Home » Cinema » Horror & Thriller » [recensione] Tre Manifesti a Ebbing, Missouri di Martin McDonagh

8/10 su 5953 voti. Titolo originale: Three Billboards Outside Ebbing, Missouri, uscita: 10-11-2017. Budget: $15,000,000. Regista: Martin McDonagh.

[recensione] Tre Manifesti a Ebbing, Missouri di Martin McDonagh

05/09/2017 recensione film di Redazione Il Cineocchio

Frances McDormand guida il cast in stato di grazia di un film che racconta con amara acutezza la crisi d'identità dell'America di oggi

In casa McDonagh hanno probabilmente in atto una piccola sfida familiare. Martin ha portato a casa oltre a una infinità di premi teatrali e una stima imperitura dall’ambiente drammaturgico anche un gran bel film d’esordio ed un piccolo passo falso; il fratello John invece ha nella saccoccia un bel film d’esordio, un eccellente film e un piccolo passo falso. Ora Martin ha deciso di alzare la posta e pareggiare quanto meno i conti.

Three Billboards Outside Ebbing, Missouri posterTre Manifesti a Ebbing, Missouri (Three Billboards Outside Ebbing, Missouri) è infatti il suo film migliore nonché il migliore visto in questa edizione della Mostra del Cinema di Venezia fino ad ora. Grazie a un cast sugli scudi (tutti, nessuno escluso), con l’ultimo dei comprimari capace di lasciare un segno preciso e identitario. Grazie soprattutto a una sceneggiatura (sempre di McDonagh) perfetta perché brillante, profonda, dolente, ma vitale e piena di un sentimento forte e mai esasperato. Grazie anche a un’estetica essenziale e rigorosa fatta di facce, smorfie, desolazione e chiusura, con inquadrature che non lasciano nulla al caso e che riempiono il quadro di elementi con un preciso senso, contenutistico oltre che geometrico, a partire dalla prospettiva generata dai tre cartelloni pubblicitari del titolo visti dalla strada che dà il passo a tutto il resto.

Un film bellissimo, che in superficie conquista per i suoi dialoghi al vetriolo, con frecciate e contro frecciate che vanno oltre la semplice battuta, ma disegnano l’intero carattere di un personaggio e del mondo a cui appartiene, sarcasmo prima di tutto, ma non in cerca dell’applauso e del consenso, dei veri e propri cazzotti verbali che vanno dritti a segno facendo piegare dal ridere e dal dolore. A sorreggere la scrittura efficace e brillante ci sono poi gli attori in stato di grazia, da Frances McDormand a Woody Harrelson, da Sam Rockwell Abbie Cornish e Željko Ivanek, per arrivare a Peter Dinklage, un cast straordinario in cui è arduo sottolineare una prova sull’altra e è come già accennato più utile rimarcare come anche chi stia in camera per pochi secondi, come il messicano e l’afroamericano (il beaner e il colored, come vengono definiti in modo dispregiativo) che affiggono i cartelloni, sappia con due movenze e un accento catturare l’attimo e mettere un punto.

Tre Manifesti a Ebbing, MissouriQuel però che eleva TMAEM dal semplice prodotto eccezionalmente godibile e di grande intrattenimento è la sensibilità e l’acutezza che ha nel non donare mai allo spettatore la svolta attesa o desiderata, non c’è uno sviluppo lineare a seguire una prassi consolidata in certe storie. Non c’è mai un vero scontro tra buoni e cattivi, perché non ci sono dei veri buoni e cattivi. Ci sono delle offese e delle risposte, ma i campi d’appartenenza appaiono via via sempre più sfumati, tanto che spesso la vicenda portante, che in qualunque altro neo noir o neo western avrebbe catalizzato il focus d’attenzione, finisce sostanzialmente in stand-by, ponendo sotto il riflettore lo sviluppo, l’involuzione o la progressione dei vari personaggi che sono sfaccettati perché deviati e soprattutto dolenti, portano avanti battaglie di cui hanno bisogno per sopravvivere.

