15 maggio 2016

60 cose da sapere su X-Men – Apocalisse

I giovani mutanti guidati dal Professor Xavier questa volta devono vedersela con una terribile minaccia che riemerge dal passato assetata di vendetta. Riusciranno a trovare la forza per affrontarla e sconfiggerla?

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
15 maggio 2016
x-men apocalisse

Negli ultimi tempi le saghe di supereroi e paladini imperversano sul grande schermo e dopo il marveliano Captain America: Civil War e Batman v Superman della DC arriva ora sugli schermi il nuovo capitolo di un altro prolifico franchise, questa volta in mano alla Fox: X-men – Apocalisse. Il film, che segue gli eventi narrati in Giorni di un  futuro passato (2014), vedrà i mutanti – nella loro versioni più giovani – affrontare una nuova terribile minaccia che arriva dal passato.

Per arrivare preparati all’epico scontro con il potentissimo Apocalisse e i suoi 4 Cavalieri, ecco le 60 cose da sapere:

  1. x-men apocalisse posterDopo gli aventi di Giorni di un futuro passato, i protagonisti hanno preso direzioni diverse: Charles Xavier (James McAvoy) e Hank McCoy (Nicholas Hoult) insegnano a una nuova classe di studenti, Erik Lehnsherr (Michael Fassbender) prova a rifarsi una vita in Europa e Raven Darkhölme (Jennifer Lawrence) si è data alla macchia.
  2. La prima sequenza è ambientata 5.000 anni fa e per realizzarla, il regista Bryan Singer e Simon Kinberg hanno dichiarato di aver guardato parecchi documentari sull’antico Egitto e sulla teoria della costruzione delle Piramidi. Desideravano inoltre che le sequenze avessero un sapore biblico.
  3. La realtà rappresentata è differente da quella dei precedenti film: in questa linea temporale, i mutanti si sono rivelati al mondo nel 1973 e vivono alla luce del sole, per lo più accettati dalla società.
  4. Dietro una superficiale accettazione, si cela ancora un latente pregiudizio che Raven cerca di combattere viaggiando per il mondo e lottando per i diritti dei mutanti.
  5. mysticaQuesto nuovo sviluppo non porta necessariamente ai fatti narrati nel primo film degli X-Men, anche se secondo una filosofia vigente, lo scorrere degli eventi porterà sempre al medesimo epilogo e, salvo ulteriori deviazioni e viaggi temporali, dovrebbe portare al futuro mostrato alla fine della precedente pellicola.
  6. Apocalypse vuole portare a completamento le vicende di Charles, Erik, Hank e Raven che hanno avuto inizio in X-Men – L’inizio e in qualche modo porta a un loro ricongiungimento. Sono inoltre co-protagonisti anche le new entry Scott Summers (Tye Sheridan) e Jean Grey (Sophie Turner) e la loro storia è collegata a quella dei precedenti quattro.
  7. x-men apocalisse 2Gli occhiali da sole di Ciclope sono Ray-Ban.
  8. Appena scoperto di aver ottenuto la parte di Ciclope, Sheridan ha scritto a mano una lettera al suo predecessore, James Marsden, dicendogli che era onorato di succederlo, e il secondo ha risposto via e-mail nel giro di qualche ora.
  9. Uno degli aspetti centrali del film è la relazione parentale tra Scott e Alex Summers / Havok, che sono fratelli, e rappresenta una tematica che attendeva di essere approfondita sin dal primo capitolo della saga.
  10. A livello tematico, Apocalisse è incentrato sul ricongiungimento familiare.
  11. Kinberg descrive il mood del film come un incrocio tra la leggerezza di X-Men – L’inizio, con un gruppo di giovani mutanti con “l’estetica kitsch anni ’80” e l’atmosfera cupa di Giorni di futuro passato, per la involuzione nelle dinamiche a livello mondiale.
  12. x-men apocalisse 3Dato che i mutanti non hanno più la necessità di nascondersi, la scuola per giovani dotati di Charles Xavier è decisamente più grande e un “luogo più luminoso e felice”, almeno nelle sequenze iniziali.
  13. Psylocke (Olivia Munn) originariamente non doveva essere il quarto Cavaliere dell’Apocalisse; tuttavia, necessitando di un diverso personaggio, Singer e Kinberg hanno deciso che volevano una donna e hanno optato per lei. Kinberg inoltre aveva da poco incontrato la Munn per un ruolo in Deadpool e ha subito pensato che sarebbe stata perfetta nei panni della mutante. L’attrice è stata entusiasta della proposta.
