4 gennaio 2017

30 cose da sapere su Assassin’s Creed di Justin Kurzel

Il primo adattamento cinematografico della saga di videogame della Ubisoft arriva nelle sale con protagonista Michael Fassbender. Siete pronti al salto della Fede?

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
4 gennaio 2017
assassins-creed-film

Iconica saga di videogiochi della Ubisoft, Assassin’s Creed ha ora anche il proprio adattamento cinematografico diretto da Justin Kurzel (qui la nostra recensione) e con protagonista Michael Fassbender (qui le 33 cose da sapere sull’attore). Film d’azione che trascende il tempo, la versione ora nelle sale mira a soddisfare i molteplici giocatori/fan del franchise e al contempo ad avvicinare alla sua complessa mitologia coloro che ancora non la conoscono. Seguiremo dunque il viaggio temporale di Callum Lynch (Fassbender) mentresperimenta le avventure di Aguilar de Nerha, suo antenato nella Spagna del XV secolo, scoprendo così di discendere da una misteriosa società segreta, gli Assassini”. Nelle pellicola si sono anche Marion Cotillard, Jeremy Irons, Michael K. Williams e Brendan Gleeson.

Siate voi già profondi conoscitori della saga oppure neofiti, scoprite le 30 cose da sapere su Assassin’s Creed:

ASSASSIN’S CREED locandina1) Le sequenze del passato hanno luogo nella Spagna del 1492, dove il personaggio di Fassbender sta cercando un Artefatto (la Mela dell’Eden).

2) Il complesso della Abstergo sono nascoste all’interno di una vecchia chiesa a Madrid, quindi il set che ne ricrea gli spazi ha pareti che fanno sembrare che sia davvero costruito all’interno di un antico edificio sacro iberico.

3) Callum Lynch si trova nel braccio della morte per omicidio in Texas, ma al momento dell’esecuzione le cose non vanno come previsto …

4) Ci sono altri 30-40 reclusi/ospiti nella struttura della Abstergo, e tutti quelli con cui Callum interagisce hanno antenati vissuti in una delle epoche in cui i precedenti giochi di Assassin’s Creed sono ambienti.

5) Nel film il protagonista viaggia indietro nel tempo più volte grazie all’Animus, una macchina riscoperta e sviluppata dalle Industrie Abstergo che serve a leggere la memoria genetica di un soggetto e proiettarla in tre dimensioni.

6) La brillante Sofia Rikken, interpretata da Marion Cotillard, dirige la ‘prigione’ della Abstergo, il cui obiettivo è capire dove ha avuto origine la violenza dell’uomo e di conseguenza provare a creare dei trattamenti che consentano di sradicarla totalmente dalla società. Suo padre (Irons), è invece a capo delle Industrei, e potrebbe aver dei piani differenti dai suoi …

jeremy-irons-assassins-creed7) Le riprese si sono svolte negli storici Pinewood Studios di Londra, dove è stato costruito il set della Abstergo.

8) Il set è stato costruito in modo tale che la maggioranza delle sue sezioni fossero il più possibile collegate per davvero, dai corridoi alla zona ricreativa alle singole celle, in modo che il direttore della fotografia Adam Arkapaw potesse continuare a lavorare durante ciak molto estesi e senza troppi tagli.

9) E’ stata girata una ricostruzione dell’Inquisizione Spagnola, inquisitori e roghi inclusi.

10) Fassbender è il solo personaggio contemporaneo ad agire anche nel passato, dove sono ambientate circa il 35% delle sequenze. Il restante 65% del film è ambientato ai giorni nostri.

11) L’antenato del personaggio di Michael K. Williams è esperto di voodoo e inganni, mentre l’antenato di Matias Varela è Yusef, un sicario medioorientale.

michael-k-williams-assassins-creed12) Alcuni dei personaggi del presente hanno poteri e capacità straordinari.

