Home » Cinema » Azione & Avventura » Dossier | Batman: Anno Uno, il film solo abbozzato di Darren Aronofsky e Frank Miller (sceneggiatura e concept)

Dossier | Batman: Anno Uno, il film solo abbozzato di Darren Aronofsky e Frank Miller (sceneggiatura e concept)

14/02/2020 news di Redazione Il Cineocchio

Agli inizi dei 2000, il regista e l'autore del fumetto originale furono vicinissimi a portare sul grande schermo la storia del 1987, seppur con molte differenze, ma il progetto venne accantonato

batman anno uno David Williams concept 1

Nel 2000, la Warner Bros. assunse Darren Aronofsky – fresco di Requiem for a Dream – per scrivere e dirigere un reboot del franchise di Batman, che avrebbe dovuto basarsi sulla miniserie a fumetti Batman: Anno Uno (Batman: Year One), scritta da Frank Miller e disegnata da David Mazzucchelli pubblicata nel 1987.  Di conseguenza, il regista collaborò con Frank Miller, che terminò di scrivere una prima bozza della sceneggiatura del film.

La sceneggiatura, tuttavia, era un adattamento piuttosto libero del materiale originale, poiché manteneva la maggior parte delle tematiche portanti e degli elementi presenti sulle pagine illustrate, ma evitava alcune altre convenzioni che avrebbero dovuto essere integrate nel personaggio principale.

batman anno uno David Williams conceptDarren Aronofsky agli albori della produzione affermò:

In qualche modo è basato sul fumetto … gettate via tutto ciò che potreste immaginare su Batman! Tutto quanto! Ricominciamo da capo!

Il fidato Matthew Libatique venne addirittura opzionato per essere il direttore della fotografia della trasposizione, mentre Christian Bale venne scrutinato per il ruolo di Batman (una parte che poi effettivamente ottenne. Darren Aronofsky ha in seguito dichiarato che avrebbe voluto Joaquin Phoenix nei panni dell’Uomo Pipistrello.

In ogni caso, nel 2002 lo studio accantonò definitvamente il progetto e sia Darren Aronofsky che Frank Miller passarono ad altri programmi.

Come sappiamo, nel 2005 Christopher Nolan iniziò poi la sua trilogia sul Crociato di Gotham, con il reboot Batman Begins, che prese ispirazione – tra le altre – anche da Batman: Anno Uno. Il film, e il suo sequel Il cavaliere oscuro del 2008, sono infatti ambientati nello stesso periodo temporale e adottano diversi elementi del fumetto in questione. Personaggi importanti come il commissario Loeb, il detective Flass e Carmine “Il Romano” Falcone hanno ruoli di primo piano in Batman Begins.

Va segnalato che, nel 2011, è stato effettivamente distribuito un film animato intitolato Batman: Year One, diretto da Sam Liu e Lauren Montgomery.

Per chi fosse interessato, la sceneggiatura completa del film Batman: Anno Uno di Frank Miller è disponibile per la lettura.

Le principali differenze dal fumetto

Dopo che i genitori di Bruce Wayne vengono uccisi, Bruce perde la sua fortuna e diventa un senzatetto.
Il personaggio di Alfred viene cambiato in un uomo afroamericano di nome Little Al, che gestisce un negozio di riparazioni di automobili e fa da mentore a Bruce.
Bruce non viaggia per il mondo, ma legge molti libri su vari tipi di combattimento e poi pratica tali discipline.
A differenza del fumetto, si sarebbe concentrato maggiormente su Bruce.

batman anno uno David Williams concept 3Bruce usa principalmente armi a base chimica durante i combattimenti (come l’originale Batman di Bill Finger).
Bruce Wayne ottiene il suo ‘alter ego’ da una T e da una W intrecciate su un anello che indossa mentre combatte il crimine, che viene scambiato per un pipistrello stilizzato.
Molte scene chiave del fumetto sono state omesse dalla sceneggiatura di Frank Miller.
Sono presenti la Batmobile e la Batcaverna. La Batmobile sarebbe stata un’auto modificata presente nel garage di Little-Al. La Batcaverne sarebbe stata ubicata in una stazione della metropolitana abbandonata.
Gordon vive a Gotham da anni e sta cercando di mollare poichè sua moglie è incinta.
La moglie di Gordon viene ribattezzata Ann.
Carmine Falcone viene omesso dalla sceneggiatura e Gillian B. Loeb lo avrebbe sostituito come ‘Maestro’ del crimine organizzato di Gotham City.
Selina Kyle sarebbe stata afroamericana e avrebbe avuto un ruolo più importante.
Il personaggio di Gordon sarebbe morto suicida.
La Batmobile sarebbe stata una Lincoln Continental.
Ci sarebbero stati molti nuovi personaggi che non presenti nel fumetto.

In chiusura, di seguito – e sopra – trovate alcune concept art per il film Batman: Anno Uno, realizzate dall’artista David Williams, che ci danno un assaggio dello stile dei costumi e di alcune armi:

batman anno uno David Williams concept 4

batman anno uno David Williams concept 2

batman anno uno David Williams concept 6

batman anno uno David Williams concept 5

dragon's lair cartone
Azione & Avventura

Dragon’s Lair: Netflix gira il film live action; Ryan Reynolds forse protagonista

di Redazione Il Cineocchio

Il noto videogioco anni '80 di 'spada e stregoneria' è pronto finalmente alla versione dal vivo, da tempo sognata da Don Bluth

Leggi
Azione & Avventura

David Harbour su Hellboy: “Il fiasco al botteghino? Merito dei fan di del Toro”

di Redazione Il Cineocchio

Dopo essersi scagliato contro il 'metodo Marvel', il protagonista del reboot di Neil Marshall prova a giustificare il flop del film incolpando chi l'aveva preventivamente criticato

Leggi
cinema coronavirus
Azione & Avventura

Riflessione | Cinema vs. coronavirus (Part II): pandemia ‘cafona’ e modello cinese

di Michele Senesi

Continua la nostra esplorazione di questo difficile e inedito momento storico, provando a capirne le possibili conseguenze sul mondo dell'intrattenimento

Leggi
taron e la pentola magica
Azione & Avventura

Dossier | Taron e la pentola magica: il flop che ha quasi stroncato – e poi rilanciato – la Disney

di William Maga

Nel 1985 arrivava nei cinema il tribolatissimo 25° classico dello studio, un'opera tanto ambiziosa quanto maltrattata, ispirata alla saga fantasy 'Le cronache di Prydain' di Lloyd Alexander

Leggi
ben affleck la legge della notte
Azione & Avventura

La legge della notte | La recensione del film di – e con – Ben Affleck

di Alessandro Gamma

L'adattamento del romanzo di Dennis Lehane sull'era del Proibizionismo non offre nulla di nuovo per il genere e mette in luce i limiti da regista della star

Leggi