15 gennaio 2016

Colony: Josh Holloway parla della serie e della nuova collaborazione con Carlton Cuse

Il protagonista e il produttore hanno chiacchierato della nuova collaborazione e dei temi affrontati nella nuova serie sci-fi di USA Network

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
15 gennaio 2016
Colony-holloway

Josh Holloway è tornato alla TV in grande stile. Dalla conclusione di Lost nel 2010, l’attore ha interpretato vari ruoli, ma questa volta avrà un ruolo del tutto diverso da quello di James ‘Sawyer’ Ford nella nuova serie sci-fi di USA Network, Colony. Non solo, Holloway ha anche ritrovato il suo leggendario produttore esecutivo di Lost, Carlton Cuse.

Colony è ambientata nella Los Angeles del futuro, una città assediata e occupata da una forza aliena. Naturalmente, vi è uno scontro tra i cittadini e coloro che cercano di controllarla. Alcuni residenti scelgono di combattere e ribellarsi contro l’occupazione, mentre altri scelgono di collaborare con gli intrusi. Holloway interpreta Will Bowman, un ex agente dell’FBI e padre che sente di non avere molta scelta su come affrontare questi intrusi. Durante l’invasione, suo figlio Bram (Alex Neustaedter) è preso ed è usato come leva per costringere il padre a collaborare con i suoi rapitori.

Josh-Holloway-in-ColonyPer Holloway, è stato il dilemma morale che il suo personaggio si trova di fronte ad attirarlo maggiormente:

“La cosa più incredibile [in questo show] è che la narrazione [si basa] sulla realtà”, aggiungendo: “Cosa faresti se avessero [preso] la tua famiglia? Quali decisioni prendereste se foste messi in quella situazione? Chi viene prima, la vostra famiglia o la vostra umanità?”

Quindi aspettiamoci che, attraverso Colony, Cuse esplorerà i dilemmi e le reazioni che, in fondo, le persone morali devono affrontare quando si trovano in una situazione opprimente e minacciosa come un’occupazione militare. E lascia intendere che la serie offrirà gli spettatori qualche spunto sulle motivazioni che i personaggi avranno per fare le scelte che alla fine faranno.

Holloway ammette che ad averlo convinto ad accettare il ruolo è stata l’occasione di riunirsi con il produttore esecutivo di Lost, Carlton Cuse. E’ stato come indossare un vecchio paio di jeans dopo aver lavorato con questo ragazzo e non averne saputo più nulla per 6 anni ha detto. Per quanto riguarda il suo approccio nell’interpretare un personaggio che è palesemente diverso da Sawyer, che per giunta si ritrova in una trama che non ha alcuna somiglianza con Lost, Holloway ha detto che è pronto ad affrontare le sfide che presenta:

“Mi sono allenato per questo. Mi piace una storia in cui il pubblico sa molto di ciò che sta accadendo tanto quanto i personaggi, e il mistero si svela lentamente, così come ciò che sta accadendo, e voi siete lì con me”.

Quanto a Cuse, è felice di lavorare con Holloway ancora una volta, sottolinenado che non aveva in mente nessun altro per il ruolo di Bowman. Abbiamo scritto il ruolo per Josh. Decisamente. Abbiamo specificamente [di lui e] che ci riferivamo al personaggio come ‘Joshed’ durante le riunioni. Eravamo tutti della stessa idea”.

Cosa sarebbe successo allora se Holloway non avesse accettato il ruolo? “Sarei stato ucciso”, ha scherzato Holloway.

Il primo episodio di Colony – che vede nel cast anche Sarah Wayne Callies (The Walking Dead) – è andato in onda ieri sera, 14 gennaio.

Articoli correlati

Inserisci un commento