20 aprile 2016

40 cose da sapere su Robert Downey Jr.

Con l’uscita di Captain America: Civil War, scopriamo insieme se sapete davvero tutto della vita (personale e artistica) dell’interprete di Tony Stark / Iron Man

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
20 aprile 2016
Robert Downey Junior 14

Da oggi è nuovamente in sala nei panni di uno dei supereroi Marvel più amati, ovvero Iron Man (o Tony Stark se preferite…), in Captain America: Civil War, questa volta in un’epica sfida che lo vedrà apposto niente meno che all’ex amico e alleato Captain America. In occasione dell’evento, abbiamo pensato di approfondire un po’ la storia dell’attore che veste ormai per la sesta volta sul grande schermo l’ipertecnologica armatura rosso-dorata: Robert Downey Jr.

Ecco qui allora le 40 cose da sapere sull’attore:

  1. Robert Downey SrRobert Downey Jr. è nato il 4 aprile 1965 a New York. Di origini ebreo – irlandesi, il vero cognome di Robert John Downey Sr., suo padre, era Elias, ma questi decise di cambiarlo e di usare quello del patrigno.
  2. Il cinema è una passione di famiglia: il padre è stato a sua volta attore, sceneggiatore e regista underground (tra gli altri ha diretto anche il cult Putney Scope nel 1969), con Arnold Johnson, Stan Gottlieb e Allen Garfield).
  3. Robert Downey Junior 2Robert ha debuttato a cinque anni davanti alla camera da presa proprio in un film del papà, Pound (1970), al fianco di Joe Madden, James Green e Mariclare Costello.
  4. A dieci anni, mentre abitava a Londra, Robert iniziò a frequentare la prestigiosa Perry House School, in cui studiò danza (cfr . Contactmusic).
  5. Durante l’infanzia e l’adolescenza viaggiò moltissimo: visto il lavoro del padre e il successivo divorzio dei genitori, l’attore crebbe tra New York, il Connecticut, Parigi, Londra, Woodstock (in Vermont) e Santa Monica.
  6. All’età di 13 anni, i genitori si separarono e il giovane Robert andò a vivere con il padre in California. A 17 anni però, decise di partire per New York, dove iniziò a frequentare la Stagedoor Manor per studiare recitazione.
  7. Robert Downey Junior 4La carriera di Robert Downey Jr. decollò nel 1985, quando fu ingaggiato nel nuovo cast di più giovani interpreti nel Saturday Night Live. I nuovi arrivati non ebbero però grande successo e furono in gran parte sostituiti.
  8. Ottenne il primo ruolo da protagonista al cinema nel 1987, a 22 anni, nella commedia romantica …Ci stai? di James Toback: nel film recitava nei panni di Jack Jericho, al fianco dell’icona degli anni ’80 Molly Ringwald (Breakfast Club).
  9. E’ stato fatto il suo nome per uno dei film che rese celebre la Ringwald, Bella in rosa (1986), per la parte di Duckie, ma fu scelto poi al suo posto Jon Cryer.
  10. Fu il padre, a otto anni, a iniziarlo alla marijuana (si veda l’articolo di People), fatto che causò in seguito all’attore parecchi problemi di dipendenza da alcol e droghe. Tra il 1996 e il 2001 fu arrestato molte volte per questo motivo e frequentò diverse cliniche specializzate nella tossicodipendenza.
  11. Robert Downey Junior 5Nel 1987, in Al di là di tutti i limiti di Marek Kanievska, impersonò Julian Wells, uno dei protagonisti dell’omonimo romanzo Meno di zero (in inglese Less Than Zero) di Bret Easton Ellis. Il personaggio, un ricco studente tossicodipendente la cui vita va rapidamente fuori controllo, non era così lontano dalle esperienze personali del suo interprete. Anzi, era tanto vicino da portarlo a raccontare  successivamente: “Quel ruolo fu come il fantasma del Natale futuro. Il personaggio era una versione esagerata di me stesso”.
