Home » Cinema » Horror & Thriller » [recensione da Sitges 49] Cane mangia cane di Paul Schrader

5/10 su 147 voti. Titolo originale: Dog Eat Dog, uscita: 04-11-2016. Regista: Paul Schrader.

[recensione da Sitges 49] Cane mangia cane di Paul Schrader

16/10/2016 di Alessandro Gamma

Cercando di ignorare le convenzioni abusate del genere thriller/noir, il regista finisce per dimenticare tutto quello che avrebbe potuto rendere la pellicola efficace. Mal sfruttati Nicolas Cage e Willem Dafoe

Si dice che la prostituzione sia la professione più antica del mondo, ma solo perché il crimine non paga, altrimenti ladri, assassini e spacciatori sarebbero ancora più vecchi. Le loro gesta sono state materia cinematografica fin dai primi giorni di questo medium, nella misura in cui il genere crime è diventato ben definito – il che spiega sicuramente il motivo per cui il regista Paul Schrader (The Canyons) si sia spinto ora fuori dai suoi usuali lidi decidendo di rompere ogni regola con Cane mangia cane (Dog Eat Dog). Superata l’onta di essersi visto sottratto Il nemico invisibile, lo sceneggiatore di Taxi Driver sembra qui deciso a provare alcuni nuovi trucchi. L’idea è quella di realizzare qualcosa di fresco ed elettrizzante, ma invece, il suo approccio anarchico (si potrebbe anche chiamare “criminale”, considerando che disobbedisce deliberatamente alle leggi del genere) finisce invece per rasentare l’incompetenza per la maggior parte del tempo, rigettando la scelta più ovvia a favore di una molto peggiore.

dog-eat-dog-posterSe l’esperimento avesse funzionato, Cane mangia cane avrebbe potuto diventare il nuovo Assassini nati – Natural Born Killers – un’opera in cui antieroi postmoderni si vedono come le stelle del film definitivo sui ‘banditi in fuga’. Adattamento di un romanzo scritto da un vero criminale, Edward Bunker, il film inizia con un ragazzo chiamato Mad Dog (Willem Dafoe) che guarda la TV e termina con l’ex detenuto e amico Tony (Nicolas Cage) che gioca a impersonare Humphrey Bogart nel proprio grandioso e pirotecnico finale in stile di Bonnie e Clyde. Nel mezzo, assoldano un altro amico, incontrato in gattabuia, Diesel (Christopher Matthew Cook), per fare loro da spalla in quello che dovrebbe essere un relativamente semplice sequestro di persona. I tre devono sottrarre un bambino a un tizio di nome Brennan, che ha rubato milioni di dollari a un criminale di Cleveland. Ma Mad Dog ha il grilletto facile e così il cervello di qualche scagnozzo finisce sparso sui muri della cameretta del bimbo. Il film non si preoccupa minimamente di rivelare ciò che succede al piccolo, mancanza che potrebbe o meno essere colpa dello sceneggiatore Matthew Wilder, dal momento che Schrader stesso sembra essersi avvicinato al film decidendo di lasciare il cast e la troupe (quasi tutti giovani e affamati talenti, un po’ troppo ansiosi di dimostrare le proprie qualità) liberi di improvvisare.

Dopo la premiere alla Quinzaine des Réalisateurs al Festival di Cannes, Schrader aveva spiegato la sua strategia: “Non essere noioso“. In realtà, è praticamente l’opposto, consentendo a un certo tipo di anarchia creativa di dirottare la narrazione – che altrimenti sembrerebbe un rip-off in ritardo di un quarto di secolo di un’opera di Martin Scorsese o di Quentin Tarantino. Si consideri la conversazione vagamente pop tenuta all’interno della berlina di Moon Man, in cui lo spacciatore si lamenta di come la sua pigra fidanzata abbia trascurato le sue curve alla Beyoncé, poco tempo prima che il trio (travestiti come i poliziotti meno convincenti di Cleveland, in una delle migliori gag del film) lo faccia scendere. Avrebbe potuto anche discutere delle implicazioni di un massaggio ai piedi alla Pulp Fiction, soltanto che il dialogo non risulta nemmeno lontanamente interessante, e anche con l’auto della polizia visibile attraverso il lunotto posteriore, la suspense è praticamente inesistente.

