22 gennaio 2016

Zach Braff orchestra una banda di arzille superstar nel remake di Vivere alla grande – Going in Style

Il regista parla di come è riuscito a gestire il cast di all-star composto da Michael Caine, Morgan Freeman e Alan Arkin

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
22 gennaio 2016
Going In Style

Sembra proprio che sarà difficile ritrovare il tocco dei suoi primi due film da regista, La mia vita a Garden State e Wish I was here, nella nuova opera diretta da Zach Braff, il remake dell’insolito heist movie del 1979 Vivere alla grande (Going in Style), che vedrà protagonisti Michael Caine, Morgan Freeman e Alan Arkin nei panni di tre pensionati che perdono le loro pensioni e si organizzano per rapinare le banche che li hanno derubati.

Il film, che uscirà negli Stati Uniti il 6 maggio, è stato però più di un semplice cambiamento di stile per Braff. Oltre alle pressioni che provengono inevitabilmente dall’essere alla guida del primo lungometraggio per un grande studio, ha dovuto anche gestire un gruppo di attori quasi interamente costituito da icone hollywoodiane. Per fortuna il cast, che comprende anche Christopher Lloyd e Ann-Margret, è stato accomodante. Going in Style zach“Questi attori sono stati straordinariamente solidali”, ha detto il regista. “Hanno davvero fatto in modo che non fossi intimidito dal loro status leggendario per poterli davvero dirigerli”.

Oltre a permettergli di lavorare con tali calibri, Going in Style ha dato a Braff l’opportunità di girare un genere di film che ha sempre amato, ovvero quello delle grandi rapine. E’ solo un ulteriore bonus che la sceneggiatura scritta da Ted Melfi (St. Vincent) prenda di mira alcuni cattivi del mondo reale.

C’è una tale animosità verso le banche, e le persone credono che non rivedranno mai più i loro soldi dopo il 2008“, ha concluso Braff. “C’è qualcosa di incredibilmente divertente nel fatto che i supereroi che cercano vendetta nei confronti delle banche siano Morgan Freeman, Michael Caine, Morgan Freeman, e Christopher Lloyd.”

Articoli correlati

Inserisci un commento