Horror & Thriller

Shane Black spiega il suo progetto per il sequel di Scuola di Mostri

di

Lo sceneggiatore ha raccontato il suo rapporto con il cult degli anni '80

Nel 1987 Fred Dekker debuttava con Scuola di Mostri (The Monster Squad), in cui un gruppo di giovani appassionati di horror si trova ad affrontare i suoi terrificanti beniamini, capeggiati dal Conte Dracula. Sebbene ai tempi il film si rivelò un flop, si è costruito un nutrito seguito nel tempo, successo di cui è stato stupito il suo stesso sceneggiatore, Shane Black (Iron Man 3) che ha rivelato:

Scuola di mostriMi ha sorpreso che sia divenuto un cult. Non avevo nemmeno realizzato che avesse avuto successo. Io l’ho amato, mi sono divertito molto a realizzarlo ed è stata una delle prime cose che ho scritto. Non solo non è stato una hit al botteghino, ma è stato un vero e proprio fallimento. Nessuno l’ha visto. Non capisco per quale ragione al mondo sia diventato un successo in seguito.

Tuttavia la tarda scoperta del valore della pellicola ha portato i fan a chiedere a Black se avesse in programma un seguito, ma, dato l’amore per l’originale, questi si è molto interrogato su come sarebbe stato meglio realizzare un possibile ritorno sul grande schermo:

Sarebbe interessante avere 2 film, uno Scuola di Mostri e l’altro Scuola di Mostri con trent’anni di differenza, così come pure i ragazzi [protagonisti dell’originale]; i personaggi sono invecchiati. Se il pubblico capirà che questo è ciò che abbiamo in mente di fare, penso che sarà divertente.

Approfondendo poi il concetto, l’autore ha riconosciuto che si avvicina senza dubbio al kinghiano IT e che rappresenta un modo per differenziare l’originale dalla nuova versione, pur mantenendo vivo un legame tra i due. Ha difatti spiegato:

Scuola di mostri 2Quando si dice che i ragazzi sono cresciuti, la prima cosa che mi viene in mente è il film, o il libro, IT di Stephen King, che riguarda un gruppo di bambini che combattono creature mostruose quando sono giovani e poi, una volta divenuti adulti, ricevono una sorta di chiamata e devono tornare alla città della loro infanzia. Penso che sia in qualche modo vicino a ciò che intendiamo noi. Non so in che modo potreste allontanarvi voi da questo.

Se di sicuro l’idea è affascinante, non è nulla di concreto ancora e si tratta solo di mere speculazioni. Oltretutto Black al momento è concentrato sul nuovo capitolo di Predator, quindi eventualmente se ne riparlerà più avanti.

Fonte: IGN

Horror & Thriller

Cortometraggio | Una serial killer femminista smonta gli stereotipi di genere in I Love You So Much It’s Killing Them

di
Redazione Il Cineocchio

Dopo due anni, la premiatissima dark romance scritta e diretta da Joel Ashton McCarthy è arrivata online nella sua interezza, con una Alex Duncan letale e innamorata

Leggi
Horror & Thriller

Tom Six: “The Onania Club sarà un’esperienza abietta e inumana”

di
Redazione Il Cineocchio

Dopo tre anni di silenzio, il regista della trilogia di 'The Human Centipede' è pronto a tornare sulle scene con un nuovo scioccante film

Leggi
Horror & Thriller

Recensione | Wildling di Fritz Böhm

di
William Maga

Il regista - e sceneggiatore - esordisce al lungometraggio con un horror che rilegge in modo intelligente il genere, sostenuto dalla grande prova di Bel Powley

Leggi