2 novembre 2015

Viacom18 si ritira dalla mega co-produzione tra India e Cina con Jackie Chan

‘Le cose non hanno funzionato come previsto” a quanto pare

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
2 novembre 2015
jackie_chan

Viacom18 Motion Pictures si è tirata fuori da quello che era stata annunciata come la prima co-produzione tra India Cina, Kung Fu Yoga, interperetato da Jackie Chan.

Il progetto è stato annunciato lo scorso anno e pochi mesi dopo India e Cina hanno firmato una partnership tra la Viacom18 e le aziende cinesi Taihe Entertainment Corp. and Shinework Media.

Viacom18 è una joint venture tra il gigante USA dell’intrattenimento Viacom e l’indiana Network18 e gestisce un business TV diversificato, che comprende tra glialtri MTV India, VH1 India e Comedy Central e il distaccamento Viacom18 Motion Pictures ha prodotto quest’anno una hit come Margarita With a Straw.

Diretto da Stanley Tong, Kung Fu Yoga ha recentemente iniziato le riprese a Dubai e vedrà impegnato sul set anche l’attore di Bollywood Sonu Sood. Come rivelato in marzo da Chan, la produzione dovrebbe girare anche in India.

“Ci siamo tirati fuori dalla produzione perché non siamo riusciti a trovare un accordo sui suoi termini,” ha dichiarato il capo del Business Internazionale di Viacom18 Gayatri Gulati senza fornire ulteriori dettagli.
Un portavoce Viacom18 ha poi aggiunto: “Abbiamo cercato in ogni modo di collaborare a Kung Fu Yoga. Tuttavia, le cose non hanno funzionato come previsto, ma siamo ottimisti riguardo ad altre partnership in futuro…”

Quando Viacom18 ha annunciato il progetto lo scorso novembre, ha sottolineato di aver firmato una lettera di intenti per il film “che ci dà tre mesi di tempo per discutere e mettere a punto i dettagli per l’accordo principale (compreso il casting degli attori indiani). Considerando il passo del governo nell’invitare gli investimenti cinesi e a collaborare con una civiltà antica e ricca come la nostra, l’alleanza si distingue perchè offre l’opportunità unica di co-creare e sviluppare forti esperienze culturali e scambi di talento,” ha dichiarato il COO di Viacom18 Motion Pictures Ajit Andhare al momento dell’annuncio di Kung Fu lo Yoga.

Secondo fonti anonime, Viacom18 si è invece tirata fuori dal progetto perché “non aveva abbastanza potere per dire la sua su ciò che si stava facendo“. Le stesse fonti dicono anche che Viacom18 ha mollato il film dopo che le società di produzione cinesi hanno messo sotto contratto il poco noto Sood.

Qualche tempo fa è stato comunque annunciato un altro progetto di co-produzione, Monk Zuang Xang, una collaborazione tra la Major indiana Eros International e la statale Chinese Film Corporation.

Basato su una storia vera, Monk Xuang Zang ruota attorno al monaco cinese che ha portato gli insegnamenti buddisti dall’India alla Cina. La regia è stata affidata a Huo Jianq (A Time To Love) e il film vedrà nel ruolo principale l’attore cinese Huang Xiaoming.

Nonostante la Cina applichi restrizioni quantitative sui film stranieri (solo 34 titoli all’anno), i film di Bollywood stanno tentando di entrare nel secondo mercato cinematografico del mondo e uno dei maggiori incentivi per le co-produzioni tra India e Cina è che queste non rientrano in quelle quote restrittive.

Articoli correlati

Inserisci un commento