Home » Cinema » Horror & Thriller » Recensione | Rabbia furiosa – Er Canaro di Sergio Stivaletti

4/10 su 5 voti. Titolo originale: Rabbia furiosa: Er Canaro, uscita: 07-06-2018. Regista: Sergio Stivaletti.

Recensione | Rabbia furiosa – Er Canaro di Sergio Stivaletti

06/06/2018 recensione di Raffaele Picchio

Non bastano i buoni propositi e l'impegno: la canaro-exploitation del regista mantiene a sanguinacci quello che promette, ma il percorso per arrivarci è un harakiri di quasi due ore tra il comico involontario e il delirante che purtroppo non riesce a trovare una sua identità

Che belli i tempi dove ad un’uscita “alta” se ne affiancavano tante “basse” di pura exploitation. Fa strano e anche simpatia vedere appena un mese dopo l’uscita del bellissimo Dogman di Matteo Garrone (la nostra recensione) la sua versione “gore” a firma Sergio Stivaletti . Inutile e assolutamente ridicolo iniziare a fare il conteggio degli anni su chi prima ha iniziato a lavorarci sopra perchè tanto, come prevedibilmente si poteva immaginare, sono due prodotti giustamente diversissimi tanto stilisticamente quanto sopratutto concettualmente.

Il grosso problema di Rabbia furiosa – Er Canaro però è proprio nelle intenzioni di cui si arma: indeciso sempre su quale tono assumere, si trascina stanchissimo per quasi due interminabili ore senza sapere come riempire quello spazio che va dai titoli di testa alla mattanza finale. Perchè il film promette di andare “oltre Garrone” e di sporcarsi le mani per bene nel sangue e nel delirio. Però, appunto, bisogna arrivarci, altrimenti non ha senso niente ed è qui che la terza regia cinematografica di Stivaletti scivola malissimo.

Pur rimanendo di base fedelissimo alla storia originale e quindi al rapporto amore/odio tra il ‘povero cristo’ Fabio / Canaro della Magliana (Riccardo De Filippis) e Claudio, un ex pugile criminale e violento (Virgilio Olivari), Rabbia furiosa – Er Canaro si tuffa clamorosamente in un contesto incredibile tra combattimenti clandestini di cani (con Ottaviano Dell’Acqua nei panni dello zingaro cattivo Spartaco) e mafiosi da avanspettacolo (il personaggio incarnato da Giovanni Lombardo Radice) che spacciano attraverso il Canaro una droga sintetica verde come il celebre liquido visto in Re-Animator di Stuart Gordon, capace di dare una forza sovrumana ma anche di uccidere (e ‘sti cazzi).

Come se non bastasse tutto questo, la metamorfosi caratteriale del Canaro avviene parallelamente a tutto il corollario possibile di allegorie: dalla super-droga che lo rende matto e violento in pochi secondi (tratta demmerda la moglie rispondendogli ‘a cazzo’, picchia a morte un pedofilo amico del suo “aguzzino”) ad una ferita che si provoca da un rasoio per cani e che inizia a pulsare facendogli venire gli occhi rossi e appunto la “rabbia” (ribadendo questo concetto anche con una didascalia iniziale che identifica la “rabbia furiosa” come il terzo stadio della malattia).

In un contesto così delirante, c’è poi tutta la parte “seria” che grida vendetta, con lo spaccato delle borgate romane e delle periferie, con le famiglie poveracce delle case popolari che sognano e tirano a campare che sono unite anche se si mandano affanculo ad ogni frase pronunciata. E c’è lui, Fabio, che non funziona mai: non trasmette pietà, mai un minimo di empatia in nessuno dei suoi gesti, mai che si parteggi davvero per lui creando una involontaria caratterizzazione “non vittimistica” del Canaro (almeno fino agli ultimi immondi minuti di chiusura), che sarebbe pure interessante se non vanificasse tutto quello che lo circonda. Riccardo De Filippis è pure un bravo attore, ma qui sembra troppo di rivedere lo Scrocchiazeppi di Romanzo Criminale e non sembra mai veramente “diretto”. In opposto a lui c’è Virigilio Olivari (già visto in Bloodline di Edo Tagliavini, di cui era pure produttore), che non se la cava male anche se, nonostante gli evidenti sforzi, vedere il suo personaggio cattivissimo in contesti da barzelletta non lo aiuta a trasmettere quella minaccia necessaria per l’apice finale.

