Horror & Thriller

Titolo originale: The Exorcist, uscita: . Regista: Rolin Jones, stagioni: 2.

Jeremy Slater su The Exorcist: “Vi svelo tutto quello che sarebbe successo nella stagione 3”

di

Dopo la cancellazione improvvisa della serie, lo showrunner ha parlato di cosa sarebbe successo nei nuovi episodi ai protagonisti Tomas, Marcus e Mouse

Nei giorni scorsi in molti sono rimasti sorpresi e amareggiati della cancellazione della serie The Exorcist da parte della FOX dopo solo due stagioni. Un peccato, anche se il creatore Jeremy Slater ha ammesso di non nutrire alcun rancore nei confronti della rete, sottolineando come lo show fosse quello con le recensioni più negative in assoluto. In ogni caso, lo showrunner, nel corso di una recente intervista, ha rivelato alcuni interessanti frammenti di ciò che i fan avrebbero potuto vedere se solo la FOX avesse creduto in una terza stagione.

Attenzione agli SPOILER

Il momento divino di Marcus (Ben Daniels)

Ha ricevuto un messaggio da Dio. Chiaramente sa che è successo qualcosa di brutto. Chiaramente sa che Tomas (Alfonso Herrera) è nei guai, ma questo non significa necessariamente che sappia dove si trovi Tomas e quale sia il problema.

L’incontro tra Tomas e Marcus

Assolutamente sarebbe un disservizio ritornare, e la scena d’apertura della terza stagione di The Exorcist vedrebbe Marcus che butta giù la porta e dice: “Tomas, mi manchi“. Abbiamo più o meno pianificato questa grande sequenza tra loro due, e quindi dovevamo farlo per bene .

La relazione tra Tomas e Mouse (Zuleikha Robinson)

Sarebbe assolutamente interessante vedere cosa succederà a Tomas mentre si rimette in marcia con un nuovo partner, soprattutto sapendo quanto sia diversa Mouse da Marcus in termini di metodi e spietatezza, e tutto il resto. Lei lo comincerà ad addestrare in modi molto diversi e lo userà in modi diversi. Dove Marcus era costantemente preoccupato, quasi fino all’ossessione, di proteggere Tomas, Mouse non ha quegli stessi istinti materni. Agli occhi di Mouse, Tomas è un’arma da utilizzare in questa guerra più vasta. È una risorsa che potrebbe controllare. Questa è una dinamica molto interessante e divertente. La domanda è: per quanto tempo puoi tenere separate queste due storie se Marcus non sa necessariamente dove sono Tomas e Mouse?

Espandere il network

Parte della storia nella terza stagione di The Exorcist vedrebbe Marcus ricorrere alle sue connessioni con il mondo religioso per rintracciare il suo partner scomparso. Se non può più fidarsi della Chiesa, perché è stato compromesso, penso che sarebbe divertente vedere Marcus uscire dai confini della Chiesa e parlare con alcune delle persone che avrebbe incontrato negli ultimi 30 anni di esorcismi sule persone. [Delle fonti] che si occupano di teorie cospirative, reliquie religiose e cose del genere … Sciamani e rabbini e persone di fedi diverse che potrebbero combattere lo stesso Male usando terminologie e metodologie differenti.

Ribaltare i ruoli

Con Marcus che torna a lavorare con le sue fonti “sarebbe un modo interessante per riportare Marcus in quel mondo, invece di fargli soltanto dire ‘Sì, sono di nuovo un esorcista ora!’ Lasciamo che per un po’ ad occuparsene sia Tomas. Lasciamo che Tomas sia l’esorcista e lasciamo che sia Marcus a cercare il suo amico e a salvarlo”.

Non avere paura dei flashback

Quella scena conclusiva [nel finale di stagione della stagione 2 di The Exorcist] in cui Marcus riceve quel messaggio da Dio avviene sei mesi dopo che i due si sono separati. Quindi avremo sei mesi per spiegare cosa è successo a Tomas e Mouse in viaggio. Potrebbe anche esserci del potenziale per raccontare storie che stanno accadendo su linee temporali ramificate e flashback e altre cose del genere …

Bene. Ora potete immaginare mentalmente la terza stagione di The Exorcist, che quasi sicuramente non vedremo mai, così come pure Ash vs. Evil Dead, Tremors (almeno qui abbiamo il trailer del pilot scartato) o Lucifer

Di seguito la clip originale di uno degli esorcismi eseguiti nella stagione 2:

Fonte: TVL

Horror & Thriller

Recensione | The Strangers – Prey at Night di Johannes Roberts

di
William Maga

Christina Hendricks è la sventurata protagonista di un sequel derivativo e campato per aria, che getta malamente al vento le atmosfere e i punti di forza del primo film

Leggi
Horror & Thriller

Riflessione | “Introspettivo come Logan, inventivo come Il Cavaliere Oscuro”: perché The Predator di Shane Black non ci convince

di
Sabrina Crivelli

Le parole del regista e del protagonista Boyd Holbrook sul quarto capitolo della saga fanta-horror lasciano perplessi, senza contare che lo stesso Arnold Schwarzenegger ha ripudiato il copione dopo averlo letto

Leggi
Horror & Thriller

Rob Zombie: “Potendo, farei un remake di Il Mostro della Laguna Nera”

di
Redazione Il Cineocchio

Il regista e rocker ha ammesso il suo sogno nel cassetto, spiegando le semplici ragioni della scelta

Leggi