3 marzo 2017

X-Men: le incredibili scelte alternative per il cast del primo film di Bryan Singer

David Hayter e Chris Claremont hanno rivelato i nomi degli attori – e cantanti – che si erano presentati al casting per i ruoli di Wolverine e degli altri mutanti

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
3 marzo 2017
Hugh wolverine x-men

L’originale trilogia degli X-Men ha aiutato a lanciare il boom dei moderni film di supereroi e ci ha regalato personaggi iconici come il Wolverine di Hugh Jackman e il Professor X di Patrick Stewart. Il cast avrebbe però potuto essere ben diverso e molto più bizzarro, almeno stando alle rivelazioni di chi ci ha lavorato.

Parlando in una lunga intervista, David Hayter, che ha scritto la sceneggiatura dei primi due film dei mutanti, ha descritto alcune delle scelte di casting alternative totalmente incredibili a cui avremmo potuto trovarci di fronte:

angela-bassett ahsMi stavo occupando della scrittura dei personaggi dei fumetti. Mi anno chiamato mentre stavano già facendo i casting, così ho avuto la fortuna di essere presente quando si presentarono alcuni personaggi come Terence Stamp per Xavier e Janet Jackson e Mariah Carey per Storm/Tempesta. Michael Jackson è arrivato perché voleva interpretare il Professor X. E’ stato incredibile. Shaq [Shaquille O’Neal] è arrivato. Viggo Mortensen è arrivato. Mi era piaciuto molto Viggo per Wolverine, ma non se ne è fatto niente per qualche ragione. Angela Bassett è stata la nostra prima scelta per Tempesta, ma i suoi agenti volevano più soldi di quelli che avevamo in quel momento. Stessa cosa con Rachael Leigh Cook per Rogue.

Shaq, a quanto pare, voleva essere Bishop, ma Hayter alla fine ha tagliato il personaggio dallo script perchè non aveva molta familiarità con l’eroe.

Potete immaginare il primo film degli X-Men con alcuni di questi nomi al posto di quelli che hanno invece ottenuto la parte? Wolverine di Hugh Jackman è diventato iconico, ma sarebbe molto interessante vedere realtà alternative in cui il mutante con lo scheletro di adamantio è interpretato da Viggo Mortensen o da Dougray Scott – che era stato originariamente la prima scelta, prima del suo abbandono per un serio infortunio sul set di Mission: Impossible II.

Tuttavia, la versione alternativa di Logan che sarebbe bello vedere è quella suggerita dal leggendario sceneggiatore dei fumetti degli X-Men Chris Claremont in un’altra intervista, che prima di vedere il provino di Jackman, aveva chiesto che fosse Bob Hoskins a interpretare l’eroe canadese.

hoskins wolverineBeh, questa era la percezione del medium nel 1988. Allo stesso tempo, quando stavo cercando l’abbinamento per Ororo e Logan, a me sembrava perfettamente razionale avere nella parte Angela Bassett e Bob Hoskins, perché l’immagine che avevo di Hoskins veniva dai film che aveva fatto in Inghilterra, nei quali era stata sottolineata, per il suo personaggio, la durezza, il suo essere Cockney, la brutalità. C’era un film intitolato Lassiter lo scassinatore con Tom Selleck, e se guardate loro due insieme, Tom Selleck è questo uomo alto oltre 1.80, bello, carismatico, un leader, mentre Hoskins è un poliziotto piccolino. In una scena, Selleck si presenta alla porta di casa di Hoskins, che lo squadra e poi lo ricaccia indietro lungo il viale, urlando “Sei venuto a casa mia??” continuando a ripeterlo mentre lo spintona da dove è venuto oltre la recinzione. E l’espressione sul volto di Selleck è del tipo ‘Oh ca**o!’. È lì che ho pensato: ‘Bingo, questo è Logan’. Ma, come ho detto, questo era il mondo nel 1988. Stacco di montaggio a 12 anni più tardi, quando [il produttore] Lauren Shuler Donner stava cercando Wolverine e ne stavamo discutendo, con l’attore che era stato originariamente scelto per il ruolo che si è infortunato sul set di Mission: Impossible II, Dougray Scott, e avevamo Hugh Jackman sulla sua lista. Aveva appena vinto il premio Olivier per Oklahoma!, che si trovava totalmente dal lato opposto dello spettro, e, ancora una volta, lo guardi e pensi ‘troppo alto, troppo bello, troppo questo, troppo quello’. Ma poi è entrato al provino e ha spaccato e lo hanno messo su un aereo per Vancouver dopo 24 ore per iniziare le riprese di X-Men. La bontà di questa decisione è stata ampiamente dimostrata da allora.

Un what if …? davvero pazzesco, non credete?

Articolo
Titolo
X-Men: le incredibili scelte alternative per il cast del primo film di Bryan Singer
Descrizione
David Hayter e Chris Claremont hanno rivelato i nomi degli attori - e cantanti - che si erano presentati al casting per i ruoli di Wolverine e degli altri mutanti
Autore
Nome del publisher
Il Cineocchio
Logo del publisher

Articoli correlati

Inserisci un commento