4 febbraio 2016

Daredevil 2: Jon Bernthal dice che il suo Punisher sarà un personaggio difficile da digerire

L’attore si è soffermato sulla complessità di un personaggio come Frank Castle

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
4 febbraio 2016
Jon_Bernthal_The_Punisher

Durante una recente intervista Jon Bernthal ha detto delle cose davvero molto interessanti riguardo al suo ruolo come Punisher nella stagione 2 di Daredevil, che i fan di Frank Castle dovrebbero decisamente apprezzare. Leggete un po’ come ha parlato della parte:

Penso che questo tizio viva in un mondo di tenebre che nessun altro in questo universo può capire. Il mio obiettivo era entrare in quell’oscurità e portarla in superficie, per non colpire mai in modo leggero, per non usare mai mezze misure, per non dover mai chiedere scusa, per non ispirare mai simpatia negli altri, per essere completamente antipatico in ogni momento.

Appunto! Il Punitore non ha bisogno di sentirsi dispiaciuto, nè tanto meno deve provare pena. Per quelli che vogliono una stagione più cupa, Bernthal è la persona che vi accontenterà:

Daredevil-PunisherSi potrebbero perdere spettatori con il secondo episodio. Potrebbero dire ‘Non importa cosa succede a quest’uomo, non importa quello che scopriamo su di lui, dopo le sue azioni negli episodi 1 e 2 non posso sostenerlo. In questi giorni ed epoca storica, con tutto quello che succede, non posso capire quest’uomo’. Mi piace questo, perché il mio obiettivo e l’obiettivo della squadra è di riguadagnarci la loro fiducia, spiegando [le sue motivazioni] e riempiendo gli spazi vuoti, e sia che possiate appoggiarlo o meno, riuscirete a comprenderlo. 

Non si può che rimanere impressionati dalla sua analisi di Frank Castle. E questo non fa che accrescere ulteriormente le aspettative.

Articoli correlati

Inserisci un commento