E quando finalmente questa straziante prima parte arriva alla chiave di svolta, quel momento in cui la goccia fa traboccare il vaso crolla miseramente in una blandissima e castissima sequenza di stupro che nulla ha da spartire con le feroci e bestiali sequenze analoghe a cui ci ha abituato il nostro caro, vecchio, cinema di genere dei bei tempi andati. Non potevano mancare poi come mazzata finale le sequenze oniriche, tra Tim Burton e Marco Antonio Andolfi, che dire di troppo è poco. Impossibile poi rimanere seri davanti al rapporto tra il Canaro e l’amico meccanico, in cui il tono serissimo con cui Sergio Stivaletti cerca di riprendere il dramma cozza con l’incredibile e ridicolissimo slang romano-slavo parlato dal povero Romuald Klos.

Proprio quando ormai hai gettato le speranze ecco però che Rabbia furiosa – Er Canaro finalmente arriva al nocciolo del discorso e lì il regista – e sceneggiatore, con Antonio Lusci e Antonio Tentori – si scatena, mantenendo la sua promessa e in 7 minuti scarsi si scatena in ogni tipo di atrocità che nel suo apice delirante sfoggia anche una bella idea “chirurgico-punitiva” (che, se non ricordo male, in parte venne utilizzata – almeno concettualmente – in un cortometraggio proprio di Stivaletti). Momento rovinato subito con una coda inutilissima che manco Charlie – Anche i cani vanno in paradiso. Tuttavia, quando c’è da picchiare, non si tira certo indietro, anzi.

Ma si può giudicare positivamente un film solo per un pugno di minuti finali? Rabbia furiosa – Er Canaro inizia e finisce in questi 420 secondi tanto feroci quanto, purtroppo, privi di anima. Nonostante l’indubbio volontà di confezionare con impegno qualcosa di ambizioso e più curato rispetto ai lavori precedenti, alla fine della giostra rimane una pellicola che come si muove fa disastri: quando vuole essere seria diventa ridicola, quando vuole essere cattiva totalmente innocua. Anche per il cinema vale parafrasare l’orrendo proverbio: Canaro che abbaia, non morde.

Di seguito il trailer ufficiale di Rabbia furiosa – Er Canaro, nei cinema dal 7 giugno:

Horror & Thriller

Robert Eggers su The Witch: “A causa del film, la Polonia mi considerò persona non gradita”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista ha rivelato che la promozione un po' troppo blasfema del folk horror del 2015 scatenò un grosso malinteso con le autorità locali

Leggi
critters attack film 2019
Horror & Thriller

Critters Attack! | La recensione del quinto film della saga diretto da Bobby Miller

di William Maga

C'è anche il cammeo di Dee Wallace nella lettera d'amore straight-to-video che riporta sullo schermo i terribili extraroditori dopo quasi 30 anni di assenza

Leggi
Serenity - L'isola dell'inganno film 2019
Horror & Thriller

Serenity – L’isola dell’inganno | La recensione del film con Matthew McConaughey e Anne Hathaway

di Giovanni Mottola

Steven Knight gira un thriller 'marinaresco' che fa acqua da tutte le parti: più che di meta-cinema, trattasi di cinema a metà

Leggi
it - capitolo 2 pennywise film
Horror & Thriller

Trailer finale per IT Capitolo Due: i ‘perdenti’ tornano a Derry per il confronto decisivo con Pennywise

di Redazione Il Cineocchio

Toccherà agli adulti James McAvoy, Jessica Chastain e Bill Hader sconfiggere una volta per tutte il clown danzante nella seconda parte dell'horror diretto da Andrés Muschietti

Leggi
Frankie Muniz in The Black String (2018) film
Mindhunter stagione 2 manson
Horror & Thriller

Mindhunter stagione 2: data di uscita e 10 immagini (c’è anche Charles Manson)

di Redazione Il Cineocchio

Nei nuovi episodi della serie Netflix, Jonathan Groff, Holt McCallany e Anna Torv si ritroveranno faccia a faccia con altri famosissimi serial killer

Leggi
Florence Pugh in Midsommar (2019)
Horror & Thriller

Midsommar – Il Villaggio dei Dannati: esaminiamo la simbologia (rune, riti, dipinti) del folk horror di Ari Aster

di Redazione Il Cineocchio

Spiegazione e vademecum dell'iconografia e dell'immaginario celati in bella vista nel film con Florence Pugh

