Home » Cinema » Horror & Thriller » Recensione | Breaking In di James McTeigue

5/10 su 303 voti. Titolo originale: Breaking In, uscita: 05-05-2018. Budget: $6,000,000. Regista: James McTeigue.

Recensione | Breaking In di James McTeigue

25/07/2018 recensione di Sabrina Crivelli

Gabrielle Union è l'eroica madre protagonista di un home invasion 'al contrario' che brilla per totale assenza di tensione e il cui grado di retorica rasenta il grottesco

Quando lo spettatore si approccia fiducioso al thriller è giustamente in cerca di un qualche brivido, che d’altra parte il nome stesso della categoria promette. Più o meno buono che sia, la suspense poi dovrebbe essere tenuta alta per la maggior parte del minutaggio e l’azione – a volte il mistero – dovrebbero aiutare nell’operazione. Dovrebbe … Guardando Breaking In infatti, diretto da James McTeigue (V per Vendetta, Sense8) e malamente scritto – il copione e i dialoghi fanno venire il latte alle ginocchia, ma approfondiremo in seguito – da Ryan Engle, poco riesce nell’intento di creare tensione e la conclusione è tanto telefonato e ovvio che, quando finalmente ci si giunge, non c’è alcuna sorpresa, solo al massimo un certo sollievo per esserci infine arrivati.

Breaking In – il titolo lo suggerisce – implica subito l’introdursi di nascosto tra le mura domestiche di una qualche casa. Home invasion sui generis, si tratta però di uno scambio di ruolo, visto che a cercare di penetrare in una bella villa dispersa nel mezzo dei boschi americani non è il solito malintenzionato, ma la legittima proprietaria, Shaun Russell (Gabrielle Union), moglie e madre di due adolescenti, Jasmine (Ajiona Alexus) e Glover (Seth Carrper), per salvare la sua amata prole. Difatti, dopo la morte del padre di lei (uomo d’affari accusato di truffa finanziaria), un gruppo di criminali decide di rubare il prezioso contenuto della cassaforte che lui nascondeva nella sua casa / fortezza e dove, caso sfortunato vuole, Shaun e i figli si recano per organizzarne la vendita. Nottetempo i malintenzionati imprigionano e legano i due ragazzini, ma la donna riesce eroicamente a scappare, promettendo ovviamente di tornare quanto prima per liberarli. Il resto? E’ lei che fa dentro e fuori dalla magione, temporeggia e patteggia con gli intrusi, insegue ed è inseguita fino all’epilogo edificantemente scontato …

Viene quindi da domandarsi: ‘perché vedere Breaking In?‘ Ebbene, difficile sarà trovare una risposta al quesito, visto che molteplici sono gli aspetti tutt’altro che entusiasmanti. Anzitutto, come anticipato, manca il ritmo, non c’è ansia, elementi che ci si aspetterebbe essenziali vista la trama. Tutti sanno che una volitiva madre, simbolo del femminismo postmoderno, vincerà alla fine contro i quattro violenti maschi criminali che aggrediscono il suo nido. C’è da aspettarselo, d’altronde, sin dall’apertura, quando la vediamo, fragile – ma forte – affrontare la morte e l’ignominia lasciatele in eredità dal discusso genitore. Tuttavia, perfino in un simile contesto, stupisce il livello di retorica smaccatissima che inonda pressoché ogni battuta e risulta grottesca, ridicola. Il concetto di matriarca salvatrice dei suoi piccoli e di donna straordinaria viene ribadito alla nausea e anticipata dall’affermazione della protagonista a Jasmine: “Sono tua madre è il mio lavoro badare a te, non il tuo badare a me” (notare che poi la figlia le fa il verso quando dice al fratellino in un momento di crisi: “Sono la tua sorellona è il mio lavoro badare a te, non il tuo badare a me”). A ciò s’accoda il capo del manipolo di ladri, Eddie (Billy Burke), il quale dice una mezza dozzina di volte almeno ai suoi ‘colleghi’, dubbiosi che la fuggiasca sia scappata a chiamare la polizia, che non devono vacillare, che lei tanto non si allontanerà più di 10 metri perché è una madre e loro ne hanno catturato i figli! Poi parte l’encomio della stessa, genitrice, sì, ma quasi supereroina e il sintagma “Amazing Woman” viene riproposto a oltranza, quasi quanto si ripete “Pelide Achille” nell’Iliade (l’ultima delle volte, Gabrielle Union replica addirittura a un “Sei una donna straordinaria …” un “No,  solo una mamma”). Infine c’è l’apoteosi, quasi sublime: il tagliagole messicano (un personaggio il cui livello di stereotipizzazione rasenta il surreale) afferma netto che avrebbe voluto avere una mamma come lei (!!).

