Home » Cinema » Sci-Fi & Fantasy » [recensione] Sette minuti dopo la mezzanotte di Juan Antonio Bayona

7/10 su 1678 voti. Titolo originale: A Monster Calls, uscita: 07-10-2016. Budget: $43,000,000. Regista: J. A. Bayona.

[recensione] Sette minuti dopo la mezzanotte di Juan Antonio Bayona

di Alessandro Gamma

Il regista spagnolo confeziona uno dei rari film che affrontano i misteri dell'infanzia senza soccombere alla sdolcinatezza spinta, grazie anche all'ottima prova dell'esordiente Lewis MacDougall

J. A. Bayona ha colto appieno il potere manipolatorio del cinema con il suo brillante esordio, l’elegante e terrificante horror del 2007 The Orphanage (El Orfanato). Ha cambiato poi le modalità, con risultati molto meno soddisfacenti, per The Impossible nel 2012, un ritratto sdolcinata di una famigliola nell’Indonesia sconvolta dal noto tsunami.

Per il suo terzo film – e ultimo prima di entrare nell’arena dei blockbuster campioni d’incassi per il seguito di Jurassic World – il regista di Barcellona trova un soddisfacente equilibrio tra i suoi primi due tentativi, contaminando gli elementi tipici di una fiaba gotica con quelli più diretti e crudi di un dramma sentimentale sul cancro. Sette minuti dopo la mezzanotte (A Monster Calls) efficace adattamento dell’omonimo romanzo di Patrick Ness del 2011, vede un ragazzino britannico di 12 anni far fronte alla morte imminente di sua madre immaginando una creatura fantastica che lo guidi attraverso il dolore. Si tratta di uno scenario toccante e così ben recitato e cucito con effetti speciali di altissimo livello che anche i suoi momenti più ovvi fanno breccia.

a monster calls posterNess, che ha fedelmente adattato il proprio romanzo young adult per la sceneggiatura, avvolge i pezzi più fantasiosi della storia in un piacevole e inatteso grado di ambiguità. Non è mai del tutto chiaro se il triste Conor (Lewis MacDougall) veda durante la notte nella realtà una colossale versione vivente dell’albero di tasso che si trova fuori dalla sua casa, o se la creatura minacciosa (doppiata con un rombo basso e distorto da Liam Neeson, che compare con la sua faccia in un Easter Egg ai limiti dell’invisibile alla fine) emerga solo nei sogni del ragazzo.

In entrambi i casi, si tratta di uno spettacolo da ammirare, una massa gigantesca di radici affusolate e rami che formano gli arti mentre l’essere scruta dall’alto Conor attraverso gli occhi rosso sangue. Rispetto agli effetti da cartone animato del recente Il GGG – Il grande gigante gentile di Steven Spielberg, questo mostro è decisamente minaccioso, un massiccio terrore che suggerisce cosa potrebbe accadere se Groot di Guardiani della Galassia assumesse steroidi e vagasse in Il labirinto del fauno di Guillermo del Toro. Tuttavia, l’enigma di Conor mette A Monster Calls in parentela più stretta con Big Fish di Tim Burton, un’altra pellicola che si confronta con la morte attraverso il fantasy.

Ma anche Conor resiste a questa tentazione in un primo momento, scrollandosi di dosso l’insistenza del mostro che vuole raccontargli tre storie al di fuori della finestra della sua camera mentre la madre (Felicity Jones) si sforza di nascondergli la malattia terminale. I racconti però arrivano, in una serie di splendide animazioni che fondono tecnica ad acquerello ed effetti in stop-motion per aumentare la qualità ultraterrena del film. In un primo momento, Conor non sa cosa farsene delle fiabe del mostro, soprattutto quella su un regno dilaniato da una strega nefasta, poichè la morale è ben poco chiara. Con il tempo, si rende però conto che è proprio quello il punto: il desiderio di una giustificazione pulita è l’atteggiamento sbagliato quando si devono affrontare le difficoltà della vita. “Alla gente non piace quello che non capisce“, dice il vegetale oversize a Conor, cogliendo la ragione della sua frustrazione.

Le esperienze di Conor con il mostro sono un duro contrasto con la fredda realtà che deve affrontare a scuola, dove un bullo (James Melville) lo picchia regolarmente nel cortile della scuola. Le cose non vanno molto meglio in casa, dove Conor deve cercare di andare d’accordo con la severa nonna (Sigourney Weaver, in un ruolo insolitamente pomposo caratterizzato anche da un falso accento). Il padre (Toby Kebbell), che vive in America dopo la separazione avvenuta molto tempo prima, compare all’improvviso per aiutare a consolare Conor, riuscendo solo ad aggravare le sue frustrazioni. Nonostante le sequenze più appariscenti, ci troviamo davanti a una routine piuttosto classica del coming-of-age, portata avanti dall’esordiente MacDougal con una tenerezza che ancòra la vicenda a un autentico arco emotivo. Descritto dal mostro come “troppo vecchio per essere un bambino, troppo giovane per essere un uomo,” la performance di Conor deve molto alla capacità dell’attore di evitare qualsiasi stridore quando la storia lo invita a scagliarsi contro i più grandi.

