26 giugno 2016

Maligno: anche il Perù ha i suoi ospedali maledetti nel primo trailer

L’horror è il film d’esordio di Martín Casapía e Paco Bardales

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
26 giugno 2016
maligno Martín Casapía e Paco Bardales

La società di produzione AV Films è rapidamente diventata specialista nei film di genere realizzati in Perù. A loro si deve l’inaugurazione di una nuova ondata di film horror locali con il found footage Cementerio General che, nonostante la tiepida accoglienza della critica, è stato un successo al botteghino.

Maligno-locandina-perùCiò ha portato alla storia di fantasmi Secreto Matusita (basato su una leggenda urbana locale riguardante un edificio infestato, che recentemente è stato demolito), al thriller Desaparecer, ambientato nella giungla, e al sequel Cementerio General 2, vicenda di possessione demoniaca che abbandonava il formato della camera a mano del suo predecessore. Tutti sono stati diretti da Dorian Fernández-Moris, che dopo anni di lavoro non-stop, ha deciso di prendersi una meritata pausa.

La AV è però di nuovo pronta a regalare al pubblico un’altra pellicola da brividi con Maligno, che sposta l’azione da cimiteri minacciosi a un ospedale altrettanto inquietante.

L’ambiente medico è il luogo dove un potente spirito viene bandito dopo un rituale occulto. Trent’anni dopo, una sfortunata ragazza viene posseduta, lasciando che sia sua madre a fronteggiare il male prima che questi riacquisti il suo potere.

Il film rappresenta l’esordio alla regia di Martín Casapía e Paco Bardales, che è stato produttore e / o sceneggiatore di tutti i progetti passati della AV. Tra i protagonisti troviamo Sofía Rocha (El acuarelista) e gli esordienti Fiorella PennanoGino Pesaressi.

Di seguito potete farvi un’idea di Maligno – che uscirà nelle sale del Perù il 14 luglio – con il trailer, che ricorda piuttosto evidentemente The Ring:

Articolo
Titolo
Maligno: anche il Perù ha i suoi ospedali maledetti nel primo trailer
Descrizione
L'horror è il film d'esordio di Martín Casapía e Paco Bardales
Autore
Nome del publisher
Il Cineocchio
Logo del publisher

Inserisci un commento