13) L’effetto osmosi si concretizza quando Cal ha una visione del suo antenato che gli insegna a combattere. Anche la Eagle Vision è una parte importante del film.

14) Per le scene in esterni a Malta, sono state necessarie fino a 900 comparse in abiti del 15° secolo.

15) Nella sua versione filmica si è dovuto cambiare il design dell’Animus per renderlo più interattivo per gli attori e alla Ubisoft è piaciuto così tanto che stanno pensando di incorporarla in un futuro capitolo del videogame.

16) La controfigura di Fassbender nelle spettacolari sequenze di freerunning è appunto l’esperto freerunner britannico Damien Walters.

assassins-creed-fassbender-animus17) Purtroppo non è presente l’attesa sequenza in cui Fassbender avrebbe dovuto gettarsi in un carretto che trasporta fieno.

18) Sono state create circa 3.000 repliche di armi. Congegnare le lame da polsi che fossero funzionali e allo stesso tempo esteticamente accattivanti è stato oltremodo complesso, ma alla fine ci sono riusciti.

19) Praticamente ogni arma è stata trattata come un Easter Eggs: tantissime sono infatti quelle prese direttamente dai videogiochi e disseminate lungo la narrazione.

20) In una scena compare perfino l’arco di Connor Kenway presente in Assassin’s Creed III.

21) La Ubisoft ha fornito ai designer degli oggetti di scena la preziosissima bibbia di tutte le armi mai ideate e realizzate per i videogiochi, da usare come guida per l’adattamento su pellicola.

marion-cotillard-assassins-creed22) Anche se il videogame non era ancora uscito quando ha iniziato a lavorarci, Justin Kurzel ha voluto inserire un’arma da Assassin ‘s Creed: Syndicate.

23) La casa produttrice di videogame dalla sua non ha non espresso alcuna preferenza in termini di armi da includere nel film. Tuttavia ha espressamente richiesto di poter tenere alcune di esse dopo la conclusione delle riprese.

24) Per ciò che concerne i costumi, ci sono voluti 2-3 mesi per idearli e realizzarli a mano artigianalmente. Esistono 8 versioni di ogni costume, con un intero team dedicato a ciascuno degli Assassini.

25) Il costume più difficile da creare è stato quello di Aguilar, perché è stato necessario disegnarlo per primo per poi impostare su di esso la loro visione della figura dell’Assassino.

26) Si è voluto differenziare le sequenze relative al 15° secolo da quelle ambientate nel presente ricorrendo a una fotografia che facesse uso di una tavolozza di colori del tutto diversa. I flashback hanno assunto quindi i toni del marrone e dell’ocra, in contrasto con quelli asettici legati ai giorni nostri.

assassin's creed fassbender27) I costume designer hanno dovuto costruire le cappe dei protagonisti in modo tale che mantenessero la loro struttura anche quando gli attori erano in movimento, aspetto che più difficile di quanto non sembri. Ci sono voluti 20-30 prototipi per arrivare a realizzarne una che riproducesse un effetto simile a quello del videogioco e mantenesse la sua forma anche mentre i personaggi sono in movimento.

28) Fassbender ha paragonato Assassin ‘s Creed a Star Wars, in quanto sono presenti in ambedue un lato positivo e uno oscuro, che si contrappongono durante tutto lo svolgimento.

29) Per le riprese ci sono voluti 80 giorni. La produzione ha dovuto forzatamente chiudere i battenti entro il 15 novembre per lasciare il passo ai set di Star Wars: Episodio VIII.

30) Si è prestata particolare attenzione all’utilizzo degli effetti pratici, cercando di fare il più possibile dal vero, ad esempio realizzando degli stunt di parkour piuttosto estremi con attori in carne e ossa, capaci di compiere per davvero anche salti di 30 metri. L’idea era che non sembrasse un film di supereroi.

Di seguito il trailer ufficiale italiano di Assassin’s Creed, nei cinema dal 4 gennaio:

Articoli correlati