Come nei noir classici, non è l’investigazione il vero perno narrativo, ma ciò che la stessa causa nella vita delle persone coinvolte e la grandezza del film di McDonagh sta nel riuscire a disegnare intorno a un’investigazione che dovrebbe esserci stata e non c’è – e che continuerà a non esserci -, tutta l’agonia di un paese piegato e in piena crisi e lo scontro di identità che sono gli Stati Uniti contemporanei. Lo fa però senza ergersi a giudice, senza partigianerie, preferendo sottolineare debolezze e storture del singolo individuo, all’insegna d’una risata a seppellire tutto. Esemplificazione perfetta della sensibilità e acutezza di questo umile e grande film è la sequenza finale, colma di umanità, insicurezza e di efficace, nonché realistica, incompiutezza.

In attesa di saperne di più, di seguito trovate il trailer italiano di Tre Manifesti a Ebbing, Missouri, che uscirà nei nostri cinema l’11 gennaio 2018:

Horror & Thriller

Dead Trigger | Recensione del film di zombi con Dolph Lundgren

di Francesco Chello

Il biondo attore svedese è lo svogliato protagonista dell'adattamento poverissimo e mediocre dell'omonimo fortunato videogioco survival horror

Leggi
Horror & Thriller

Insidious: L’ultima chiave | La recensione del film horror di Adam Robitel

di Sabrina Crivelli

Lin Shaye è - ancora una volta - la protagonista di questo quarto capitolo prequel, che punta su cliché ampiamente abusati e su una trama piuttosto raffazzonata

Leggi
io sono leggenda matheson libro
Horror & Thriller

Riflessione | Richard Matheson e Io Sono Leggenda: la fascinazione dell’umanità per la pandemia

di Redazione Il Cineocchio

Sessantacinque anni fa, nel 1954, veniva dato alle stampe il romanzo fanta-horror che avrebbe dato vita a svariati lungometraggi, confermando nel tempo la sua assoluta attualità. Ma l'atavica paura là descritta è ricorrente nel corso della Storia

Leggi
train to busan film
Horror & Thriller

Peninsula: concept art e trama per il sequel di Train to Busan

di Redazione Il Cineocchio

Dopo il clamoroso successo nel 2016, il regista sudcoreano Yeon Sang-ho promette un film più disperato e feroce

Leggi
the outsider serie 2020 hbo Ben Mendelsohn
Horror & Thriller

Full trailer per The Outsider, serie HBO che adatta ‘benissimo’ il romanzo (secondo Stephen King)

di Redazione Il Cineocchio

Ben Mendelsohn e Jason Bateman guidano il cast dell'adattamento TV del recentissimo romanzo poliziesco / soprannaturale del prolifico scrittore del Maine

Leggi
Horror & Thriller

Dark Skies – Oscure Presenze | La recensione del film di Scott Stewart

di Francesco Chello

Josh Hamilton e Keri Russell sono i protagonisti di un prodotto dal budget contenuto ma ben orchestrato e teso, che mescola sapientemente angosce terrene e classico schema da fanta-horror

Leggi
Damballa Bond The Chucky Effect
Horror & Thriller

La Bambola Assassina: The Last Christmas Story e Damballa Bond sono i corti approvati da Don Mancini

di Redazione Il Cineocchio

C'è il regista messicano Rod Schneider dietro alla duplice lettera d'amore per la saga slasher nata nel 1988

Leggi
locke and key fumetto
Horror & Thriller

Locke and Key: poster, cast e data di uscita per la serie Netflix tratta dal fumetto di Joe Hill

di Redazione Il Cineocchio

C'è Carlton Cuse alla guida dell'adattamento in live action con protagonisti Darby Stanchfield e Jackson Robert Scott