Se quindi è quasi impossibile prendere sul serio i dialoghi, ad aggiungersi al calderone ci sono poi una serie di altre note desolanti, primo fra tutti il ricorso a piene mani a una miriade di cliché e uno sviluppo di una noiosità e prevedibilità estrema. Si parte dalla solita silloge di escamotage ansiogeni, come la tipica inquadratura sinistra dal basso alle spalle (che mima lo sguardo di chi spia), lo scricchiolio, la musica che parte d’improvviso (sembra quasi un classico horror di case stregate …), una fotografia con la cornice di vetro rotta … Si sommano dopo gli inseguimenti con cadute varie (con un tocco di rallenti qua e là), a cui però l’inseguito scampa giusto al momento buono, e le comparse provvidenziali di due personaggi giusto per traghettare gli eventi al finale. Poi c’è la protagonista Gabrielle Union (Bad Boys II), che alterna lo sguardo volitivo della leonessa che difende i propri cuccioli alle faccine preoccupate con tanto di rughine in fronte, peraltro catturate da interminabili primi piani. In ultimo, non c’è una goccia di sangue o un minuto di seria violenza, avviene tutto fuori campo (a un succoso sgozzamento vengono preferiti dei patetici primi piani sul carnefice dalla mimica luciferina e sugli spettatori sconvolti del suo misfatto).

Insomma, se la banalità potesse concretizzarsi in un film, questo sarebbe Breaking In, di cui potete avere un assaggio nel trailer ufficiale in italiano di seguito e che debutterà nei nostri cinema il 26 luglio:

Gabrielle Union
Billy Burke
Richard Cabral
Ajiona Alexus
Levi Meaden
Seth Carr
Mark Furze
Jason George
Christa Miller
Damien Leake
Mark Sussman
Kirk Thornton
halloween michael myers 2018
Horror & Thriller

Un teaser annuncia Halloween Kills e Halloween Ends, sequel back-to-back diretti da David Gordon Green

di Redazione Il Cineocchio

A sorpresa, l'horror del 2018 si trasforma nel primo capitolo di una trilogia, con Jamie Lee Curtis e John Carpenter nuovamente coinvolti

Leggi
the walking dead andrew lincoln
Horror & Thriller

Teaser promo per il primo film di The Walking Dead: Rick Grimes va al cinema

di Redazione Il Cineocchio

I fan scopriranno in sala il destino del personaggio interpretato da Andrew Lincoln dopo l'uscita di scena dalla serie

Leggi
Horror & Thriller

Trailer per Creepshow: la serie antologica riporta in TV l’horror dal gusto retrò

di Redazione Il Cineocchio

A oltre 35 anni dal primo film, Greg Nicotero ha radunato sceneggiatori del calibro di Stephen King e Joe R. Lansdale e attori iconici come Adrianne Barbeau, Tobin Bell e Jeffrey Combs per terrorizzare una nuova generazione di spettatori

Leggi
zombie tidal wave film 2019
Horror & Thriller

Trailer per Zombie Tidal Wave: Ian Ziering affronta uno tsunami di non morti

di Redazione Il Cineocchio

La star ritrova il regista Anthony C. Ferrante per quella che sembra destinata a diventare la saga di SyFy che prenderà il posto di Sharknado

Leggi
Horror & Thriller

Robert Eggers su The Witch: “A causa del film, la Polonia mi considerò persona non gradita”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista ha rivelato che la promozione un po' troppo blasfema del folk horror del 2015 scatenò un grosso malinteso con le autorità locali

Leggi
critters attack film 2019
Horror & Thriller

Critters Attack! | La recensione del quinto film della saga diretto da Bobby Miller

di William Maga

C'è anche il cammeo di Dee Wallace nella lettera d'amore straight-to-video che riporta sullo schermo i terribili extraroditori dopo quasi 30 anni di assenza

Leggi
Serenity - L'isola dell'inganno film 2019
Horror & Thriller

Serenity – L’isola dell’inganno | La recensione del film con Matthew McConaughey e Anne Hathaway

di Giovanni Mottola

Steven Knight gira un thriller 'marinaresco' che fa acqua da tutte le parti: più che di meta-cinema, trattasi di cinema a metà

