13 dicembre 2015

Terminate le riprese negli Emirati Arabi di War Machine con Brad Pitt

Dopo 22 giorni la nuova commedia satirica prodotta da Netflix saluta Abu Dhabi

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
13 dicembre 2015
brad-pitt

Dopo 22 giorni sono terminate le riprese negli Emirati Arabi Uniti di War Machine, la nuova commedia satirica di Brad Pitt.

Il film – diretto da David Michôd (The Rover) – è prodotto da Netflix e dalla società di produzione dell’attore, la Plan B Entertainment, e si ispira al best seller ‘The Operators: The Wild and Terrifying Inside Story of America’s War in Afghanistan’ del giornalista americano Michael Hastings. Il libro si basa sulle interviste di Hasting con il generale Stanley McChrystal, che è stato nominato comandante della International Security Assistance Force in Afghanistan nel 2009.

Pitt interpreterà un generale a quattro stelle degli Stati Uniti, sul modello di McChrystal, determinato a vincere la guerra “impossibile” in Afghanistan. Nel cast ci saranno anche Anthony Michael Hall, Will Poulter e Topher Grace.

Il team di War Machine è arrivato ad Abu Dhabi nel mese di agosto  per preparare la produzione prima delle riprese negli Emirati Arabi Uniti, cominciate nella capitale nel mese di ottobre.

Le strade intorno al complesso dell’Abu Dhabi Media sono state trasformate in modo da ricreare un’immaginaria ambasciata americana a Kabul. La produzione ha anche girato presso l’Abu Dhabi National Exhibition Centre (ADNEC) e l’Abu Dhabi New York Film Academy, oltre che in aree remote del deserto di Abu Dhabi. Noura Al Khaabi, CEO di twofour54 e della Media Zone Authority Abu Dhabi ha dichiarato che nel film sono state impiegate 500 comparse di oltre 20 nazionalità.

War Machine è l’ultimo film hollywoodiano, dopo Star Wars: Episodio VII e Fast and Furious 7, ad usufruire dei privilegi fiscali introdotti dalla Abu Dhabi Film Commission sulle spese per le produzioni cinematografiche.

Qui sotto una delle prime immagini che ritraggono Brad Pitt sul set.

Brad Pitt machine

Articoli correlati

Inserisci un commento