certo appeal. O almeno così sembrerebbe dal trailer, dove le dinamiche amorose dei due protagonisti si fondono con un’escalation di eventi che porta alla morte di lei, per poi tornare indietro al principio in un riavvolgersi continuo di una medesima giornata.

Questa la sinossi ufficiale:

Adam perde la sua fidanzata incinta in un incidente, ma gli viene data la possibilità di correggere i propri errori, che hanno portato alla morte di lei. Tuttavia un’altra opportunità non significa tabula rasa ed è così costretto ad affrontare le intricate ripercussioni delle decisioni prese in precedenza, cercando nel mentre di salvare la vita di lei.

Nel film la coppia al centro della trama, interpretata da Zsolt Anger (Csocsó, avagy éljen május elseje!) e Dorina Martinovics (Társas játék), si scontra con un boss senza scrupoli, impersonato da Dénes Száraz (Hacktion).

Date uno sguardo:

Articolo
Titolo
L'ungherese Isti Madarász riavvolge il tempo in Loop
Descrizione
Nel thriller fantacientifico vedremo Zsolt Anger e Dorina Martinovics affrontare un terribile boss impersonato da Dénes Száraz
Autore
Nome del publisher
Il Cineocchio
Logo del publisher

Articoli correlati

Inserisci un commento