dog-eat-dog-schraderQuesto però non vuol dire che Cane mangia cane sia del tutto privo di scelte interessanti, anzi, nonostante le esplosioni non infrequenti di momenti gonzo siano tutte al servizio di una premessa tanto poco interessante. Naturalmente le cose vanno molto peggio del previsto, con Tony, Diesel e Mad Dog che iniziano a tradirsi a vicenda, ma è difficile ritrovarsi coinvolti quando i personaggi sembrano così poco autentici, tanto per cominciare. In sostanza Cage, Cook e Dafoe vivono di stereotipi – l’esempio perfetto di come ogni attore si approcci in modo eccentrico al proprio personaggio è la sequenza in cui portano tutti i loro soldi in un casinò-hotel e cercano di farsi la prima donna che ci sta, il tutto ulteriormente esaltato da un montaggio alternato.

Quelli che sperano in un’altra prova pazzoide di Cage (in stile Il cattivo tenente – Ultima chiamata New Orleans o The Rock) saranno soddisfatti dalla sua imitazione di Humphrey Bogart, anche se non è niente in confronto alla scena d’apertura con Dafoe sotto l’effetto delle droghe (che gli vale appunto il soprannome Mad Dog, pur non mettendoci nulla della passione vista nel sottovalutato Lo Spacciatore, sempre di Schrader). Infatti, questo sociopatico prologo – in cui Mad Dog bagna le pareti rosa kitsch della casa della sua ragazza con l’acceso rosso del sangue, mentre la sua collezione di bobblehead osserva la scena con orrore – rende molto difficile una qualche forma di immedesimazione dello spettatore con questo personaggio – o nei suoi compagni criminali- , ma almeno lo mette in guardia sul tipo di follia che da lì a poco si dispiegherà (anche se praticamente nessuna delle sequenze successive si avvicina a questa).

Occupandosi della fotografia del suo primo lungometraggio, Alexander Dynan sperimenta con composizioni widescreen, utilizzando specchi e neon per creare scene visivamente interessanti. Il tentativo incessante di non essere mai noiosi, tuttavia, può fare poco davanti a del materiale che raramente si solleva dalla mediocrità.

Anche l’aver a disposizione un libro il cui autore è davvero stato un criminale, e quindi perfettamente padrone di quanto scritto, non si traduce in un film all’altezza, che invece risulta sempre sfacciatamente iper-stilizzato e ‘finto’. Ci sono scene proiettate in bianco e nero, e altre illuminate come se appartenessero a un film di Nicolas Winding Refn. Come per i protagonisti, che non hanno nemmeno un codice d’onore tra ladri da rispettare, le scelte di Schrader sembrano quasi tutte arbitrarie. Invece di ergersi a veterani che sanno esattamente quello che stanno facendo, il risultato è all’opposto pericolosamente amatoriale. Un’occasione molto sprecata.

Di seguito il trailer originale:

Nicolas Cage
Willem Dafoe
Louisa Krause
Paul Schrader
Magi Avila
Johanna McGinley
Reynaldo Gallegos
Melissa Bolona
Omar J. Dorsey
John Patrick Jordan
Chelsea Mee
Jessica Sonneborn
Logan Fry
Christopher Matthew Cook
Richard Fike
Tevis R. Marcum
Tora Kim
Lauren Ashley Berry
Ali Wasdovich
Louis Perez
Theresa Wylie
Susan Cashdollar
Joe Gallipoli
Shawn Mattox
Robert Maples
Steve Mayberry
Ali Amin Carter
Todd Emmett
De'Andre Bush
Jonathan Gaietto
Bruce Reizen
Phillip Shaun DeVone
Rex Alba
Melissa Rae Bender
Jay J. Bidwell
Megan Brautigam
Christopher Butler
Peter Chiamardas
Lou Consolo
Jessica Daley
Donavan Darius
Benjamin Donlow
David Downie
Kim Evans
Rod Fielder
Rick Fike Jr.
Joe Fishel
Eric Frank
David Gragg
Jeff Hilliard
John W. Iwanonkiw
Gary Jones
Jack Norman
Edward Pfeifer
Whitney Romito-Mason
Allen Roth
Mark Salas
Debbie Scaletta
David Spencer
Michael Vehar
Nicky Whelan
Chelcie Lynn
Moussa Hachem
Keith Hernandez
Michael Wisniewski
Cheryl L. Sorice
Charles Dean Stead
Carl Mintz
Leilani Barrett
James Seward
Audrey Morgan
Heather Chadwell
Monisha B. Schwartz
Destiny C. Cole
Jennifer Mary Stanaltis
Cimone Drupman
Gina R. Demczyk
Shieda Orr
Karla Scime
Basil Crimaldi
Jake Ingrassia
Kristina Randjelovic
Shane Brewer
Sean Manos
Courtney Ann Sivinsky Benson
Joel Bauschatz
Adam M. Miele
Christian Miranda
Joseph H Coxon
Horror & Thriller

