18 agosto 2016

Luke Cage: Mahershala Ali parla delle ispirazioni musicali per Cottonmouth

Il villain di Harlem è stato plasmato sulle note dei pezzi di alcuni dei più noti rappresentanti dell’hip-hop locale

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
18 agosto 2016
Mahershala-Ali-Luke-Cage

Il Marvel Cinematic Universe sta continuando ad espandersi in TV, e in particolare su Netflix, dove presto approderà la serie interamente dedicata a Luke Cage – terzo show Marvel presentato dal servizio di streaming dopo Daredevil e Jessica Jones, che vedrà protagonista Mike Colter (The Good Wife).

Cheo Hodari Coker (Ray Donovan) serve da showrunner in Luke Cage, dove appariranno molti personaggi provenienti dalle pagine dei fumetti, tra cui Misty Knight (Simone Missick) e lo storico avversario del supereroe Cornell ‘Cottonmouth’ Stokes, interpretato da Mahershala Ali (House of Cards). Proprio quest’ultimo in una recente intervista ha parlato del suo ruolo, soffermandosi sulle ispirazioni musicali che ha usato per portare in vita il villain e sull’importanza di avere un supereroe di afro-americano:

Sono entusiasta di Luke Cage, con Michael Colter che interpreta Luke Cage. Io interpreto il cattivo, Cottonmouth. E’ ambientato ad Harlem. Sarà semplicemente fantastico per la gente vedere un supereroe afro-americano, visto che non ce n’era nessuno quando ero piccolo.

luke-cage-mahershala-aliPer poter stabilire il tono unico di Luke Cage, sia all’interno del mondo dei Difensori che come serie TV autonoma, la musica ha giocato un ruolo fondamentale. Il teaser trailer del Comic-Con presentava in sottofondo “Shimmy Shimmy Ya” di Ol’ Dirty Bastard e Coker ha anticipato che ogni episodio della stagione 1 avrà il titolo di una canzone del duo hip hop Gang Starr di Brooklyn. Per quanto riguarda le ispirazioni musicali dirette di Ali, l’attore ha spiegato che crea ogni volta dei mixtape per ciascuno dei suoi ruoli al fine di incarnare meglio quel dato personaggio:

Per Cottonmouth ho usato una vasta gamma di musiche, perché lui è un musicista. Volevo inoltre che fosse consapevole del fatto che venisse da Harlem. Così alcuni dei brani hip hop che ho usato erano specificamente di artisti provenienti da uptown e dal Bronx: Big L, Diamond D, Brand Nubian; così come D’Angelo, Mobb Deep, Kanye ed Erykah Badu.

Gli artisti che Ali ha scelto di certo sono in linea, per la maggior parte, con il tono di Luke Cage, che Colter ha descritto come avente “un’atmosfera da scena hip-hop anni ’90.” Inoltre, la serie Netflix prevede le partecipazioni musicali di Raphael Saadiq, Faith Evans e Charles Bradley. La componente musicale di Luke Cage contribuirà a distinguere la serie non solo da Daredevil e Jessica Jones, ma anche da tutte le altre proprietà live-action di supereroi.

Detto questo, se la musica ha lavorato bene nei trailer di Luke Cage fino ad ora, resta da vedere come le performance musicali e la colonna sonora – composta da Ali Shaheed Muhammad degli A Tribe Called Quest e da Adrian Younge – si comporteranno nel contesto della serie stessa.

Articolo
Titolo
Luke Cage: Mahershala Ali parla delle ispirazioni musicali per Cottonmouth
Descrizione
Il villain di Harlem è stato plasmato sulle note dei pezzi di alcuni dei più noti rappresentanti dell'hip-hop locale
Autore
Nome del publisher
Il Cineocchio
Logo del publisher

Articoli correlati

Inserisci un commento