  14. Il passato e la crescita di Psylocke non sono in alcun modo affrontati nel film e, sebbene ci siano alcuni piccoli riferimenti per i fan del fumetto, la incontriamo già completamente formata.
  15. Il costume della suddetta era stato inizialmente pensato in origine nero, ma la Munn ha voluto che fosse viola per essere più fedele ai comics.
  16. Nonostante il lato molto sensuale del personaggio, era essenziale non trascurarne anche il complesso retroscena psicologico: si è infatti sempre percepita come un’arma, abituata ad essere usata, ed è solo in cerca di “un giusto scopo”.
  17. x-men apocalisse 4Pyslocke palesa la telecinesi, ma non la telepatia, potere che la sua interprete e lo sceneggiatore hanno preferito serbasse per sè.
  18. Le sue abilità in combattimento non si esauriscono qui: ha infatti una spada e uno psico-pugnale che usa contemporaneamente quando attacca.
  19. Lo sviluppo della sceneggiatura è stato un percorso decisamente lungo. Kinberg e Singer hanno impiegato ben 9 mesi nell’elaborazione del solo concept, prima di scrivere anche una sola riga dello script; hanno poi investito molto tempo a guardare le diverse versioni dei cartoni animati di Apocalypse.
  20. Apocalisse è stato introdotto per la prima volta nella saga illustrata in X-Factor # 5 nel 1986 ed era originariamente chiamato En Sabah Nur alias “Il Primo”.
  21. Il personaggio del film, interpretato da Oscar Isaac, è la somma delle molteplici versioni a fumetti e dei cartoons, ma non solo: è descritto da Singer come “il Dio del Vecchio Testamento“.
  22. x-men apocalisse 15Oltre a essere visivamente interessante, è stato scelto come villain principale poichè il regista e lo sceneggiatore volevano indagare la reazione di un individuo che, adorato ai suoi tempi come una divinità, si svegliasse al giorno d’oggi e fosse trattato senza privilegi.
  23. Apocalisse ha diversi poteri nel film, tra cui la levitazione, l’invulnerabilità, una forza sovrumana, il teletrasporto e la telecinesi, ma è stato necessario porvi delle limitazioni o il film sarebbe stato decisamente breve.
  24. Questo super-mutante si sposta da un corpo all’altro, non avendo in se stesso una forma fisica definita, ma essendo una sorta di “energia”, e così è stato in grado di accumulare sempre maggiori poteri nel corso degli anni.
  25. x-men apocalisse 16L’ospite mutante che sceglie di occupare all’inizio del film risulta essere una pessima scelta, poichè si rivela una ‘prigione’ per lunghissimo tempo.
  26. Apocalisse vuole riportare ordine nel mondo, non importa quale sia il prezzo.
  27. Gli altri adattamenti da parte della Fox dei fumetti di Deadpool, Gambit, I Fantastici Quattro e Wolverine si svolgono in una realtà successiva a Giorni di un futuro passato, e in Apocalisse la vicenda dello stadio che cade sulla Casa Bianca avvenuta nel 1973 è una parte fondamentale delle future evoluzioni.
  28. Il film è stato girato in 3D nativo, così da mantenere la purezza del formato e ridurre i tempi di post-produzione necessari per una conversione, fornendo così più tempo per il processo creativo.
  29. x-men apocalisse 6Hank è un insegnate nelle prime sequenze e costruisce alcune ingegnose invenzioni per alcuni dei nuovi personaggi, che hanno problemi con i loro poteri. Non solo, si deve a lui anche la progettazione dell’X-Jet.
  30. Hank e Charles hanno un rapporto paritario più che di mentore e allievo, ma mentre Carl è contento del rapporto apparentemente sano tra umani e mutanti, Hank è ancora persuaso della necessità degli X-Men, motivo per cui costruisce il jet.
  31. Per ciò che concerne la percentuale di presenza sullo schermo di Hank e di Bestia, è circa 50/50: per la prima metà del film è umano, per la seconda torna alle sue sembianze mutanti. Inoltre, grazie a una nuova tipologia di trucco meno pesante, è ora possibile apprezzare maggiormente i tratti naturali del viso e la mimica di Nicholas Hoult.
  32. x-men apocalisse 7Hoult e McAvoy sono diventati buoni amici fuori dal set, fatto che Singer ha potuto sfruttare per le parti improvvisate – da lui molto amate – e che ha permesso ai due di inscenare un rapporto più verisimile anche sullo schermo.
  33. Hank assume un ruolo più paterno con i nuovi giovani membri degli X-Men.
