27 novembre 2015

Il manzo ‘alla scozzese’ di Ribelle – The Brave

Un gustoso stufato come veniva servito nelle spartane corti della Scozia del V secolo.

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
27 novembre 2015
Il manzo 'alla scozzese' di Ribelle - The Brave

Per questa settimana abbiamo decisamente cambiato contesto geografico e storico: siamo migrati nella Scozia del V secolo, dove è ambientato il film d’animazione del 2012 nominato all’Oscar Ribelle – The Brave.

Protagonista è la principessa Merida, ragazza coraggiosa e insofferente alle regole di corte, che preferisce il tiro con l’arco e le corse a cavallo alla vita di corte. Quando la costringono a sposare uno dei pretendenti che si presentano al castello, Merdia sceglie di sfidare la famiglia e rinnegare la tradizione. Scappate nel folto della foresta incontra una vecchia strega che le offre un potente rimedio magico, che anziché risolvere i suoi problemi, trasformerà sua madre in un orso, l’animale più odiato dal padre, che molti anni prima gli staccò una gamba durante un’aggressione.

Se nelle spartane corti scozzesi il cibo è più rustico che a Roma e nelle città italiche, certo non è però meno gustoso, e nel cartone firmato Pixar non poteva così mancare la scena del banchetto, dove il sovrano narra del suo scontro con la feroce belva.

Di seguito per voi il filmato:

Tra le pietanze più gettonate nelle antiche corti della Britannia certo è imperdibile il manzo ‘alla scozzese’.

Ecco la ricetta:

Ingredienti:

2 cucchiai di olio d’oliva
farina quanto basta per impanare
1 Kg di carne di manzo disossata e tagliata a quadrati di circa 4 cm ciascuno
Sale e pepe a piacere
2 cucchiai di burro
2 cipolle medie, tagliate in maniera un po’ grossolana
2 carote, tagliate a tocchetti
2 costole di sedano, tagliati a tochetti
120 grammi di rapa gialla sbucciate e tagliate a dadini
2 cucchiai di gelatina di ribes rosso
Vino rosso secco 2 tazze
2 tazze di brodo di manzo o brodo a basso contenuto di sodio
2 rametti di timo
1 spicchio d’aglio tritato finemente
1 foglia di alloro

La preparazione passo per passo:

Versate la farina in una ciotola poco profonda, condite le fettine di manzo con sale e pepe e passate nella farina, stando attenti ad eliminare gli eccessi.

In una grande casseruola antiaderente versate un cucchiaio d’olio d’oliva, per non far attaccare, e aspettate che si scaldi, aggiungere la metà della carne nella casseruola e fate cuocere a fuoco moderatamente alto fino a dorare la parte inferiore, circa 3 minuti. Abbassate poi il fuoco e dorate anche l’altro lato, circa 2 minuti in più. Con un mestolo forato, trasferire la carne in una ciotola. Ripetere la procedura con la seconda metà della carne, che deve essere passata anch’essa nella farina e poi in padella con l’altro cucchiaio di olio, poi mettete da parte anche questa su un piatto.

Sciogliere il burro nella casseruola. Aggiungere le cipolle, carote, sedano e rape e cuocere con fuoco moderato, mescolando di tanto in tanto, fino a quando la cipolla è ammorbidita, per circa 7 minuti. Aggiungete la gelatina e il vino e portate a ebollizione a fuoco alto, mescolando bene per evitare che si attacchi sul fondo della casseruola. Unite il brodo e portate ad ebollizione. Aggiungete di nuovo la carne rosolata, la foglia di timo, l’aglio e l’alloro e portare lentamente a ebollizione. Coprite e lasciate cuocere a fuoco basso fino a quando la carne è tenera, circa un’ora e mezza.

Con un mestolo forato, trasferire la carne in una ciotola. Finite di far rapprendere la salsa a fuoco alto fino a ridurre a circa 2 tazze, facendola cuocere per all’incirca 10 minuti. Rimettete infine la carne nella casseruola, passatela qualche istante per farla insaporire e condire con sale e pepe. Eliminare in ultimo il rametto di timo e quello di alloro.

Buon appetito!

Articoli correlati

Inserisci un commento