22 gennaio 2016

Un documentario di 44′ ci racconta la durissima lavorazione di Revenant – Redivivo

In piena corsa per gli Oscar, la 20th Century Fox rende disponibile un dietro le quinte molto esaustivo

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
22 gennaio 2016
REVENANT redivivo

Con le nomination agli Oscar ormai annunciate, siamo entrati ora in quella che essenzialmente è la “fase 2” della della corsa alla statuetta dorata. E a questo punto gli studios mirano a far risaltare il motivo per cui il loro film meriti di vincere i premi. Stando così le cose, la 20th Century Fox ha diffuso un documentario di 44 minuti sul revenge drama di frontiera Revenant – Redivivo, diretto da Alejandro G. Iñárritu, che offre un ampio dietro le quinte della difficile produzione.

Sicuramente il film con Leonardo DiCaprio è uno dei candidati più probabili – assieme a Il caso Spotlight e a La Grande Scommessa per l’Oscar come Miglior Film, anche per merito della storia legata alla sua lavorazione, fatta di riprese infernali per tutti i soggetti coinvolti, che si sono estese per oltre 9 mesi nelle zone impervie del Canada in condizioni impossibili per il cast e la troupe.

redivivo REVENANTMolto di questo viene mostrato in questo documentario ufficiale, che offre uno sguardo affascinante sulla realizzazione di Revenant – Redivivo, evidenziando anche un paio di elementi molto importanti: gli incontri della produzione con i popoli indigeni durante le riprese e i gravi effetti del cambiamento climatico che hanno reso le riprese così difficili; quando si aspettavano la neve, la neve non è arrivata, e alla fine hanno dovuto spostare la produzione più in basso, vicino all’Antartide, per trovare la quantità di neve necessaria per poter girare il finale della pellicola.

Anche se questo documentario sarà senza dubbio destinato a comparire tra i contenuti speciali dell’edizione home video del film in ogni caso, non è una coincidenza che la Fox lo abbia reso disponibile gratuitamente online nel bel mezzo del voto per gli Oscar. Indipendentemente da ciò, si tratta di uno dei documenti più importanti ed esaustivi visti negli ultimi tempi, senza contare che permette di vedere al lavoro il grande direttore della fotografia Emmanuel Lubezki.

Di seguito il documentario, dal titolo ‘A world unseen‘:

Articoli correlati

Inserisci un commento