16 settembre 2016

Nuovo titolo e 2 immagini per The Monster di Bryan Bertino

Protagoniste del thriller sono Zoe Kazan e la giovanissima Ella Ballentine

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
16 settembre 2016
there-are-monsters-Bryan-Bertino

Era aprile quando vi abbiamo parlato dell’ultimo progetto di Bryan Bertino (The Strangers, Mockingbird – In diretta dall’Inferno), There Are Monsters, nuovo progetto horror da lui scritto e diretto. A distanza di qualche mese il film ha però cambiato titolo, diventando più semplicemente The Monster, e oggi sono state diffuse due nuove immagini (che trovate in fondo). In ultimo è stato reso noto che la pellicola debutterà in esclusiva su DirectTV l’8 ottobre, salvo poi essere distribuita in seguito anche nelle sale cinematografiche americane a novembre, anche se al momento non sono ancora disponibili date precise.

the-monstersQuesta la sinossi ufficiale:

Una madre divorziata (Zoe Kazan) e la sua testarda figlia sono costrette ad affrontare un viaggio in tarda notte un viaggio in macchina per vedere il padre della ragazza. Man mano che avanzano nelle strade deserte di campagna deserte nella notte tempestosa, improvvisamente hanno un terrificante incidente che le lascia scosse, ma non gravemente ferito. La loro auto, però, è fuori uso e, mentre cercano invano di trovare aiuto, iniziano a rendersi conto che non sono sole in quelle desolate strade secondarie – un terribile minaccia è in agguato nei boschi circostanti, intenta a non permettere loro di andarsene …

Nel cast troveremo anche Scott Speedman (Underworld), Aaron Douglas (Battlestar Galactica) ed Ella Ballentine (The Captive).

Di seguito le due immagini che catturano madre e figlia (!), sconvolte e sole in una zona disabitata nel mezzo della notte dopo l’incidente:

the-monsters-2

the-monsters

Articolo
Titolo
Nuovo titolo e 2 immagini per The Monster di Bryan Bertino
Descrizione
Protagoniste del thriller sono Zoe Kazan e la giovanissima Ella Ballentine
Autore
Nome del publisher
Il Cineocchio
Logo del publisher

Articoli correlati

Inserisci un commento