a monster calls bayona felicityA volte, A Monster Calls ha una qualità affrettata, quando descrive il comportamento di Conor, mentre riceve gli aggiornamenti più cupi sulla madre e si lamenta per l’intromissione degli altri adulti nella sua vita. Tuttavia, Bayona eccelle nel lasciare che i momenti spettacolari guidino lo spettacolo. Mentre il ragazzino si avvicina sempre più a confrontarsi con le sue emozioni represse, la pellicola fa emergere a un livello inquietante la possibilità che lui potrebbe dover affrontare un tracollo psicologico. Abbracciando la piena allegoria nel finale, A Monster Calls può contare su una prova di forza soprannaturale che deve tutto alla voce tonante di Neeson, ma Bayona bilancia questi momenti drammatici attenuandoli, e il risultato è una conclusione particolarmente forte e priva di parole.

A Monster Calls – che in Italia arriverà nei cinema solo il 18 maggio, probabilmente con il titolo 7 Minuti dopo la Mezzanotte – rappresenta curiosamente il terzo film del 2016 caratterizzato dal rapporto tra un bambino e una creatura di fantasia, formando con Il GGG e il reboot di Il Drago Invisibile di David Lowery una trilogia di racconti sull’interazione tra esperienze drammatiche e immaginazione. Considerando con quanta facilità un soggetto del genere potrebbe risultare oltremodo sdolcinato, è particolarmente degno di nota che Bayona eviti l’eccesso. Il mostro potrebbe o meno essere una metafora, ma in entrambi i casi lascia nello spettatore un’impressione forte. Ora si può solo sperare che il regista catalano, in procinto di passare nell’universo pieno di paletti e restrizioni di Hollywood, saprà portarsi dietro almeno un po’ di questa capacità.

Di seguito il trailer ufficiale di 7 minuti dopo la mezzanotte, nei nostri cinema dal 18 maggio:

Felicity Jones
Liam Neeson
Toby Kebbell
Sigourney Weaver
Geraldine Chaplin
Jennifer Lim
Lewis MacDougall
James Melville
Max Gabbay
Frida Palsson
Lily-Rose Aslandogdu
Oliver Steer
Dominic Boyle
Ben Moor
aliens versus predator dark horse
Sci-Fi & Fantasy

Riscopriamo The Hunt, la prima versione di Alien vs. Predator per il cinema

di Redazione Il Cineocchio

All'inizio degli anni '90, lo sceneggiatore Peter Briggs aveva per primo cercato di adattare il fumetto crossover della Dark Horse, rimanendone fedele ma introducendo anche cambiamenti significativi

Leggi
monster hunter Milla Jovovich and Tony Jaa film
Sci-Fi & Fantasy

Trama e prima immagine per il live action di Monster Hunter; Milla Jovovich armata fino ai denti

di Redazione Il Cineocchio

C'è Paul W.S. Anderson dietro all'adattamento per il cinema del noto videogioco fantasy, che vedrà tra i protagonisti anche Ron Perlman e Tony Jaa

Leggi
Odyssey A Star Wars Story fan film
Sci-Fi & Fantasy

Fan Film | Odyssey: A Star Wars Story ci porta in missione contro le Forze Imperiali

di Redazione Il Cineocchio

E' stato il regista Mark Alex Vogt a dirigere il cortometraggio, ambientato durante gli eventi di Rogue One

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Nel full trailer di Replicas, Keanu Reeves clona i familiari morti nei corpi di robot

di Redazione Il Cineocchio

Dopo la parentesi action, l'attore ritorna al genere sci-fi al fianco di Alice Eve nel film diretto da Jeffrey Nachmanoff

Leggi
predator 1987 test hunter jean-claude van damme
Sci-Fi & Fantasy

Riflessione | Quando Jean-Claude Van Damme fu lo Yautja per 2 giorni in Predator (1987)

di Redazione Il Cineocchio

Ripercorriamo l'agrodolce avventura dell'attore belga sul set del film di John McTiernan, dall'entusiasmo iniziale all'abbandono del set quasi immediato

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Adi Shankar: “Devil May Cry presto sarà una serie animata per Netflix legata a Castlevania”

di Redazione Il Cineocchio

Il produttore, forte del successo riscosso, ha deciso ancora una volta di attingere ai videogiochi fanta-horror e creare un imprevedibile universo condiviso

Leggi
Penguin Highway (2018) film
Sci-Fi & Fantasy

Recensione | Penguin Highway di Hiroyasu Ishida

di William Maga

Il regista esordisce al lungometraggio con un racconto di formazione insolito ma in qualche modo familiare, che bilancia splendidamente realtà e fantasia

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Nel trailer italiano di Upgrade, Logan Marshall-Green è un vendicatore violento e cibernetico

di Redazione Il Cineocchio

Leigh Whannell torna in regia per un revenge movie in salsa sci-fi prodotto dalla Blumhouse

