Home » Cinema » Azione & Avventura » [recensione] Free State of Jones di Gary Ross

6/10 su 719 voti. Titolo originale: Free State of Jones, uscita: 24-06-2016. Budget: $50,000,000. Regista: Gary Ross.

[recensione] Free State of Jones di Gary Ross

25/11/2016 di Martina Morini

Mattew McConaughey è il protagonista assoluto di un racconto più attuale che mai di una continua lotta per l’uguaglianza e i diritti civili

Libertà, dignità e uguaglianza. Queste parole sembrano squarciare Free State of Jones di Gary Ross. Sullo sfondo della guerra civile americana, uno dei periodi più bui e controversi di questa nazione, unita solo nominalmente ma dentro rabbiosa e razzista, si svolgono le vicende del soldato confederato Newton Knight (Mattew McConaughey).

Free State of Jones posterDisilluso dalle motivazioni di una guerra persa in partenza, combattuta dai poveri per l’uomo ricco, decide di disertare dopo la morte prematura in battaglia del nipote appena tredicenne. Tornato a casa nella contea di Jones in Mississipi, si deve scontrare contro gli ufficiali dell’esercito che depredano le fattorie, ormai presidiate solo dalle donne, di ben più del 10% della loro produzione come sarebbe stabilito dalla legge. In un gesto eroico sfida apertamente il tenete Barbour, interpretato da Bill Tangradi, uomo spregevole e dalla dubbia moralità che non esita ad abusare del suo potere. Dopo questo episodio Newt diviene apertamente un ricercato ed è costretto a fuggire abbandonando il figlio infante e la moglie Serena, i cui occhi azzurri e malinconici appartengono ad una intensa Keri Russel. Il fuggitivo si ritrova a nascondersi nelle paludi del profondo Sud, incontrando altri fuorilegge come lui capitanati dallo schiavo Moses Washington (Mahershala Ali). Ad aiutarli troviamo Rachel, la schiava di un ricco proprietario terriero che sogna a sua volta il riscatto, interpretata da Gugu Mbatha-Raw, che poi diventerà sua moglie. Il tempo passa e la guerra ormai è al capolinea, la confederazione piegata dalle ingenti perdite, stringe maggiormente la morsa sulla popolazione ormai allo stremo. Il piccolo gruppo si espande divenendo un numero considerevole di disertori, bianchi e neri uniti, schierati ormai apertamente a favore dell’Unione sotto il nome della “banda di Knight”. Tra questi ultimi Newt ritrova il commilitone Jasper Collins, portato sullo schermo da un magistrale Christopher Berry, che lo appoggia e ammira da sempre.

TheFreeStateofJonesIl colonnello Elias Hood, che ha il volto di Thomas Francis Murphy, contrasta in ogni modo questa ribellione quasi fosse lo Sceriffo di Nottingham contro la banda di Robin Hood. Il paragone sorge spontaneo perché Knight e i suoi paralizzano letteralmente la riscossione delle tasse della Confederazione dichiarandosi indipendenti sotto il nome di “Stato libero di Jones”. Nella seconda parte del film, forse la più intensa e pragmatica, la resa del generale Lee segna la fine della guerra civile, la vittoria dell’Unione e l’inizio della Ricostruzione. Newt e la sua comunità si trovano a dover gestire la tanto agognata libertà, contro i sudisti incalliti che non si arrendono alla cessione delle terre ai neri, grazie alla nuova legge dei “40 acri e un mulo”. Il diritto di voto ai neri è minacciato dalle azioni terroristiche del nascente Ku Klux Klan e dalla discriminazione dei politici democratici. L’eco degli sforzi di questo coraggioso protagonista che rimane nel Mississipi e si batte per i diritti di tutti e per una comunità mista senza odio razziale, rimbomba tutt’ora nella contea di Jones e in tutto il sud degli Stati Uniti. Parallelamente, catapultati negli anni cinquanta, 85 anni dopo le vicende narrate, ritroviamo il pronipote Davis Knight (Brian Lee Franklin), imputato per aver sposato una donna bianca nonostante la sua discendenza nera per la presenza del DNA di Rachel. Anche lui ha lo sguardo fiero e si batte per i suoi diritti proprio come il suo antenato.