Leggi
adoration film du welz
Horror & Thriller

Poster e trama per Adoration, il nuovo thriller di Fabrice du Welz

di Redazione Il Cineocchio

A 15 anni da Calvaire, il regista belga chiude la sua 'trilogia delle Ardenne'

Leggi
feedback film Pedro C. Alonso
Horror & Thriller

Trailer per Feedback: la vita di Eddie Marsan viene distrutta in diretta radiofonica

di Redazione Il Cineocchio

C'è la mano di Jaume Collet-Serra dietro all'esordio nell'horror del regista spagnolo Pedro C. Alonso, a cui han preso parte anche Paul Anderson e Ivana Baquero

Leggi
Isabelle Grill in Midsommar (2019) film ari aster
Horror & Thriller

Midsommar – Il Villaggio dei Dannati: guida all’interpretazione del film di Ari Aster

di Redazione Il Cineocchio

Cerchiamo di dare una spiegazione razionale e ragionata a ciò che accade, prima e sul finale, nel folk horror con Florence Pugh

Leggi
Florence Pugh in Midsommar (2019) film
Horror & Thriller

Midsommar – Il Villaggio dei Dannati: Ari Aster chiarisce alcuni punti poco chiari

di Redazione Il Cineocchio

Il regista e sceneggiatore del folk horror con Florence Pugh ha personalmente precisato alcuni passaggi che potrebbero aver generato disorientamento negli spettatori

Leggi
Midsommar (2019) ari aster film
Horror & Thriller

Midsommar – Il Villaggio dei Dannati | La recensione del sabba di Ari Aster

di Raffaele Picchio

Al secondo film, il regista di Hereditary prosegue nel suo cammino rituale giocando a carte scoperte e alzando ulteriormente le ambizioni, uscendone comunque a testa alta con un'opera respingente ma affascinante, grottesca e complessa che non accetta mezze posizioni

Leggi
night hunter film
Horror & Thriller

Trailer per Night Hunter: Henry Cavill e Alexandra Daddario sulle tracce di un serial killer con personalità multipla

di Redazione Il Cineocchio

L'inglese David Raymond esordisce in regia con un thriller che vede protagonisti anche Ben Kingsley e Nathan Fillion

Leggi
casa vera the conjuring Harrisville, Rhode Island
Horror & Thriller

The Conjuring: la casa infestata indagata dai Warren sarà presto visitabile

di Redazione Il Cineocchio

I nuovi proprietari della fattoria stregata resa celebre dall'horror di James Wan stanno provvedendo ai restauri e contano di aprirla al pubblico entro fine anno, confermando che succedono ancora fatti inspiegabili al suo interno

Leggi
let her out night watchmen blu-ray ita
Horror & Thriller

Recensione Blu-ray | Let Her Out + The Night Watchmen

di Redazione Il Cineocchio

Esaminiamo da vicino le edizioni del body horror diretto da Cody Calahan e della dark comedy coi clown vampiri di Mitchell Altieri

Leggi
Passpartù: Operazione Doppiozero

Passpartù: Operazione Doppiozero

18-07-2019

Vita segreta di Maria Capasso

Vita segreta di Maria Capasso

18-07-2019

Il mangiatore di pietre

Il mangiatore di pietre

18-07-2019

Good Boys - Quei cattivi ragazzi

Good Boys - Quei cattivi ragazzi

18-07-2019

Birba - Micio Combinaguai

Birba - Micio Combinaguai

18-07-2019

Skate Kitchen

Skate Kitchen

18-07-2019

Serenity - L'Isola dell'Inganno

Serenity - L'Isola dell'Inganno

18-07-2019

RECENSIONE

Edison - L'uomo che illuminò il mondo

Edison - L'uomo che illuminò il mondo

18-07-2019

Raccolto amaro

Raccolto amaro

18-07-2019

Welcome Home

Welcome Home

11-07-2019

RECENSIONE

Il mostro di St. Pauli

Il mostro di St. Pauli

11-07-2019

Domino

Domino

11-07-2019

RECENSIONE

Powidoki - Il ritratto negato

Powidoki - Il ritratto negato

11-07-2019

G.A.I.A.

G.A.I.A.

10-07-2019

Spider-Man - Far From Home

Spider-Man - Far From Home

10-07-2019

RECENSIONE