  34. Kinberg ha affermato che tutto ciò che non è stato ancora narrato nei capitoli precedenti è in procinto di essere sviluppato, anche la saga della Fenice Nera.
  35. x-men apocalisse 8Angelo (Ben Hardy) appare in due forme, quella di Angelo e di Arcangelo, e le sue ali sono in ambedue i casi completamente ricostruite in CG.
  36. E’ la seconda volta che la versione mutante di Warren Worthington compare sul grande schermo (la prima è stata in X-Men – Conflitto finale). Qui viene reclutato nei 4 Cavalieri dell’Apocalisse.
  37. Se Giorni di un futuro passato è stato un percorso incentrato su Charles, lo sceneggiatore ha anche asserito che Apocalisse lo è invece di Erik e Raven.
  38. x-men apocalisse 5Ci sono ben 3 storie d’amore nel film.
  39. Havoc ha dato una ripulita alla sua vita: ora vive a Omaha e lavora come dirigente della Berkshire Hathaway.
  40. Quando ha iniziato a scrivere il nuovo capitolo, Singer sapeva di voler raccontare due storie: cosa è successo a Raven ed Erik quando hanno lasciato lo stadio e gli inizi di Jean, Scott e Storm.
  41. I Celestiali entrano in qualche maniera a far parte di Apocalisse.
  42. Molti dei giovani mutanti non sono ancora in grado di comprendere appieno i loro poteri.
  43. x-men apocalisse 9L’adattamento si potrebbe dire filmicamente citazionista: ambientato nel 1983, in una scena i personaggi discutono su quale tra i primi due film della saga di Star Wars sia migliore, se Una Nuova Speranza o L’impero colpisce ancora.
  44. Per girare le varie sequenze sono stati utilizzati plurimi mezzi: dal punto di vista unico e dinamico girato con una Go-Pro e una Phantom, agli stunt e alle coreografie, realizzati con l’uso di molteplici effetti speciali.
  45. Nelle prime fasi dello sviluppo del processo creativo, Singer ha coinvolto gli sceneggiatori dei precedenti X-Men Mike Dougherty e Dan Harris in modo da “poterne spremere il succo”; i due poi, seduti a tavolino con Kinberg hanno discusso dello script di X-Men: Apocalisse.
  46. x-men apocalisse 10Il potere di Jubilee (Lana Condor) ha decisamente più a che fare con il generare fuoco-plasma o energia elettrica, piuttosto che semplicemente creare fuochi pirotecnici.
  47. In apertura incontriamo il personaggio dopo che ha frequentato per ben 10 anni la scuola di Charles.x-men apocalisse 11
  48. Nell’economia filmica, Jubilee non ha un ruolo di particolare rilievo, ha funzione altresì come controparte comica nel gruppo di amici composto da Scott, Jean e Nightcrawler.
  49. Il suo costume ha cucite sopra una serie di spille e le spalline in pura estetica anni ’80.
  50. Nightcrawler (Kodi Smit-Mcphee) che vediamo in questo film è molto più vicino alla sua versione a fumetti, dacché è più vulnerabile, spavaldo e gioioso, ma è anche anche profondamente ancorato alla sua fede.
  51. Nightcrawler ha una colluttazione con Angelo prima che questi divenga uno dei quattro Cavalieri.
  52. x-men apocalisse 12Apocalisse ripercorre i passi che hanno condotto William Stryker a diventare il personaggio temibile che abbiamo conosciuto.
  53. Quando incontriamo per la prima volta Storm (Alexandra Shipp) lei si trova al Cairo, che cerca di sopravvivere con piccoli furti e gli unici mutanti che abbia mai conosciuto sono cattivi. Poi incontra Apocalisse, che le offre un gruppo a cui appartenere.
  54. La Shipp ha sfoggiato un accento keniano per la sua interpretazione del personaggio.
  55. Per girare una sequenza di Quicksilver, Evan Peters ha impiegato 30 giorni di riprese realizzate in diversi momenti così da poter tornare a verificare che ogni parte funzionasse.
  56. Quicksilver conosce l’identità di suo padre e ha trascorso gli ultimi 10 anni a cercarlo.
  57. Il velocissimo mutante non è più il cleptomane che abbiamo incontrato in Giorni di un futuro passato, anzi, in questo nuovo capitolo si è ripulito e ha un ruolo più importante.
  58. x-men apocalisse 14Come si può chiaramente desumere da uno dei trailer, Hugh Jackman è presente nei panni di Wolverine e ha una sequenza molto rilevante, anche per il futuro della saga…
  59. E’ presente un cameo di Stan Lee.
  60. E’ presente una scena alla fine dei titoli di coda, quindi non abbiate fretta di uscire.

Di seguito il trailer ufficiale di X-Men – Apocalisse, nelle nostre sale dal 27 maggio:

Articoli correlati

Inserisci un commento