free-state-jonesCi troviamo davanti ad una ricostruzione cruda dei fatti, senza perbenismi o prese di posizione, frutto di un impegno decennale del regista Gary Ross (PleasantvilleSeabiscuit), che si è minuziosamente documentato e appassionato alla vicenda di Newton Knight. «C’è un motivo per cui sono stati scritti più libri sulla Guerra civile che su qualsiasi altro periodo della storia americana. E c’è un motivo per cui Abramo Lincoln ha avuto più biografie di qualsiasi altro personaggio della storia, a parte Gesù. Quel periodo è una cesura profonda nella storia della coscienza americana. È una ferita nella nostra storia dai danni incalcolabili. Morirono seicentomila persone. Ci sono volute varie generazioni e più di un secolo perché si potesse trovare un senso a tutto questo. Newton Knight restituisce l’essenza della Guerra civile, che è stata fondamentalmente uno scontro sul piano morale». Queste le dichiarazioni del regista che è anche studioso di storia e politica americana, e ha voluto raccontare soprattutto il dopoguerra, mostrando come non ci fosse una reale unione in tema di schiavitù tra gli stati Confederati, ma che al contrario molti sudisti si ribellassero moralmente ad essa. L’intento è quello di fornire un nuovo punto di vista sul periodo attraverso la lungimiranza di un uomo che combatte anche dopo la guerra per i diritti civili. Ad aiutarlo nel suo lavoro di ricostruzione, troviamo lo storico Jim Kelly, professore di storia americana presso il college della contea di Jones; David Blight che insegna Storia Americana a Yale e John Stauffler, professore di Studi Americani presso Harvard. Lo stesso Kelly è stato contagiato dall’entusiasmo di Ross e ha voluto riscattare la figura rimasta in ombra di Newt esaminando archivi, leggendo corrispondenze e ascoltando registrazioni riguardanti la sua vita. Con Stauffler è nata una vera e propria collaborazione anche fuori dal set, di propaganda nelle scuole sui temi trattati dal film. La visione dettagliata della guerra e del Sud passano dai testi ad una scenografia spettacolare. La Louisiana funge da sfondo all’accampamento medico confederale in cui ci troviamo all’inizio del film. Per rendere più realistiche le amputazioni hanno utilizzato anche veri chirurghi, impressionante la scena in cui segano una gamba ad un povero soldato ferito. Per le riprese della battaglia hanno chiesto l’aiuto al veterano Garrett Warren, noto stuntman di Avatar e Transformers, che ha utilizzato armamenti e tattiche militari dell’epoca.

free state jones matthewPersonalmente mi ha molto colpito la palude, i famosi “swamps”, acquitrini verdeggianti tipici degli stati del Sud, non riesce difficile immaginare di potersi nascondere in luoghi così inospitali e difficili da percorrere. Ross ha inoltre visitato le famiglie dei discendenti dei soldati, osservando foto e cimeli del periodo. Le caratteristiche divise grigie dei Confederati risultano molto dettagliate, manca forse la presenza della Bonnie blue flag, probabilmente per sottolineare la scarsa coesione ideologica degli stati del Sud che caratterizza tutto il film. Forse unica pecca è la lentezza e la lunghezza della pellicola, i tempi risultano troppo dilatati, quasi a voler riprendere la staticità dei pomeriggi assolati del Mississipi. McConaughey si è molto immedesimato nel ruolo ed il suo accento texano conferisce un realismo sublime al personaggio. Sicuramente col doppiaggio italiano si perderà l’intensità e la ruvidezza di questi personaggi. Newt impugna la terra per cui combatte con mani ferme e con ideali di uguaglianza molto lungimiranti per il suo tempo. La stessa terra di Tara impugnata da Rossella in Via col vento (1939), ma con la cocciutaggine di una ragazzina ricca e viziata che vuole tornare al glorioso Sud, guardando il tramonto e pensando al domani. Lo stesso suolo sporco di sudore e sangue calpestato dal nero Solomon in 12 anni schiavo (2013). Medesimo periodo storico differenti prospettive, questa senza dubbio interessante che tocca il tema sempre delicato e attuale dell’emancipazione razziale dal dopoguerra. Il lavoro di Ross ci spinge ad andare oltre, ad attualizzare la tematica trattata, viene quasi da domandarsi se tutte queste lotte e questi sacrifici ci abbiano realmente portato all’uguaglianza. Dal gesto coraggioso di Rosa Louise Parks del 1955, il mondo ma soprattutto l’America ha imparato ad essere veramente tollerante? Negli anni cinquanta troviamo il pronipote alle prese con le leggi razziali del Mississipi, quasi un secolo dopo le vicende di Newton Knight ancora si combatte. Anche ai giorni nostri assistiamo a episodi di violenza razziale, con l’insorgere della comunità afroamericana contro la polizia in seguito alle violenze subite. Cito fra tutti la sparatoria di Dallas di luglio 2016, in cui sono rimasti uccisi 5 agenti di polizia, durante la veglia commemorativa contro l’uccisione da parte delle forze dell’ordine, di due ragazzi neri in Louisiana e Minnesota. Ban Ki-moon riguardo all’episodio ha ribadito l’urgenza di affrontare i temi della discriminazione razziale. La guerra civile è diventata una guerra fredda, combattuta a suon di dichiarazioni mediatiche e di sparatorie nelle strade. Dalle baionette alle pistole la bandiera americana si macchia ancora di sangue. La strada da Selma insomma è purtroppo ancora lunga e tortuosa. Ultima prova dell’odio per il diverso, per tutto ciò che non è “americano” è la recente elezione di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti, dichiaratamente razzista e misogino, pessimi ingredienti per il dichiarato e raccapricciante make America great again, con il quale distrugge anni di lotta per l’emancipazione e per i diritti di eguaglianza.

