16 agosto 2016

Un amore da fantascienza per Scott Eastwood in Ecstasia

Nel nuovo film di Wayne Kramer ci sarà anche l’italiana Matilda Lutz

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
16 agosto 2016
Scott Eastwood Ecstasia

Dopo aver ottenuto ruoli in film di alto profilo come Suicide Squad e Fast 8, Scott Eastwood ha prenotato un ruolo di primo piano in un nuovo film di fantascienza intitolato Ecstasia.

E’ infatti notizia di oggi che il progetto sci-fi viene dallo sceneggiatore e regista Wayne Kramer, che nel 2006 era già riuscito a tirar fuori una straordinaria performance da un altro attore un po’ insipido, Paul Walker, nell’action Running. Forse può fare qualcosa di simile per Eastwood, che è sicuramente un bel ragazzo, ma non ha dimostrato di essere un attore memorabile in tutto ciò che ha fatto fino ad ora.

Eastwood sarà protagonista al fianco della nostra Matilda Lutz (Rings) in Ecstasia, un film su “una coppia che vive in un mondo in cui l’amore non esiste più, durante i loro ultimi giorni insieme prima che il loro amore svanisca.” Una descrizione più dettagliata della trama:

[Il film è ambientato] in un tempo in cui l’amore non esiste più, se non quando è artificialmente simulato attraverso una procedura costosa chiamata “commitement [l’impegno]”. Ecstasia si realizza attraverso i chip per computer impiantati in ogni coppia. Sono incredibilmente costosi da mantenere, paragonabili alla gestione di un mutuo. Coloro che non possono sostenere i costi sono costretti alla “dissolution [dissoluzione]”, che conclude il legame emotivo. Il film di Kramer ruota intorno a un uomo e una donna che sono a 10 giorni dal perdere il loro “impegno”, e cercano disperatamente di rifinanziare il loro amore.

Il figlio di Clint Eastwood sarà impegnato nei prossimi anni anche in Pacific Rim 2 e in Live By Night di Ben Affleck. Le riprese di Ecstasia inizieranno nella primavera del 2017.

Articolo
Titolo
Un amore da fantascienza per Scott Eastwood in Ecstasia
Descrizione
Nel nuovo film di Wayne Kramer ci sarà anche l'italiana Matilda Lutz
Autore
Nome del publisher
Il Cineocchio
Logo del publisher

Articoli correlati

Inserisci un commento