Leggi
it - capitolo 2 pennywise film
Horror & Thriller

Trailer finale per IT Capitolo Due: i ‘perdenti’ tornano a Derry per il confronto decisivo con Pennywise

di Redazione Il Cineocchio

Toccherà agli adulti James McAvoy, Jessica Chastain e Bill Hader sconfiggere una volta per tutte il clown danzante nella seconda parte dell'horror diretto da Andrés Muschietti

Leggi
Frankie Muniz in The Black String (2018) film
Mindhunter stagione 2 manson
Horror & Thriller

Mindhunter stagione 2: data di uscita e 10 immagini (c’è anche Charles Manson)

di Redazione Il Cineocchio

Nei nuovi episodi della serie Netflix, Jonathan Groff, Holt McCallany e Anna Torv si ritroveranno faccia a faccia con altri famosissimi serial killer

Leggi
Florence Pugh in Midsommar (2019)
Horror & Thriller

Midsommar – Il Villaggio dei Dannati: esaminiamo la simbologia (rune, riti, dipinti) del folk horror di Ari Aster

di Redazione Il Cineocchio

Spiegazione e vademecum dell'iconografia e dell'immaginario celati in bella vista nel film con Florence Pugh

Leggi
adoration film du welz
Horror & Thriller

Poster e trama per Adoration, il nuovo thriller di Fabrice du Welz

di Redazione Il Cineocchio

A 15 anni da Calvaire, il regista belga chiude la sua 'trilogia delle Ardenne'

Leggi
feedback film Pedro C. Alonso
Horror & Thriller

Trailer per Feedback: la vita di Eddie Marsan viene distrutta in diretta radiofonica

di Redazione Il Cineocchio

C'è la mano di Jaume Collet-Serra dietro all'esordio nell'horror del regista spagnolo Pedro C. Alonso, a cui han preso parte anche Paul Anderson e Ivana Baquero

Leggi
Isabelle Grill in Midsommar (2019) film ari aster
Horror & Thriller

Midsommar – Il Villaggio dei Dannati: guida all’interpretazione del film di Ari Aster

di Redazione Il Cineocchio

Cerchiamo di dare una spiegazione razionale e ragionata a ciò che accade, prima e sul finale, nel folk horror con Florence Pugh

Leggi
Florence Pugh in Midsommar (2019) film
Horror & Thriller

Midsommar – Il Villaggio dei Dannati: Ari Aster chiarisce alcuni punti poco chiari

di Redazione Il Cineocchio

Il regista e sceneggiatore del folk horror con Florence Pugh ha personalmente precisato alcuni passaggi che potrebbero aver generato disorientamento negli spettatori

Leggi
Midsommar - Il villaggio dei dannati

Midsommar - Il villaggio dei dannati

25-07-2019

RECENSIONE

La piccola boss

La piccola boss

25-07-2019

Men in Black: International

Men in Black: International

25-07-2019

RECENSIONE

Passpartù: Operazione Doppiozero

Passpartù: Operazione Doppiozero

18-07-2019

Vita segreta di Maria Capasso

Vita segreta di Maria Capasso

18-07-2019

Il mangiatore di pietre

Il mangiatore di pietre

18-07-2019

Good Boys - Quei cattivi ragazzi

Good Boys - Quei cattivi ragazzi

18-07-2019

Birba - Micio Combinaguai

Birba - Micio Combinaguai

18-07-2019

Skate Kitchen

Skate Kitchen

18-07-2019

Serenity - L'Isola dell'Inganno

Serenity - L'Isola dell'Inganno

18-07-2019

RECENSIONE

Edison - L'uomo che illuminò il mondo

Edison - L'uomo che illuminò il mondo

18-07-2019

Raccolto amaro

Raccolto amaro

18-07-2019

Welcome Home

Welcome Home

11-07-2019

RECENSIONE

Il mostro di St. Pauli

Il mostro di St. Pauli

11-07-2019

Domino

Domino

11-07-2019

RECENSIONE

Powidoki - Il ritratto negato

Powidoki - Il ritratto negato

11-07-2019

G.A.I.A.

G.A.I.A.

10-07-2019

Spider-Man - Far From Home

Spider-Man - Far From Home

10-07-2019

RECENSIONE