2 novembre 2015

Kevin Costner e Jon Baird alle prese col loro primo romanzo cavalleresco

L’artista Rick Ross ha eseguito le numerose illustrazioni che accompagnano il tomo

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
2 novembre 2015
kevin-costner

C’era una volta il tempo dell’infanzia e dell’adolescenza, popolato di impavidi eroi che a suon di spada difendevano le loro bellissime dilette; era il mondo di quei classici, tra finzione e vicenda storica, dal sapore medievaleggiante, di cui Sir Walter Scott e Alexandre Dumas erano maestri.

Ebbene, anche le star del cinema pare subiscano il fascino di tale letteratura: Kevin Costner e il regista inglese Jon Baird si sono infatti cimentati nel genere. I due hanno brandito la penna e lavorato insieme al primo volume -di ben 750 pagine- di The Explorers Guild

In esso viene narrata la vicenda di una società segreta di uomini e donne nota come la Gilda degli Esploratori, nome dovuto alla loro costante ricerca dell’antica città perduta di Shambhala.

Se il volume potrebbe apparire un tantino voluminoso, c’è una ragione: il numero di immagini presenti. Si tratta infatti di un romanzo illustrato da Rick Ross e suddiviso in 5 volumi. Pensando alle edizioni di Kipling che ne hanno ispirato il formato, Costner ricorda: “da qualche parte nel mezzo trovavi le figure e mi ricordo che pensavo ‘wow, che tentazione!’ e dovevo fare forza su me stesso per non saltare a metà del volume per vedere le altre immagini”.

Il protagonista di Balla coi lupi, che è una new entry nell’universo letterario, si imbarcò, dopo l’incontro con Baird, in questo progetto ben otto anni fa, nelle vesti di una sorta di direttore editoriale, che fornisse suggerimenti per i personaggi e linee guida per la storia. Il programma a lungo termine era inizialmente quello di lanciare il concept anche in ambito filmico, sul piccolo schermo e nel mondo dell’animazione. Alla fine, però si è preferito concentrarsi sul libro, collaborando con Ross, che ha provveduto a ogni singola illustrazione.

Certo l’aver messo da parte -almeno temporaneamente- un possibile approdo al cinema per The Explorers Guild, ha fruttato ai due autori una decisamente maggiore libertà creativa, permettendogli anche maggior aderenza con le saghe originali che i due hanno tanto amato da bambini. Difatti secondo le dichiarazioni di Baird “Abbiamo pensato che se avessimo potuto togliere un po’ di polvere da quelle storie, la gente avrebbe potuto vederle coi nostri occhi e vedere ciò che è veramente grande: i luoghi esotici, il romanticismo, gli enigmi e i misteri di questa ricerca”.

Se infine il suddetto romanzo vi sembra già una lettura abbastanza massiccia, la menzione ‘volume 1’ fa pensare ad un seguito. Tuttavia Costner, provato dalla fatica quasi decennale ha dichiarato: “Ci vuole un po’ di riposo ora; le nostre mogli saranno certo contente che questa roba lascerà finalmente il nostro salotto!”.

Inserisci un commento