13 gennaio 2017

La web serie tedesca di zombie Viva Berlin! è visibile per intero online

Dopo un’attesa di alcuni anni, i 5 episodi sono finalmente riemersi e resi disponibili per gli appassionati

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
13 gennaio 2017
viva berlin! webserie

Forse qualcuno si ricorderà di Viva Berlin!, webseries zombie realizzata low budget da alcuni studenti tedeschi (tra cui Benjamin Munz) come loro progetto finale per la Filmakademie Baden-Württemberg Film Academy di cui si è parlato nel lontano 2011. L’esplosione presso il grande pubblico di The Walking Dead non era ancora avvenuta all’epoca e si speculava più che altro sul fatto che tutta l’attenzione verso i non morti fosse o meno sul punto di esaurirsi.

viva_berlin_tv_series_posterProprio quella speculazione all’uscita dei primi trailer, e soprattutto la bontà del materiale mostrato, avevano però spostato le mire direttamente verso un lungometraggio, facendo accantonare la serie. Ora però, dopo tutti questi anni, Viva Berlin! è finalmente trapelata online – in quella che viene etichettata come una versione completa al 90% – per la gioia di tutti quei fan che la stavano attendendo e avevano perso le speranze.

Questa la trama:

Una piaga sconosciuta si sta rapidamente diffondendo a Berlino. Tutti i contagiati si trasformano in zombie assetati di sangue che si nutrono dei non infetti. Dopo un breve periodo di tempo, il 90% della popolazione è morto o non morto; il volto di Berlino è cambiato del tutto. Viva Berlin! è il primo serio tentativo della Germania di approcciarsi a un progetto sugli zombie. La serie si compone di 5 mini episodi

Di seguito trovate il primo episodio (ma sul canale ufficiale trovate anche i successivi), sottotitolato in inglese. Buona visione!

 

Articolo
Titolo
La web serie tedesca di zombie Viva Berlin! è visibile per intero online
Descrizione
Dopo un'attesa di alcuni anni, i 5 episodi sono finalmente riemersi e resi disponibili per gli appassionati
Autore
Nome del publisher
Il Cineocchio
Logo del publisher

Inserisci un commento