29 giugno 2016

E se Anarchia – La notte del giudizio fosse ambientato in Canada?

Un irriverente finto trailer rivela come si comporterebbero i cittadini canadesi qualora toccassero a loro le 12 ore di ‘sfogo’

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
29 giugno 2016
Canadian Purge 2

La saga thriller/horror di The Purge (Anarchia – La notte de giudizio), riesce a celare dietro a un’ambientazione distopica e a inseguimenti sincopati una serie di problematiche sociali quantomai attuali. Dietro alle azioni e ai pensieri dei protagonisti, sono infatti celate una serie di problematiche politiche, etiche ed economiche che toccano tutto l’Occidente. Si tratta poi di violenza cieca, aspetto antropologico alquanto reale, come possiamo tristemente riscontrare negli ultimi tragici attentati  avvenuti negli Stati Uniti così come in Europa, ultimo dei quali capitato a ridosso proprio dell’uscita, prevista per l’1 luglio, dell’ultimo capitolo La notte del giudizio: Election Year.

Canadian PurgeSe inoltre è presagibile in qualche modo come – qualora ogni tipo di sfogo fosse possibile – agirebbe parte della popolazione americana, molto più complesso è prevedere come lo “sfogo” potrebbe funzionare nel vicino Canada… In questo caso la risposta potrebbe risultare decisamente meno drammatica e più ilare.

A porsi il quesito è stata la Boo Ya Pictures, che ha realizzato un finto trailer per la versione canadese di The Purge, dove a pistole, coltelli e macheti, sono sostituite pistole ad acqua, le home invasion vengono fatte a torte in faccia e la più bieca forma di illegalità è il non fare la raccolta dei rifiuti differenziata…  

Articolo
Titolo
E se Anarchia - La notte del giudizio fosse ambientato in Canada?
Descrizione
Un irriverente finto trailer rivela come si comporterebbero i cittadini canadesi qualora toccassero a loro le 12 ore di 'sfogo'
Autore
Nome del publisher
Il Cineocchio
Logo del publisher

Articoli correlati

Inserisci un commento