24 agosto 2017

George R.R. Martin: “Vi racconto perchè venni rifiutato per Star Trek: The Next Generation”

Lo scrittore ha ricordato il colloquio di lavoro e le assurde parole del suo intervistatore

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
24 agosto 2017
George-RR-Martin

A un certo punto della sua carriera, George R.R. Martin, autore di Cronache del ghiaccio e del fuoco (A Song of Ice and Fire), fece un colloquio per un posto da sceneggiatore per la serie TV Star Trek: The Next Generation. Venne respinto, ma il motivo è piuttosto sorprendente, come lo scrittore ha raccontato in una recente intervista:

star trek next generationFeci un colloquio con Star Trek: The Next Generation per un possibile lavoro nello staff degli sceneggiatori. Mi ricordo di essere entrato nell’ufficio di questo produttore – che per fortuna non è durato a lungo nello show e potete facilmente intuire il perchè non appena saprete la vicenda. Mi disse: ‘Non so chi sei, puoi dirmi le tue credenziali?’. Risposi: ‘Ho da poco finito l’esperienza su Ai Confini della Realtà, su cui ho lavorato per un po’, ma in precedenza ho scritto romanzi e racconti. Sono principalmente uno scrittore di fantascienza.’ Mi disse: ‘Oh, davvero? Ebbene, Star Trek non è una serie di fantascienza, è uno show sulle persone’. Ero stato ingannato dai siluri fotonici e dalle navi spaziali. Ero stato fuorviato. Inutile dire che non ottenni quel lavoro.

Essere scartato perchè era uno scrittore di sci-fi è davvero una motivazione piuttosto assurda. Maurice Hurley, che è stato lo showrunner delle prime due stagioni di Next Generation, non aveva in effetti però alcuna esperienza lavorativa nel campo della fantascienza prima di lavorare su Star Trek. E’ quindi probabile che sia stato lui l’intervistatore che parlò con Martin. Oppure sapeva già che Martin non sarebbe mai riuscito a finire le sue sceneggiature in tempo!

Purtroppo non sapremo mai cosa aveva in mente Martin per i suoi episodi.

Articolo
Titolo
George R.R. Martin:
Descrizione
Lo scrittore ha ricordato il colloquio di lavoro e le assurde parole del suo intervistatore
Autore
Nome del publisher
Il Cineocchio
Logo del publisher

Articoli correlati

Inserisci un commento