22 febbraio 2016

Roy Lee aggiorna su The Strangers 2 e Rings

Il produttore ha rivelato qualcosa sulle trame dei due progetti

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
22 febbraio 2016
the strangers the ring

The Strangers e soprattutto The Ring sono stati grandi successi del cinema horror, ma le ultime voci sulle relative saghe, ovvero i nuovi capitoli The Strangers 2 (titolo non ufficiale) e Rings, non sono incoraggianti.

Per quelli che non se lo ricordano, nel 2008 The Strangers è stata una sorpresa, con Liv Tyler e Scott Speedman nei panni di una coppia che si imbatte in tre aggressori mascherati durante un soggiorno in un’isolata casa per le vacanze.

L’ultima volta che abbiamo sentito parlare di The Strangers 2, è stato nel lontano 2012, e i produttori Aaron Ryder e Marc Evans si mostravano eccitati nel girare lo script che avrebbero terminato a breve. Tuttavia, non se ne è fatto nulla, e mentre il produttore Roy Lee sostiene che la sceneggiatura è ancora valida, ci si sia trovati bloccati a causa del recente fallimento della Relativity.

Abbiamo uno script che è fantastico”, ha detto Lee, “ma hanno avuto alcune difficoltà finanziarie così che non è chiaro se saranno o meno in grado di finanziare il film.

E se al momento non c’è un finanziatore non bisogna certo aspettarsi che venga rispettata la data di uscita fissata a dicembre di quest’anno, soprattutto perché il film deve ancora essere girato.

Per quanto riguarda ciò che di cui parlerà il sequel, Lee non è entrato nei dettagli, se non per dire che “E’ collegato nel senso di ‘Che cosa succederebbe se ti spostassi in una zona dove vivono gli strangers?’

Passando a Rings (che è stato girato ma continua a essere rimandato…), Lee è stato ancora più abbottonato. Se si è detto contento dell’uscita in autunno come per l’originale del 2002 diretto da Gore Verbinski, tutto quello che ha detto a riguardo della trama è stato: “Non posso anticipare nulla. Quando vedrete il trailer, sarà una grande sorpresa.” Che c’entri il passaggio al DVD?

Articoli correlati

Inserisci un commento