Di seguito il trailer ufficiale italiano di Free State of Jones, nei cinema dall’1 dicembre:

Matthew McConaughey
Gugu Mbatha-Raw
Mahershala Ali
Keri Russell
Jacob Lofland
Sean Bridgers
Brad Carter
Jane McNeill
Gary Grubbs
Christopher Berry
Joe Chrest
David Jensen
Kurt Krause
Carlton Caudle
Martin Bats Bradford
Matthew Lintz
Kerry Cahill
Liza J. Bennett
Juan Gaspard
David Maldonado
Jessica Collins
Serenity Neil
Lara Grice
Lawrence Turner
Jim Klock
Emily Bossak
Wayne Pére
P.J. Marshall
Ritchie Montgomery
Jill Jane Clements
Mattie Liptak
Bill Tangradi
Thomas Francis Murphy
Johnny McPhail
Sam Malone
William Mark McCullough
Kylen Davis
Will Beinbrink
Troy Hogan
Cy Parks
Dane Rhodes
Sylvester Stallone in Escape Plan The Extractors
Azione & Avventura

Sylvester Stallone su Escape Plan: “Ritorno all’Inferno oltre l’orrendo; il 3 sarà The Extractors”

di Redazione Il Cineocchio

La star 72enne ha rivelato il cambio di titolo del terzo film della saga, commentando anche con parole piuttosto schiette il secondo capitolo diretto da Steven C. Miller

Leggi
Azione & Avventura

Nel full trailer di Triple Frontier, Affleck, Hunnam e Isaac rapinano un boss del cartello

di Redazione Il Cineocchio

Nella squadra di ex militari pronti a tutto allestita dal regista J.C. Chandor per Netflix ci sono anche Garrett Hedlund e Pedro Pascal

Leggi
triple threat film
Azione & Avventura

Nel trailer di Triple Threat, Iko Uwais, Tiger Chen e Tony Jaa picchiano tutti

di Redazione Il Cineocchio

Accanto alle tre superstar delle arti marziali troveremo anche Jeeja Yanin e Scott Adkins

Leggi
masters of the universe he-man
Azione & Avventura

Masters of the Universe: riprese a breve, emergono trama e personaggi presenti nel film

di Redazione Il Cineocchio

Dopo anni di riscritture e rinvii, i fratelli Aaron e Adam Nee sono pronti a dirigere la nuova trasposizione per il cinema delle gesta dei paladini di Eternia

Leggi
Tom Cruise Mission Impossible - Protocollo fantasma
Azione & Avventura

Robert Elswit su Protocollo Fantasma: “Vi svelo il primo finale; sorte diversa per Tom Cruise e Ethan Hunt”

di Redazione Il Cineocchio

Il direttore della fotografia del quarto capitolo della saga di Mission: Impossible ha parlato anche di una differente scena conclusiva, delle modifiche in corsa alla sceneggiatura di Christopher McQuarrie e del peso di Jeremy Renner

Leggi
aquaman film
Azione & Avventura

James Cameron su Aquaman: “Simpatico, ma irrealistico; ci avrei messo più attivismo”

di Redazione Il Cineocchio

Il filmmaker, grande esperto di profondità oceaniche, ha detto la sua sul cinecomic della Warner/DC diretto da James Wan, riconoscendone alcuni pregi e alcuni 'difetti'

Leggi
john carpenter set
Azione & Avventura

Quando John Carpenter rifiutò la regia di Top Gun e Attrazione Fatale

di Redazione Il Cineocchio

Il regista, verso la metà degli anni '80, venne considerato per la regia di due film piuttosto lontani dalle sue usuali corde, ma decise di non provarci nemmeno, adducendo buone ragioni

Leggi
venom blu-ray
Azione & Avventura

Recensione Blu-ray | Venom con Tom Hardy

di Redazione Il Cineocchio

Esaminiamo da vicino l'edizione home video del cinecomic girato da Ruben Fleischer che rilancia la carriera cinematografica dell'arci-nemico di Spider-Man