Il trailer di Starfish immerge Virginia Gardner nell’orrore cosmico della fine del mondo

di Redazione Il Cineocchio

Il regista A.T. White torna dietro alla mdp dopo 6 anni per un fanta-horror imbevuto di misteri, mostri ed elaborazione del lutto

Leggi
auguri per la tua morte killer maschera
Horror & Thriller

Christopher Landon su Auguri per la tua Morte: “Pensai a una maschera diversa per il killer”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista dello slasher del 2017 ha rivelato l'iniziale 'ballottaggio', spiegando perché poi ha optato per il bebè

Leggi
The Field Guide to Evil film
Horror & Thriller

Trailer per The Field Guide to Evil: 8 storie del folclore dark per 8 registi horror

di Redazione Il Cineocchio

Tra i nomi coinvolti ci sono Veronika Franz e Severin Fiala, Peter Strickland, Agnieszka Smoczynska e Can Evrenol

Leggi
octavia spencer ma film 2019 horror
Horror & Thriller

Nel trailer di Ma, Octavia Spencer organizza feste a base di musica, alcol e omicidi

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono anche Juliette Lewis e Luke Evans nell'horror 'sbucato dal nulla' diretto da Tate Taylor e prodotto dalla Blumhouse

Leggi
glenn close attrazione fatale film
Horror & Thriller

Glenn Close su Attrazione Fatale: “Ho in mente il remake; approccio diverso ad Alex”

di Redazione Il Cineocchio

L'attrice ha rivelato il suo progetto, che mirerebbe a raccontare in modo completamente differente il ben più problematico e sfaccettato personaggio da lei interpretato nel 1987

Leggi
Horror & Thriller

Nick Antosca sulla serie TV di Chucky: “Storia nuova, ma nel canone della saga de La Bambola Assassina”

di Redazione Il Cineocchio

Lo showrunner ha svelato qualche dettaglio sulla versione televisiva dello storico franchise horror, parlando del tono che verrà adottato e del coinvolgimento di alcuni volti noti

Leggi
allucinazione perversa 1990
Horror & Thriller

Jeff Buhler sul remake di Allucinazione Perversa: “Ho cambiato il colpo di scena”

di Redazione Il Cineocchio

Lo sceneggiatore ha parlato dell'approccio adottato da lui e dal regista David M. Rosenthalal nei confronti del classico del 1990, teso a mantenerne lo spirito originale

Leggi
zombi cina censura
Horror & Thriller

Dossier | Perché la Cina vieta i film con gli zombi (e altri mostri) al cinema

di Redazione Il Cineocchio

Cerchiamo di capire come mai nel popoloso paese asiatico non possono essere distribuiti nelle sale i titoli coi non morti o con altre creature tipiche del folclore horror occidentale

Leggi
pingu la cosa thingu
Horror & Thriller

Pingu incontra La Cosa per il corto Thingu, quando la claymation si fa horror

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono le mani di Lee Hardcastle dietro l'improbabile mash-up tra le vicende del simpatico pinguino e le atmosfere tese del film di John Carpenter

Leggi
Pet Graveyard film 2019
Horror & Thriller

Nel trailer di Pet Graveyard, la Morte miete vittime aiutata da un gatto ‘ritornato’

di Redazione Il Cineocchio

La regista Rebecca J. Matthews esordisce dietro alla mdp con un mockbuster che prova a sfruttare il clamore mediatico suscitato dal nuovo adattamento di Pet Sematary