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Trama per Alien: Awakening; Ridley Scott ci riporterà su LV-426

di Redazione Il Cineocchio

Emergono i dettagli della sceneggiatura scritta da John Logan per il sequel di Covenant che probabilmente non vedrà mai la luce

Leggi
Tom Hanks in Cast Away (2000)
Sci-Fi & Fantasy

BIOS: Tom Hanks è l’ultimo uomo della Terra per Robert Zemeckis; trama del film sci-fi

di Redazione Il Cineocchio

Già fissata anche la data di uscita del progetto a lungo rimandato che verrà diretto dal regista Miguel Sapochnik

Leggi
the protector serie netflix
Sci-Fi & Fantasy

Nel full trailer di The Protector nasce l’eroe della serie fantasy turca di Netflix

di Redazione Il Cineocchio

Lo showrunner Binnur Karaevli mescola passato e presente, investendo la star Cagatay Ulusoy del compito di salvare Istanbul da malefiche creature infernali

Leggi
omicidi e incantesimi film 1991
Sci-Fi & Fantasy

Riflessione | Omicidi e Incantesimi è la versione lovecraftiana di Chi ha incastrato Roger Rabbit

di Sabrina Crivelli

Riscopriamo il dimenticato film TV del 1991 diretto da Martin Campbell, che mescolava indagine hard boiled e personaggi fantastici

Leggi
alita angelo della battaglia 2018 film
Sci-Fi & Fantasy

Nel terzo trailer di Alita, l’Angelo della Battaglia picchia duro col suo Panzer Kunst

di Redazione Il Cineocchio

Rosa Salazar è il cyborg senza memoria nell'adattamento diretto da Robert Rodriguez e supervisionato da JamesCameron del noto manga di Yukito Kishiro

Leggi
punto di non ritorno scena tagliata
Sci-Fi & Fantasy

Punto di Non Ritorno: un video esplora le scene tagliate e perse per sempre

di Redazione Il Cineocchio

Ritenute troppo disturbanti dal pubblico delle proiezioni test, vennero eliminate del montaggio finale del fanta-horror diretto da Paul W.S. Anderson

Leggi
Johnny Depp and Zoë Kravitz animali fantastici crimini Grindelwald (2018)
Sci-Fi & Fantasy

22 cose da sapere su Animali fantastici: I crimini di Grindelwald di David Yates

di Redazione Il Cineocchio

Curiosità e aneddoti sulla lavorazione del nuovo film scritto da J. K. Rowling, con Jude Law che si unisce al magizoologo Eddie Redmayne nello scontro col temibile stregone interpretato da Johnny Depp

Leggi
Il vizio della speranza

Il vizio della speranza

T. originale: Il Vizio della speranza

Data di uscita: 22-11-2018

Voto medio: 0 su 1 voti
Upgrade

Upgrade

T. originale: Upgrade

Data di uscita: 22-11-2018

Voto medio: 7 su 658 voti

RECENSIONE

Morto tra una settimana... O ti ridiamo i soldi

Morto tra una settimana... O ti ridiamo i soldi

T. originale: Dead in a Week (Or Your Money Back)

Data di uscita: 22-11-2018

Voto medio: 6 su 2 voti
Ralph Spacca Internet

Ralph Spacca Internet

T. originale: Ralph Breaks the Internet

Data di uscita: 22-11-2018

Voto medio: 9 su 3 voti
Robin Hood - L'origine della leggenda

Robin Hood - L'origine della leggenda

T. originale: Robin Hood

Data di uscita: 22-11-2018

Voto medio: 6 su 3 voti

RECENSIONE

Almost Nothing - Cern: La Scoperta Del Futuro

Almost Nothing - Cern: La Scoperta Del Futuro

T. originale: Almost Nothing - Cern: Experimental City

Data di uscita: 18-11-2018

Voto medio: 0 su 1 voti
Red Land (Rosso Istria)

Red Land (Rosso Istria)

T. originale: Red Land (Rosso Istria)

Data di uscita: 15-11-2018

Voto medio: 0 su 0 voti
Cosa fai a Capodanno?

Cosa fai a Capodanno?

T. originale: Cosa fai a Capodanno?

Data di uscita: 15-11-2018

Voto medio: 6 su 2 voti
Summer

Summer

T. originale: Лето

Data di uscita: 15-11-2018

Voto medio: 8 su 24 voti
Keepers

Keepers

T. originale: Keepers

Data di uscita: 15-11-2018

Voto medio: 1 su 1 voti

RECENSIONE

Red Zone - 22 Miglia di Fuoco

Red Zone - 22 Miglia di Fuoco

T. originale: Mile 22

Data di uscita: 15-11-2018

Voto medio: 5 su 364 voti

RECENSIONE

Animali Fantastici - I crimini di Grindelwald

Animali Fantastici - I crimini di Grindelwald

T. originale: Fantastic Beasts: The Crimes of Grindelwald

Data di uscita: 15-11-2018

Voto medio: 7 su 846 voti

RECENSIONE

Bernini

Bernini

T. originale: Bernini

Data di uscita: 12-11-2018

Voto medio: 6 su 1 voti