7 gennaio 2016

Netflix lancia il trailer del drama 70s The Get Down di Baz Lurhmann

La serie racconterà la nascita delle scene hip-hop, punk e disco nella difficile New York di inizio anni ’70

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
7 gennaio 2016
The Get Down

Seguendo il suo Grande Gatsby del 2013, il regista Baz Luhrmann sta per portare ora il suo talento visivo su Netflix per una nuova serie drammatica infusa di musica e girata a New York chiamata The Get Down, che sarà ambientata negli anni ’70 e coinvolgerà le fiorenti scene musicali hip -hop, punk e disco. Si tratta del primo grande progetto televisivo di Luhrmann, quindi speriamo che la durata estesa gli darà abbastanza tempo da dedicare anche ad altri aspetti della narrazione rispetto alla mera parte scenografica per la quale è soprattutto conosciuto.

Dal trailer appena diffuso sembra che lo show sarà una mix di West Side Story, Dirty Dancing e Footloose, ma ambientato nella comunità nera. La serie dovrebbe anche rivelarsi una vetrina per il gruppo di attori emergenti che saranno protagonisti, così come per alcuni veterani come Jimmy Smits (SOns of Anarchy) e Giancarlo Esposito (Breaking Bad).

Non è ancora stata annunciata una data di uscita specifica, ma solo un vago “2016”. Qui si seguito il trailer e la sinossi ufficiale:

The Get Down si concentra sulla morente New York degli anni ’70 – fatiscente, violenta e senza soldi. Cresciuta in questo scenario, una squadra di difficili adolescenti di South Bronx senza arte nè parte e senza nessuno che li protegga, se non gli altri del gruppo, sopravvivono armati solo dei loro giochi verbali, di passi di danza improvvisati e di alcuni pennarelli indelebili e bombolette spray. Dai caseggiati Bronx, alla scena artistica di SoHo; dal CBGB allo Studio 54 e perfino alle torri di vetro appena costruite del World Trade Center, The Get Down è la saga mitica di come una New York sull’orlo del fallimento ha dato alla luce hip-hop, punk e disco – attraverso le vite e la musica dei ragazzi di South Bronx che hanno cambiato la città e il mondo… per sempre.

Inserisci un commento