27 novembre 2015

Ridley Scott rivela che Prometheus avrà tre sequel

Il regista ha dichiarato che le pellicole chiariranno molti punti irrisolti e si collegheranno infine al primo Alien

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
27 novembre 2015
alien-covenent-

Continua la pioggia di dichiarazioni che Ridley Scott sta rilasciando ormai da qualche settimana a giorni alterni sul sequel di Prometheus, ovvero Alien: Covenant, che è ora in fase di pre-produzione in Australia, in vista dell’inizio delle riprese a Sydney nel marzo prossimo, che dureranno 16 settimane.

Il regista ha dichiarato ora che ci saranno almeno altri tre film prima di arrivare al punto di partenza, ossia l’Alien del 1979, e chiudere così il cerchio. Dunque ci saranno altri due capitoli, oltre a Prometheus e a quello in fieri, prima di giungere a un epilogo.

“E’ una storia molto complessa. È l’evoluzione di quello che ho realizzato prima con Prometheus,” ha detto Scot durante una conferenza stampa a Sydney, asserendo poi che lo script sia nato dalla “frustrazione” legata al primo Alien, dato che poi non aveva più lavorato sugli altri film della saga. Il regista era infatti “stupito che nel terzo film, che è un seguito, nessuno si sia chiesto ‘perché l’Alieno, chi l’ha creato e per quale motivo?‘ Domande molto semplici” così gli è “venuta l’idea di Prometheus 1, che inizia a suggerire chi potrebbe averli creati e da dove siano venuti.”

Ha poi aggiunto: “Così ora passerò a quello successivo, che è la naturale continuazione direttamente connessa con il primo, in cui la Shaw ha segato in due pezzi di Michael Fassbender; noi riprenderemo da lì e [la storia] si svilupperà. Quando questo sarà terminato, ce ne sarà un altro e poi un altro ancora, che gradualmente ci guideranno verso l’entrata posteriore della pellicola del 1979… Quindi, in altre parole, perché lo Space Jockey era lì e perché c’era un Alieno a bordo? E queste domande avranno una risposta. ”

Alien-Ridley-ScottMichael Fassbender tornerà a interpretare l’androide, mentre sono in atto una serie di casting per le altre parti. Scott ha comunque reso noto che il personaggio interpretato da Noomi Rapace, ovvero la Dottoressa Elizabeth Shaw, comparirà nella futura pellicola solo per breve tempo. Jack Paglen (Transcendence) e Michael Green (Lanterna Verde) si stanno scrivendo la sceneggiatura.

Per ciò che riguarda la trama, ecco la descrizione degli studios:

Ridley Scott torna all’universo da lui creato in Alien con Alien: Covenant, il secondo capitolo di una trilogia prequel iniziata con Prometheus – e collegato direttamente al suo lavoro seminale di fantascienza del 1979. Diretta verso un remoto pianeta sul lato più lontano della galassia, l’equipaggio della nave-colonia Covenant scopre quello che si pensa essere un paradiso inesplorato, ma in realtà è un mondo pericoloso e oscuro, il cui unico abitante è il “sintetico” David, superstite della ormai spacciata spedizione del Prometheus.

Articoli correlati

Inserisci un commento