Leggi
messiah serie netflix 2020
Horror & Thriller

Trailer per Messiah (serie Netflix): Michelle Monaghan alle prese con il nuovo Salvatore dell’umanità

di Redazione Il Cineocchio

L'attrice dovrà capire se Mehdi Dehbi è davvero il figlio di Dio o un impostore nello show originale diretto da James McTeigue e Kate Woods

Leggi
blu profondo film 1999
Horror & Thriller

Recensione story | Blu Profondo di Renny Harlin

di William Maga

Nel 1999 arrivava nei cinema il film con Samuel L. Jackson e Thomas Jane, uno shark movie teso e cattivo sottovalutato ai tempi, ma capace di guadagnarsi un poso d'onore nel genere

Leggi
Horror & Thriller

Swamp Thing (stagione 1) | La recensione della serie DC Universe con Crystal Reed

di William Maga

Lo show originale con Virginia Madsen e Will Patton è un prodotto anomalo ed esaltante, capace di mescolare abilmente body horror e atmosfere da romanzo Southern Gothic, e parimenti avvilente, data la prematura cancellazione e un finale aperto

Leggi
gli uccelli film set 1963
Horror & Thriller

Dossier | Tippi Hedren e l’esperienza da incubo in Gli Uccelli di Alfred Hitchcock

di Redazione Il Cineocchio

Nel 1999, la protagonista ricordava la complessa lavorazione del thriller e il rapporto non proprio facile col regista sul set

Leggi
polaroid + midsommar + welcome home + isabelle bluray ita
Horror & Thriller

Recensione Blu-ray | Midsommar (versione estesa) + Polaroid + Welcome Home + Isabelle – L’ultima evocazione

di Redazione Il Cineocchio

Scopriamo da vicino le edizioni italiane del folk horror di Ari Aster, dell'horror di Lars Klevberg, del thriller erotico con Aaron Paul ed Emily Ratajkowski e del film demoniaco con Adam Brody

Leggi
Daniel Craig and Ana de Armas in Knives Out (2019)
Horror & Thriller

Cena con Delitto – Knives Out | Recensione del film di Rian Johnson con Daniel Craig

di William Maga

Il regista reinventa il classico whodunnit, innestando in un impianto ben noto umorismo, colpi di scena e un inaspettato commento sulla situazione sociopolitica americana contemporanea

Leggi
Horror & Thriller

Cane mangia cane | Recensione del film di Paul Schrader con Nicolas Cage

di Alessandro Gamma

Cercando di ignorare le convenzioni abusate del genere thriller/noir, il regista finisce per dimenticare tutto quello che avrebbe potuto rendere la pellicola efficace. Mal sfruttati Nicolas Cage e Willem Dafoe

Leggi
Il primo Natale

Il primo Natale

12-12-2019

Black Christmas

Black Christmas

12-12-2019

Nancy

Nancy

12-12-2019

Che fine ha fatto Bernadette?

Che fine ha fatto Bernadette?

12-12-2019

ചോല

ചോല

06-12-2019

Lontano lontano

Lontano lontano

05-12-2019

L'immortale

L'immortale

05-12-2019

Qualcosa di meraviglioso

Qualcosa di meraviglioso

05-12-2019

I passi leggeri

I passi leggeri

05-12-2019

Cena con delitto - Knives Out

Cena con delitto - Knives Out

05-12-2019

RECENSIONE

Il paradiso probabilmente

Il paradiso probabilmente

05-12-2019

L'Inganno perfetto

L'Inganno perfetto

05-12-2019

Western Stars

Western Stars

02-12-2019

I figli del mare

I figli del mare

02-12-2019

RECENSIONE

Shooting the Mafia

Shooting the Mafia

01-12-2019

Nati 2 volte

Nati 2 volte

28-11-2019

A Tor Bella Monaca non piove mai

A Tor Bella Monaca non piove mai

28-11-2019

Il peccato - Il furore di Michelangelo

Il peccato - Il furore di Michelangelo

28-11-2019

Un giorno di pioggia a New York

Un giorno di pioggia a New York

28-11-2019