Leggi
Arnold Schwarzenegger vecchio conan
Azione & Avventura

Arnold Schwarzenegger su Conan the Conqueror: “Facciamo il film!”

di Redazione Il Cineocchio

Con un video, la star si è detta pronta a portare finalmente sul grande schermo il terzo (o quarto ...) film della saga del barbaro, in gestazione da anni

Leggi
El Chicano film Ben Hernandez Bray
Azione & Avventura

Nel trailer di El Chicano, un supereroe ispanico ripulisce il ghetto dalle gang

di Redazione Il Cineocchio

L'action thriller ambientato a Los Angeles è stato co-scritto e prodotto da Joe Carnahan

Leggi
senesi michele cerchio delle lumache
clint eastwood il corriere the mule film
Azione & Avventura

Il Corriere – The Mule | La recensione del film di – e con – Clint Eastwood

di Giovanni Mottola

Ignorato dall'Academy, è un capolavoro sui rimpianti di un vecchio, raccontati in equilibrio tra leggerezza e profondità. E' tratto da una storia vera ma diventa l'opera più personale del regista, perfetto come testamento artistico di una grande carriera

Leggi
shaft film 2019 tim story
Azione & Avventura

Nel trailer di Shaft, tre generazioni di detective ripuliscono Harlem dal crimine

di Redazione Il Cineocchio

Dopo quasi 20 anni, il regista Tim Story riporta in auge il personaggio simbolo del filone blaxploitation anni '70, mettendo insieme Richard Roundtree, Samuel L. Jackson e Jessie T. Usher

Leggi
weng weng attore filippino film
Azione & Avventura

La straordinaria vita di Weng Weng, piccola grande star del cinema action filippino

di Sabrina Crivelli

Alla riscoperta della carriera dell'attore, alto soli 88 centimetri, esperto di arti marziali e protagonista di innumerevoli b-movies tra gli anni '70 e '80

Leggi
i goonies galeone willy l'orbo
Azione & Avventura

Josh Brolin su I Goonies: “Vi racconto come rovinai a tutti il primo ciak col galeone”

di Redazione Il Cineocchio

L'interprete di Brandon Walsh ha ricordato un simpatico (almeno per lui) aneddoto riguardante il classico del 1985 diretto da Richard Donner

Leggi
The Front Runner - Il vizio del potere

The Front Runner - Il vizio del potere

T. originale: The Front Runner

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 5 su 42 voti
Parlami di te

Parlami di te

T. originale: Un Homme Pressé

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 7 su 41 voti
Un uomo tranquillo

Un uomo tranquillo

T. originale: Cold Pursuit

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 5 su 41 voti

RECENSIONE

Copia originale

Copia originale

T. originale: Can You Ever Forgive Me?

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 7 su 133 voti
Quello che veramente importa

Quello che veramente importa

T. originale: The Healer

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 6 su 99 voti
The Lego Movie 2: Una nuova avventura

The Lego Movie 2: Una nuova avventura

T. originale: The Lego Movie 2: The Second Part

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 6 su 103 voti
Westwood. Punk, Icona, Attivista

Westwood. Punk, Icona, Attivista

T. originale: Westwood: Punk, Icon, Activist

Data di uscita: 20-02-2019

Voto medio: 6 su 5 voti
Ex-Otago - Siamo come Genova

Ex-Otago - Siamo come Genova

T. originale: Ex-Otago. Siamo come Genova

Data di uscita: 18-02-2019

Voto medio: 0 su 0 voti
Mamma + Mamma

Mamma + Mamma

T. originale: Mamma + Mamma

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 0 su 0 voti
Un'avventura

Un'avventura

T. originale: Un'avventura

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 6 su 1 voti
La paranza dei bambini

La paranza dei bambini

T. originale: La paranza dei bambini

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 7 su 10 voti
Rex - Un Cucciolo a Palazzo

Rex - Un Cucciolo a Palazzo

T. originale: The Queen's Corgi

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 8 su 3 voti
Ognuno ha diritto ad amare - Touch Me Not

Ognuno ha diritto ad amare - Touch Me Not

T. originale: Touch Me Not

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 6 su 5 voti
Un valzer tra gli scaffali

Un valzer tra gli scaffali

T. originale: In den Gängen

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 7 su 28 voti
La vita in un attimo

La vita in un attimo

T. originale: Life Itself

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 6 su 65 voti
Holmes & Watson

Holmes & Watson

T. originale: Holmes & Watson

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 4 su 55 voti
Alita - Angelo della battaglia

Alita - Angelo della battaglia

T. originale: Alita: Battle Angel

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 6 su 427 voti

RECENSIONE

Crucifixion

Crucifixion

T. originale: The Crucifixion

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 5 su 154 voti

RECENSIONE