19 gennaio 2016

Robert Kirkman conferma che dopo l’arrivo di Negan nulla sarà più lo stesso in The Walking Dead

L’attesissimo arrivo del cattivo interpretato da Jeffrey Dean Morgan sarà “come una bomba atomica” per Rick e compagni

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
19 gennaio 2016
negan morgan

Se pensavate che il Governatore e Gareth fossero i peggiori personaggi che si potessero incontrare, non avete ancora visto niente. Questo perché il cattivo più famoso di The Walking Dead farà presto la sua comparsa nella versione TV del fumetto, che tornerà il 14 febbraio su AMC.

Negan – che sarà interpretato da Jeffrey Dean Morgan – entrerà in gioco ad un certo punto della seconda parte della sesta stagione, impugnando una mazza da baseball avvolta nel filo spinato (Lucille), pronto a tormentare i sopravvissuti di Alexandria. Sarà l’ultimo – e il più grande – ostacolo per Rick Grimes e compagni. E secondo il creatore della serie e produttore esecutivo della show Robert Kirkman, il suo arrivo cambierà le cose in modo permanente, e non in meglio.

negan“Per come possono andare gli scossoni, abbiamo un sacco di scossoni di stagione in stagione”, dice Kirkman. “Mantiene le cose interessanti – mi piace dire che fa pompare il sangue – ma Negan è una specie di una bomba atomica che sta per essere sganciata nello show e la serie sarà probabilmente non sarà mai più lo stessa dopo. Meglio allacciare le cinture no? “

Negan è il leader di un gruppo di uomini chiamato I Salvatori che abbiamo incontrato nel prologo del mideseason finale. Li abbiamo visti fermare Daryl, Sasha e Abraham sulla strada, informandoli che “le vostre cose ora appartengono a Negan.” Ma chi sono e in cosa si differenziano dagli altri gruppi che abbiamo incontrato prima?

“Penso che i Salvatori siano pericolosamente organizzati”, dice Kirkman. “I Lupi erano psicotici, i Cacciatori [il gruppo del Terminus] avevano molti punti deboli. Quando si tratta dei Salvatori, e di Negan in particolare, il modo in cui ho sempre pensato a loro nei fumetti è di un gruppo guidato da un tizio che ha una moralità non molto distante da quella di Rick, ma spostata verso gli aspetti più oscuri della la sua personalità, che è ancora un leader intelligente e capace che ha mantenuto il suo gruppo in vita contro ogni previsione, così come ha fatto Rick. E’ davvero il migliore che incontra il migliore. Quando queste due forze si trovano testa a testa, le cose si fanno davvero interessanti. Questo è un gruppo molto diverso da quelli incontrati prima. I Salvatori sono un gruppo al quale per il quale non sono davvero pronti”.

Vedremo se gli spettatori saranno preparati quando The Walking Dead tornerà 14 febbraio.

Articoli correlati

Inserisci un commento