Leggi
La Llorona - Le lacrime del male film
Horror & Thriller

Nel full trailer di La Llorona – Le lacrime del male, la ‘donna che piange’ cerca bambini da portar via

di Redazione Il Cineocchio

Il film di debutto del regista Michael Chaves - prodotto da James Wan - intende lanciare una nuova icona horror, con la quale dovrà vedersela Linda Cardellini

Leggi
the hole in the ground film 2019
Horror & Thriller

The Hole in the Ground | La recensione del film di Lee Cronin

di Sabrina Crivelli

Il regista debutta con un horror angosciante ma irrisolto, sospeso tra le atmosfere di Babadook, Goodnight Mommy e The Tommyknockers

Leggi
Gabriele Lavia in Zeder (1983) film
Horror & Thriller

Tra le pieghe del tempo | Pupi Avati nel 1984 su Zeder: “La paura di Dario Argento è standard; non guardate da soli il mio film!”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista e sceneggiatore raccontava come i suoi film mirassero a colpire in modo diverso gli spettatori rispetto al più 'classico' collega, suggerendo comunque di approcciarsi con cautela alla sua ultima fatica

Leggi
NOS4A2 zachary quinto amc serie
Horror & Thriller

Primo teaser per NOS4A2, serie horror AMC con Zachary Quinto

di Redazione Il Cineocchio

L'attore è un vampiro che si nutre della vitalità dei ragazzini nell'adattamento per la TV del best seller di Joe Hill

Leggi
film horror psicologia
Horror & Thriller

Dossier | Film horror: perché ne siamo attratti? La parola agli esperti

di Redazione Il Cineocchio

Fantasmi, mostri, serial killer, pupazzi assassini e alieni con bellicose intenzioni dovrebbero tenerci lontani dai cinema, eppure non possiamo fare a meno di sederci in sala al buio e morire di paura ogni volta. Da cosa deriva questo 'masochismo' intrinseco di una gran fetta di popolazione?

Leggi
The Front Runner - Il vizio del potere

The Front Runner - Il vizio del potere

T. originale: The Front Runner

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 5 su 42 voti
Parlami di te

Parlami di te

T. originale: Un Homme Pressé

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 7 su 41 voti
Un uomo tranquillo

Un uomo tranquillo

T. originale: Cold Pursuit

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 5 su 41 voti

RECENSIONE

Copia originale

Copia originale

T. originale: Can You Ever Forgive Me?

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 7 su 133 voti
Quello che veramente importa

Quello che veramente importa

T. originale: The Healer

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 6 su 99 voti
The Lego Movie 2: Una nuova avventura

The Lego Movie 2: Una nuova avventura

T. originale: The Lego Movie 2: The Second Part

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 6 su 103 voti
Westwood. Punk, Icona, Attivista

Westwood. Punk, Icona, Attivista

T. originale: Westwood: Punk, Icon, Activist

Data di uscita: 20-02-2019

Voto medio: 6 su 5 voti
Ex-Otago - Siamo come Genova

Ex-Otago - Siamo come Genova

T. originale: Ex-Otago. Siamo come Genova

Data di uscita: 18-02-2019

Voto medio: 0 su 0 voti
Mamma + Mamma

Mamma + Mamma

T. originale: Mamma + Mamma

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 0 su 0 voti
Un'avventura

Un'avventura

T. originale: Un'avventura

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 6 su 1 voti
La paranza dei bambini

La paranza dei bambini

T. originale: La paranza dei bambini

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 7 su 10 voti
Rex - Un Cucciolo a Palazzo

Rex - Un Cucciolo a Palazzo

T. originale: The Queen's Corgi

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 8 su 3 voti
Ognuno ha diritto ad amare - Touch Me Not

Ognuno ha diritto ad amare - Touch Me Not

T. originale: Touch Me Not

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 6 su 5 voti
Un valzer tra gli scaffali

Un valzer tra gli scaffali

T. originale: In den Gängen

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 7 su 28 voti
La vita in un attimo

La vita in un attimo

T. originale: Life Itself

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 6 su 65 voti
Holmes & Watson

Holmes & Watson

T. originale: Holmes & Watson

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 4 su 55 voti
Alita - Angelo della battaglia

Alita - Angelo della battaglia

T. originale: Alita: Battle Angel

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 6 su 415 voti

RECENSIONE

Crucifixion

Crucifixion

T. originale: The Crucifixion

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 5 su 154 voti

RECENSIONE