  12. E’ stato arrestato nel 1996 per detenzione di eroina, cocaina e di una pistola, mentre nel 1999 venne condannato a 3 anni presso l’istituto per la riabilitazione Corcoran II. Fu rilasciato in via anticipata nel 2000.
  13. Robert Downey Junior 6Subito dopo il suo rilascio, l’attore non perse tempo, e si unì al cast della serie TV Ally McBeal, in cui impersonò l’interesse amoroso dell’avvocatessa protagonista, interpretata da Calista Flockhart.
  14. RDJ non possiede solo doti recitative, ma anche canore; ha infatti collaborato a una delle colonne sonore di Ally McBeal, nell’album intitolato Ally McBeal: For Once in My Life Feat. Vonda Shepard al fianco della celebre compositrice. L’album contiene anche un duetto con Sting, special guest in uno degli episodi della serie, dove cantano insieme “Every Breath You Take”.
  15. Robert Downey Junior 9L’album uscì il 24 aprile 2001 e fu latore di un altro episodio funesto nella travagliata giovinezza dell’attore: la notte successiva ebbe l’ennesimo problema legale connesso all’uso di stupefacenti e il giorno successivo fu licenziato dallo show.
  16. La sua performance vocale nella serie gli fruttò un Golden Globe come Miglior Attore Non Protagonista nel 2001. Ne vinse un secondo nel 2010 per Sherlock Holmes (2009).
  17. Abbandonata la serie, fu immediatamente scritturato per incarnare l’Amleto del dramma shakespaeriano diretto dall’amico Mel Gibson. La produzione teatrale fu però abbandonata quando anche il regista finì in prigione nel luglio del 2001.
  18. RDJ andò in rehab per l’ennesima volta e il primo lavoro, una volta dimesso, risale all’agosto del 2001, quando comparve nel video di Elton John “I Want Love”, per la regia di Sam Taylor-Wood.
  19. Robert Downey Junior 12La carriera musicale dell’attore non si è limitata alla suddetta collaborazione. Nel novembre del 2004 fece il proprio debutto discografico con The Futurist, disco jazz edito dalla Sony Classical, a cui parteciparono tra gli altri Cameron Stone, Gregg Bisonette e Steve Dudas.
  20. Broken, uno dei brani dell’album cantato insieme a Mark Hudson, fu utilizzato per la OST di Kiss Kiss Bang Bang, film diretto da Shane Black del 2005 in cui è l’attore è protagonista.
  21. Se in gioventù i problemi di droga hanno lo costretto dentro e fuori da centri di disintossicazione e detentivi, c’è stato un ravvedimento improvviso nel 2003. Come ha raccontato al Times, si fermò ad un Burger King sulla Pacific Coast Highway e gettò tutte le droghe nell’Oceano, e mentre era seduto a mangiare un panino, decise che avrebbe ufficialmente smesso di far uso di quelle sostanze.
  22. Robert Downey Junior 7Le droghe, oltre a avere un impatto molto negativo sulla sua carriera lavorativa, rovinarono anche la vita amorosa dell’attore; fu proprio a causa della sua dipendenza che si interruppe la relazione di lunga data, durata 7 anni, con Sarah Jessica Parker, che incontrò nel 1984 sul set di Firstborn e da cui si separò nel 1991.
  23. Ha diviso una casa con Billy Zane e Kiefer Sutherland in gioventù. Proprio quest’ultimo ricorda con affetto il primo anno a L.A. nella stessa abitazione, presa in affitto dalla Parker e divisa con i due amici e colleghi (si veda l’intervista a Rolling Stone).
  24. Robert Downey Junior 8La sua prima candidatura agli Oscar, come Miglior Attore Protagonista, risale al 1992, quando RDJ interpretò il leggendario Charlie Chaplin nel biopic di Richard Attenborough Charlot (Chaplin). E’ stato inoltre nominato all’Oscar nel 2009 nella categoria Miglior Attore Non Protagonista per Tropic Thunder.
