31 dicembre 2015

Rivelati titolo e protagonisti del nuovo film di Michael Haneke

Il regista tedesco tornerà a lavorare con due dei suoi attori prediletti

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
31 dicembre 2015
haneke huppert cannes

Da quando il progetto di Flashmob è fallito, ci sono stati ben pochi aggiornamenti su quale sarebbe stato il progetto successivo di Michael Haneke. All’inizio di quest’anno era stato confermato che sarebbe tornato nuovamente a lavorare con la protagonista di La pianista e Amour, Isabelle Huppert, e ora ne abbiamo finalmente la conferma, assieme a nuovi dettagli sul film e all’annuncio di un altro membro del cast.

Le Figaro ha rivelato che le riprese inizieranno questa primavera a Calais, in Francia, e che il film si intitolerà Happy End. Inoltre, la star della sua recente Palma d’Oro a Cannes, Jean-Louis Trintignant, ritroverà la Huppert nella pellicola. Se i dettagli della trama non sono ancora stati rivelati, pare che il tema dei migranti sarà “intessuto” nella trama, ma non sarà il focus del film, incentrato invece sulla “famiglia”, stando alle parole dei produttori. Lo scouting delle location sarebbe già in corso, per un debutto previsto a Cannes nel 2017.

Intervistata da Interview Magazine, la Huppert ha dichiarato: “La scelta di un ruolo è difficile per me. Questa è la vera sfida: scegliere il ruolo, non interpretarlo. Una volta che lo hai scelto, il processo è molto più facile. Alcuni ruoli sono più facili da scegliere, alcuni ruoli sono più difficili perché sono più audaci. A volte bisogna osare. ” E ha poi aggiunto: “Prendiamo Erika di La pianista per esempio: è stata una scelta coraggiosa, che non ho mai rimpianto in seguito. A volte è necessario osare molto. Se non fosse stato per [il regista] Michael Haneke mi sarei certamente sentita molto più intimidita e io non sono sicura che avrei avuto il coraggio di accettarlo. Dato che si trattava di Michael, sapevo ciò che era in grado di fare e sapevo che sarei stata protetta. Anche se si è protetti, ad un certo punto si è anche esposti. Ma è importante essere esposti.”

Articoli correlati

Inserisci un commento