22 novembre 2016

[recensione] Palle di Neve di François Brisson e Jean-Francois Pouliot

Dal Canada un film d’animazione che racconta in maniera divertente il guerresco gioco che da sempre coinvolge i bambini di ogni età

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
22 novembre 2016
palle-di-neve-film

Solo per poi poter dire: ‘Facciamo la pace?’ è bello bisticciare!

E’ finalmente arrivato il tempo delle lunghe vacanze invernali in un non meglio specificato villaggio del nevoso Québec. Tranquilli, la parola “Natale” non s’ode per tutto il film, in ottemperanza alle tendenze più laiciste dell’intellighenzia contemporanea. Le due sorelline Sophie e Lucy si sono appena trasferite in paese, con gran giubilo delle femminucce ivi residenti, da sempre in netta minoranza su una popolazione di bellicosi maschietti. Tradizione vuole infatti che nelle vacanze del non Natale i bambini del posto ingaggino fra loro una vera e propria guerra di palle di neve senza esclusione di colpi, con tanto di squadre (due) una contro l’altra armate e annesse basi “militari” equipaggiate di tutto punto. A causa di una resa dei conti interna alla formazione storica, la nuova arrivata Lucy si trova subito a capo della squadra che si batterà contro quella del bel Luke, il quale però pare avere un debole per la ragazzina… Come andrà a finire? Con vere e proprie opere di ingegneria nevosa, i nostri guerreschi bambini prenderanno molto, troppo sul serio la questione, e ordiranno trame sofisticatissime pur di non soccombere nella battaglia finale.

palle-di-neve-jean-francois-pouliot-locandinaI registi canadesi François Brisson e Jean-Francois Pouliot (La grande seduzione, Glimpse), pluripremiato ex pubblicitario, con il capo animatore Jim Van Der Keyl (La Sirenetta, Il gigante di ferro, Kung-Fu Panda), firmano un film d’animazione per fanciulli che ha il pregio di essere davvero adatto ai più piccoli come ai più grandicelli, e in una certa misura anche ai loro accompagnatori.

La morale arriva come nelle fiabe più classiche solo alla fine, ma non è per nulla banalizzata e interessa più aspetti della “lotta” che si è svolta negli 80 minuti di Palle di neve (Sonwtime! in originale), di cui in chiusura si apprezza la leggerezza: bilancia bene il poderoso messaggio conclusivo, che si imprime indelebile – si spera – nell’animo dei treenni come in quello degli undicenni, che si dirigono tutti compiti e riflessivi verso l’uscita del cinema, paghi di aver compreso qualcosa di molto importante.

Di seguito il trailer ufficiale italiano di Palle di Neve, nei nostri cinema dal 24 novembre:

Articolo
Titolo
[recensione] Palle di Neve di François Brisson e Jean-Francois Pouliot
Descrizione
Dal Canada un film d'animazione che racconta in maniera divertente il guerresco gioco che da sempre coinvolge i bambini di ogni età
Autore
Nome del publisher
Il Cineocchio
Logo del publisher

Articoli correlati

Inserisci un commento