  25. Nel 1988 acquistò una casa, arredata in stile Art Deco spagnolo, in precedenza appartenuta aa Chaplin stesso, secondo quanto riportato in un articolo del tempo su Rolling Stone.
  26. Per impersonare l’iconico attore britannico erano stati fatti i nomi di Robin Williams, Billy Crystal, Jim Carrey e Peter Sellers, ma alla fine fu scelto Downey Jr. per volontà del regista in persona.
  27. Il suo attore favorito è Peter O’Toole, ossia colui che diede il volto a Lawrence d’Arabia.
  28. Personaggio dagli interessi eterogenei, RDJ ha collaborato con Sam Taylor-Wood anche per un pezzo di videoarte intitolato Pieta, poi  incluso nel 2001 nella mostra dell’artista alla galleria White Cube 2 di Londra.
  29. Woody Allen lo avrebbe voluto nel suo film Melinda e Melinda insieme a Winona Ryder, ma la polizza richiesta dalla produzione in caso di abbandono del set da parte di uno o entrambi gli attori non venne sottoscritta da nessuna compagnia visti i seri problemi con la legge delle due star. Al loro posto vennero allora scritturati Radha Mitchell e Will Ferrell.
  30. indio downeyEra stato preso in considerazione anche per il ruolo di Zaphod Beeblebrox in Guida galattica per gli autostoppisti (2005), ma alla fine gli è stato preferito Sam Rockwell.
  31. L’attore è stato sposato due volte: la prima dal 1992 al 2004 con Deborah Falconer, dalla quale ha avuto un figlio di nome Indio.
  32. Dopo essersi separato dalla Falconer, nel 2005 ha sposato Susan Downey; i due si erano incontrati nel 2003 sul set di Gothika, di cui lei era uno dei produttori.
  33. Dalla moglie Susan ha avuto due figli: un maschio, Exton, nato nel 2012 e un femmina, Avri Roel, arrivata nel 2014.
  34. Robert Downey Junior 10Se aver interpretato Iron Man ha decisamente dato una notevole visibilità a RDJ, inizialmente la Marvel si era opposta alla sua candidatura. Fu il regista Jon Favreau a insistere perchè avesse la parte, sostenendo: “Tutti sapevano che aveva talento… Certo, analizzando il ruolo di Iron Man e sviluppandone lo script mi sono reso conto che il personaggio sembra combaciare perfettamente, nel bene e nel male, con Robert. E la storia di Iron Man è davvero affine a quella della carriera di Robert.”
  35. Per il ruolo di Tony Stark erano in lizza anche Nicolas Cage, Tom Cruise e Leonardo DiCaprio, ma alla fine sappiamo chi l’ha spuntata.
  36. L’attore non limita la pratica delle arti marziali al set dei suoi film, ma è anche assiduo cultore, nel proprio tempo libero, della disciplina del Wing Chun.
  37. Per ciò che riguarda il suo credo religioso, l’attore ha dichiarato in un intervista con il  Times: “C’è stato un periodo in cui ha seguito gli Hare Krishna, ma è abbastanza lontano. Ora io mi definirei un ebreo-buddista. Tuttavia ci sono stati molti momenti in cui il cattolicesimo mi ha salvato il fondoschiena.”
  38. Robert Downey Junior 11Per quello che riguarda il suo antagonista ideale, RDJ ha dichiarato a Jon Stewart durante il Daily Show di aver sempre desiderato quale villain per Iron Man il perfido Mandarino e di aver pregato il presidente della Marvel Kevin Feige di inserirlo in no dei seguiti. La richiesta è stata soddisfatta nel 2012 in Iron Man 3, in cui a interpretare il personaggio è stato Ben Kingsley.
  39. Non solo attore, Downey Jr. ha anche una propria casa di produzione, la Team Downey, fondata con la moglie Susan e che ad oggi ha prodotto The Judge (2014).
  40. Seppure non si sia ancora aggiudicato un premio Oscar, è da alcuni anni al primo posto della lista di Forbes degli attori più pagati ad Hollywood, con un record di ben 80 milioni di dollari stimati guadagnati nel 2015.

Articoli correlati

Inserisci un commento