7 dicembre 2015

Quentin Tarantino conferma che il terzo Kill Bill non è stato accantonato

Il regista ha dichiarato in una recente intervista che Beatrix Kiddo è pronta a tornare in azione dopo una meritata pausa

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
7 dicembre 2015
uma-thurman-kill-bill

Dai personaggi iconici alle location memorabili, il Kill Bill di Quentin Tarantino è senza dubbio uno di quei film che meriterebbero un franchise. Se l’abbiamo visto in sala diviso in due parti, originariamente era stato pensato come un solo epico film. Per anni ci è stato detto che prima o poi avremmo visto questa versione, intera e senza censure, ma fino ad ora non se ne è fatto nulla, poichè a quanto pare alla Dimension Films non interessa molto l’home video. Tarantino però è sempre stato piuttosto fermo, sia su questa versione ‘originale’, sia sulla possibilità di vedere un terzo capitolo di Kill Bill, di cui a un certo punto si era sparsa la voce potesse essere addirittura animata.

Ora, in vista dell’uscita di The Hateful Eight, il regista ha fatto una chiacchierata con Ben Mankiewicz a “What The Flick?!”, dove ha rivelato le sue aspirazioni per un nuovo Kill Bill. Degna di nota è la dichiarazione che Tarantino ha sempre ritenuto che il personaggio di Uma Thurman, Beatrix, meritasse un periodo di riposo dopo tutto quello che ha passato.

C’è sicuramente una possibilità“, spiega Tarantino (dal minuto 58). “Ne ho fatte passare un sacco a Beatrix Kiddo, e così ho voluto che avesse un po’ di tempo per riposare. Ho voluto che passasse un po’ di tempo con sua figlia senza pensare ad altro”. “Lei può effettivamente godersi la sua vita per un po’ “, ha aggiunto, prima di confermare che si svolgerà ai nostri giorni.

Sono passati più di 10 anni dall’uscita di Kill Bill, e questo dimostra che non è solo divenuto un classico, ma un capolavoro. Tarantino stesso lo chiama il suo “film più visionario”.

Qui sotto il video dell’intervista:

Articoli correlati

Inserisci un commento